Resta in contatto

Approfondimenti

Falco, ed è finalmente magia! Primo gol in A e ricerca di continuità

Il 10 del Lecce ha realizzato la sua prima rete in A con la punizione ieri messa alle spalle di Consigli. C’è tanta contentezza per la perla di un calciatore che Liverani bacchetta amorevolmente spesso per farlo diventare grandissimo.

Filippo Falco si è finalmente sbloccato nella massima serie e lo ha fatto nel modo più bello con una delle giocate dei suo repertorio. Il calcio piazzato disegnato perfettamente a scavalcare la barriera ha tolto lo zero alla casella gol in A alla 19° presenza. Oltre alle dieci di quest’anno con il “suo” Lecce, ci furono 9 caps con il Bologna nella prima parte della stagione 2014/2015.

Nelle dichiarazioni rilasciate ieri a caldo, la rivelazione del suo perenne studio sulle punizioni, tra Miccoli e Messi come modelli prestigiosi e, soprattutto, tanta applicazione in allenamento. Purtroppo, il primo gol stagionale di Falco non è coinciso con la vittoria al Via del Mare in Serie A, che manca dal 7 aprile 2012, data di Lecce-Roma 4-2.

Nell’avvio della scorsa serie B c’è stato il precedente gol di Falco su punizione. Era Lecce-Salernitana 2-2 della seconda giornata e anche lì la traiettoria ben calibrata dal pulsanese su palla ferma valse il temporaneo 2-1 al minuto 81.

Momenti diversi e gioie, per fortuna, diverse. Quest’anno, nonostante l’assenza dal tabellino, Falco è stato uno dei protagonisti dell’avvio del Lecce, finito sulla ribalta nazionale anche per le giocate e i dribbling stretti del suo talento, per giornate il maggior dribblatore della massima serie e superato in Europa solo da titani del calibro di Neymar e Mahrez.

Liverani si coccola il suo campioncino, uno dei calciatori cresciuti esponenzialmente proprio grazie al lavoro del tecnico, conosciuto nell’estate dello scorso anno dopo la promozione del Lecce in B. Quando si parla di Falco, spesso, il tecnico non nasconde il suo sostanziale pensiero. Il gruppo ha stima di lui e sa di avere dentro un giocatore forte, dai colpi imprevedibili.

Il trainer però non dimentica di ribadire pubblicamente che, per far di Falco un grandissimo, si lavorerà perennemente sulla continuità di rendimento e su quei momenti di distrazione che portano il calciatore fuori dalle fasi calde della partita per poi rientrarne a strappi, come suo solito, con dribbling e capovolgimenti di fronte.

Di strada, per il Lecce e per Falco, ce n’è tanta da fare, ma con una punizione-gol in più messa a segno le certezze e la fiducia nei propri mezzi aumentano.

 

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] E FLOP. Dal gol splendido di Lapadula alla punizione fantastica di Falco. Il Lecce si gode le perle dei suoi avanti, finalmente in gol dopo la moria iniziale. Una certezza […]

Advertisement

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Prima di scrivere di sor Carletto dovevate sentire lui e stato citato tutto ma le sue vere origini. Fu scoperto da Costantino Rozzi e le vere gesta la..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Il talento più puro che abbia indossato la maglia giallorossa..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "I mercenari non devono aver voce in capitolo.... quelli passano....i miti invece restano immortali"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Grandissimo Kecco anche come allenatore...non ha la fortuna di altri... però è vero anche che in quella circostanza lo ricordo benissimo il..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "'Grande Beto"
Advertisement

Altro da Approfondimenti