Resta in contatto

News

Gasperini: “Lecce puoi salvarti. Questo pubblico un esempio per il calcio italiano”

L’allenatore ospite si gode l’ennesima roboante vittoria dei suoi, ma esalta degli aspetti del Lecce. Ecco le sue dichiarazioni in conferenza stampa.

LA PARTITA.  E’ stata una gara in cui dallo 0-2 al 2-2 ha cambiato la gara, che comunque era iniziata bene. Nel primo tempo non siamo stati precisi in avanti, poi il Lecce ha fatto due bei gol e ha sfruttato al meglio le due opportunità. E’ chiaro che queste cose possono cambiare completamente la gara e toglierci delle certezze, i miei giocatori hanno avuto il merito nel corso dell’intervallo di non demoralizzarci e abbiamo avuto anche una grande reazione. Poi abbiamo fatto alcuni gol di grande qualità, però globalmente nel secondo tempo abbiamo fatto bene e sbagliato molto meno”.

DOVE VUOLE ARRIVARE. Puntiamo alla Champions a confermare il piazzamento dello scorso anno. Ci serve arrivare ancora a 70 punti come nel corso della passata stagione”.

ANCORA 7 GOL. Farne sette non è una mancanza di rispetto nei confronti dell’avversario, da noi sono usciti i nostri tre attaccanti e sono entrati tre giocatori che avevano voglia di fare bene. I miei giocatori si sono esaltati nel nostro gioco e questa è la conseguenza”.

MODELLO ATALANTA. E’ il terzo anno che siamo intorno ai 70 punti. Per vincere il campionato ne servono quindici in più. Quel salto di qualità presuppone tante cose, sotto tutti i punti di vista, in quella fascia ci giocano delle squadre che hanno altri budget. E’ molto difficile aumentare il nostro target. Questo modello può essere replicato altrove. Non abbiamo un grande bacino d’utenza ma siamo al top in questo momento, quindi credo che si possa replicare in qualsiasi situazione”.

TIFOSI RINVIO.  Con tutte le vicessitudini che ci sono state erano anche numerosi, per noi è motivo d’orgoglio. Voglio ringraziare il pubblico di Lecce che ha applaudito alla mia squadra segno di grande sportività, questo non accade sempre nel calcio”. 

IL LECCE. E’ una squadra che ho seguito, perché cercano il loro obiettivo attraverso il gioco. Credo che dietro sia la formazione migliore. Hanno avuto un percorso molto veloce e oggi dimostrano di avere caratteristiche e qualità per salvarsi. Per il Lecce ci sono tutte le possibilità per raggiungere il proprio obiettivo”.

 

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Un calciatore esemplare, un campione che avrebbe meritato di più. Purtroppo come regista nella sua Argentina c'era un certo Diego Maradona... ma..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da News