Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Cosmi, la favola Perugia-bis diventa incubo: “Sono io il vero fallimento di questa squadra”

Gli umbri perdono con il Cosenza e dopo aver conquistato 5 punti in 6 partite si trova a lottare in zona playout. A margine della sconfitta coi rossoblu calabresi le parole dell’ex tecnico giallorosso sono amarissime.

Continua la caduta del Perugia di Serse Cosmi. Il tecnico, amatissimo al Renato Curi, è arrivato a fine 2019, subentrando a Massimo Oddo, per rilanciare le ambizioni playoff del Grifo, fermo a metà classifica.

Il campionato, però, ha raccontato un’altra storia. Il Perugia è in caduta libera e il bottino di Cosmi è magrissimo: 5 punti in 6 gare dopo la ripresa del campionato e 14 nelle 15 gare della sua seconda, romantica, parentesi umbra.

Il punto più basso è arrivato ieri sera. Iemmello e compagni sono stati sconfitti dal Cosenza, compagine alla ricerca di una disperata corsa per la permanenza in cadetteria anche tramite i playout.

E’ drammatico il commento di Cosmi, raccolto dai colleghi di CalcioGrifo: “La partita – ha detto il tecnico nel dopo gara – non è stata quella che dovevamo fare. Siamo partiti sottotono. C’è la giustificazione delle condizioni fisiche ma i nostri avversari arrivavano sempre primi sul pallone”.

“Abbiamo subito un gol in cui non c’entra il viaggio, ma solo l’attenzione. Nel primo tempo abbiamo avuto qualche opportunità e c’è mancato sempre qualcosa. Nella ripresa meglio, però abbiamo subito un gol con un giocatore che è partito dalla propria metà campo, poi abbiamo reagito con la rete che poteva riaprire la gara e la rovesciata che poteva darci il pareggio”.

Infine, Serse Cosmi si lancia in un commento duro sul suo campionato, pur partendo dalla gara: “Non sono soddisfatto della prestazione, né del risultato. Non sono soddisfatto di niente, e soprattutto non sono soddisfatto di me. Questa è la cosa preoccupante. Sono io il vero fallimento di questa squadra perché la società e i tifosi mi avevano accolto con grandi speranze. Ad oggi, devo dire che il responsabile unico di questa situazione sono io. Questa squadra ha poco o nulla di quello che vorrei…”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da News