Resta in contatto

News

GdM – Liguori: “Per quanto abbiamo messo in mostra durante la stagione meriteremmo di disputare ancora la serie A”

Il vice presidente giallorosso ha parlato a La Gazzetta del Mezzogiorno (intervista di Antonio Calò): “Siamo arrivati al momento della verità. Ci giocheremo tutto negli ultimi 90 minuti”.

MOMENTO DELLA VERITA’. «Siamo arrivati al momento della verità. Ci giocheremo tutto negli ultimi 90 minuti e purtroppo la permanenza non dipenderà solo dal nostro risultato. Di una cosa sono certo: il Lecce darà tutto, lotterà con l’orgoglio che hanno messo in mostra sin dalla prima giornata, con la determinazione che viene accresciuta dal senso di appartenenza che i calciatori dimostrano quotidianamente. Per sperare di restare in A dobbiamo superare il Parma, che è complesso di valore. Non sarà facile, ma i ragazzi non lasceranno nulla di intentato, pur di riuscirci. Siamo rimasti aggrappati alla massima serie con le unghie, contro tutti i pronostici, e ci proveremo anche domenica, nella speranza che giungano notizie favorevoli dal match tra il Genoa e l’Hellas Verona. Noi ci crediamo».

NON MOLLIAMO MAI. «La nostra è una formazione che lotta sempre e che non molla mai. Ha il carattere di Liverani, ma anche il dna della società. L’abnegazione dimostrata dai calciatori è straordinaria. Ci sono ragazzi che, dalla ripresa del torneo dopo il lockdown, sono scesi sempre in campo, ogni tre giorni, senza poter rifiatare mai. Con le tossine, soprattutto mentali, derivanti dal match perso con i felsinei e dalle polemiche che ne sono seguite, era complicatissimo far bene contro i friulani e portare a casa i tre punti, per di più in rimonta. Tra l’altro, continuando sempre a provare a giocare a calcio».

TUTTA ITALIA CON IL LECCE. «Tutto ciò ci inorgoglisce. Lotteremo sino all’ultimo secondo. Lo dobbiamo a noi stessi, ai nostri fantastici tifosi, che ci stanno facendo arrivare il proprio incoraggiamento in ogni modo, ed a tutti coloro che, evidentemente, pur essendo di fede diversa, hanno apprezzato il nostro modo di fare calcio. Siamo ampiamente in credito con la fortuna e chissà che la Dea bendata non ci sorrida proprio alla fine. Di una cosa siamo convinti: per quanto abbiamo messo in mostra durante la stagione meriteremmo di disputare la serie A anche nel 2020/2021».

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Boniek purtroppo era invidioso di lui, perché non arrivava al suo livello. Come faceva a dirigerlo?"

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da News