Resta in contatto

News

GdS – Copre, corre e tira: Björkengren ha dato al Lecce l’anima scandinava

La Gazzetta dello Sport dedica un articolo di approfondimento (a firma di Giuseppe Calvi) al centrocampista giallorosso.

Per le sue caratteristiche, John Bjorkengren è diventato elemento imprescindibile nell’organizzazione tattica di Eugenio Corini. Si fa trovare sempre nella posizione giusta per intervenire nel modo più efficace. Esaltando il suo straordinario senso tattico, riesce a supportare i compagni, coprendo le loro avanzate e dettando i tempi nella costruzione del gioco, muovendosi come un veterano.

Da quando il Lecce ha iniziato la serie positiva di nove risultati, lo svedese è sempre stato schierato titolare: l’allenatore lo ha sostituito solo tre volte, nella fase finale delle partite. Tra i centrocampisti giallorossi, nessuno è stato in campo più di lui, 764 minuti, nell’arco di queste partite. Più di Bjorkengren, solo Morten Hjulmand, però con una presenza in meno (assente a Frosinone per squalifica). Uno svedese e un danese in cabina di regia, per lo smistamento del gioco e per l’interdizione: Corini, con loro due, ha trovato la pace dei sensi.

Per John, comunque, non è stato facile inserirsi nella nuova realtà, non solo calcistica. Ha dovuto superare la positività al Covid-19, che lo ha bloccato a novembre. Anche per questo motivo, nel girone d’andata, ha collezionato appena 7 presenze (239 minuti), delle quali due da titolare. Nel ritorno, invece, è stata tutta un’altra musica: 17 presenze, per un totale di 1103 minuti in campo.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Boniek purtroppo era invidioso di lui, perché non arrivava al suo livello. Come faceva a dirigerlo?"

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da News