Resta in contatto

News

Baroni: “Dobbiamo essere competitivi e pronti mentalmente”

Il Lecce non può sbagliare l’approccio alla gara è questo l’obiettivo di Baroni alla vigilia di Pordenone. Coda e Di Mariano i dubbi principali di formazione.

ICOGNITE DI PORDENONE. Io mi aspetto una partita difficilissima, la pericolosità della gara è tutta nelle novità del Pordenone. In questa sessione di gennaio hanno cambiato linea e hanno grandissime motivazioni, quella con il Lecce può essere una chiave di volta per riaprire una corsa verso la salvezza. Siamo consapevoli  di ciò e ho chiesto ai miei giocatori una conferma. Ci siamo allenati tanto e bene, ma in partita dobbiamo avere una testa competitiva e attendo per domani un’impatto mentale importante, lo dobbiamo volere sotto tutti gli aspetti, sarà questo a fare la differenza”.

DUBBI DI FORMAZIONE. “Ci sono sempre dei dubbi perché la squadra sta lavorando bene. Io ho ricevuto dei messaggi importanti dalla gara di Coppa Italia e da quella mi porto alcuni dubbi. Ci sono ancora poche ore per decidere ma sono importanti. Stiamo bene fisicamente, vediamo dal punto di vista mentale come stiamo”.

CODA E DI MARIANO. Sono i due dubbi principali perché Pablo sta bene e si è allenato con grande entusiasmo così come Olivieri. Per il resto abbiamo recuperato Gallo che è stato fuori un po’ di tempo. Non c’è tra i convocati Listkowski per un affaticamento, la scelta è precauzionale, così come per Tuia”.

PERICOLO LUNGA SOSTA. Quello di Pordenone è un bel banconi prova, mi attendo una crescita importante, perché come si è visto in A, le ripartenze sono state compromesse da un’atteggiamento sbagliato. Finalmente però torniamo in campo e dobbiamo essere pronti a rivivere le emozioni belle a partire da quelle del pre gara fino ad arrivare alla sfida vera e propria”.

TAGLIO TIFOSI. “La mancanza dei tifosi allo stadio per noi è come un lutto, loro sono la componente più bella e più importante. I nostri sacrifici sono tutti per loro. Ci dispiace questa ennesima restrizione, ma la situazione sanitaria che stiamo vivendo ci porta a questo. Rimane l’amarezza di tornare a giocare in uno stadio con pochi tifosi. In B sicuramente siamo quelli più penalizzati perché il Via del Mare ci dava un contributo molto importante. Ci seguiranno da lontano e troveranno il modo di farci sentire la loro vicinanza”.

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Flacco Venosa, Potenza"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Prima un uomo, poi un allenatore come nessun' altro"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Hai perfettamente ragione"

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Vucinic una "punta di diamante" la definizione corretta ."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ottima scelta quella di ingaggiare quelli tra loro che possono ancora lavorare per il Lecce, anche se piu di lavoro dovremmo chiamarla passione"
Advertisement

Altro da News