Resta in contatto

News

GdM – Memushaj: “Lapadula, un animale da gol”

“Gianluca è sempre in agguato e nei sedici metri avversari sa essere micidiale. Lui ci crede sempre, anche quando l’azione sta per sfumare”, afferma l’albanese.

Ledian Memushaj, ex calciatore del Lecce, ora in forza al Pescara, si confida a La Gazzetta del Mezzogiorno, affrontando vari temi.

LAPADULA-GOL.Gianluca è un animale da gol. E’ sempre in agguato e nei sedici metri avversari sa essere micidiale. Lui ci crede sempre, anche quando l’azione sta per sfumare. In occasione del primo centro, Billong sembrava in grado di rinviare senza difficoltà e magari un altro al suo posto si sarebbe fermato. Invece, lui non lo ha fatto e così ha potuto sfruttare l’errore dell’avversario. Lapadula è un generoso e proprio per questo non si tira indietro quando deve rincorrere gli avversari o è chiamato a fare pressing. Sono contento che abbia iniziato così bene la sua avventura con il Lecce perché lo meritava dopo un paio di stagioni tribolate, soprattutto a causa di una serie di problemi fisici. Accasandosi al club salentino, penso che abbia fatto la scelta giusta, in quanto in maglia gialllorossa può rilanciarsi alla grande“.

LIVERANI.Ha meritato la promozione crescendo settimana dopo la settimana ed esprimendo un ottimo calcio. La A è tutt’altra cosa rispetto alla B. Il livello cresce enormemente e per una neo promossa il cammino è sempre molto in salita. Il Lecce dovrà fare il proprio gioco, ma anche predisporsi a soffrire tanto la pressione degli avversari, il che non significa mettere da parte della propria idea di calcio. Soprattutto contro le squadre più quotate, e tra queste non ci sono solo le grandi, è fatale che ad avere il pallino della manovra non saranno i giallorossi“.

SERIE A. “Nell’arco del torneo potrà accadere che il Lecce perda tre o quattro match di fila. Ebbene, è fondamentale non demoralizzarsi. Non dovranno farlo i calciatori, ma nemmeno i tifosi perchè ci sta. Bisogna tenere la barra dritta e giocare bene le proprie carte in quei confronti con le dirette rivali che, alla lunga, si rivelano determinanti, oltre ai punti comunque raggranellati contro le rivali più forti“.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Perfavore Ulivieri non farebbe panchina neanche in una squadra di serie C"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da News