Resta in contatto

Miti

Guillermo Giacomazzi

Nessuno più dell’ex centrocampista uruguagio ha difeso i colori del Lecce in Serie A, e per presenze assolute è scavalcato solo dalla leggenda Lorusso. Due promozioni e tre salvezze nel massimo campionato all’attivo.

Quando, dando uno sguardo alla storia “millennial” del Lecce, si pensa al ruolo del capitano, la mente va subito inevitabilmente a Guillermo Giacomazzi. Il centrocampista nativo di Montevideo è stato infatti colui che più di tutti ha indossato la fascia dal 2000 in poi. Ben 5 stagioni, a cui ne vanno aggiunte altrettante a lottare in mezzo al campo con la maglia giallorossa addosso.

Ma Giacomazzi è molto di più per il Lecce. E’ il recordman di presenze in Serie A (197), è il secondo in assoluto (316), è il centrocampista che ha gonfiato più volte la rete (43). In metà delle annate in cui ha giocato nel Salento ha festeggiato traguardi importanti con i suoi tifosi, vedi le due promozione e le tre salvezze in Serie A.

Arrivò nell’estate 2001 dal Penarol, il club più titolato d’Uruguay, ed assieme al connazionale Chevanton fece le fortune del Lecce. Diede probabilmente il meglio di sé stesso al servizio di Zdenek Zeman, dopo l’esonero del quale nel 2007 lasciò momentaneamente i giallorossi direzione Palermo ed Empoli.

A Lecce tornò e rimase anche in Lega Pro, sebbene l’epilogo non fu dei migliori con tanto di addio dopo un litigio in ritiro con il tecnico Francesco Moriero. Dopo il sipario sulla sua carriera Giacomazzi è tornato, proprio come Chevanton, a vivere nel Salento. E, quando c’è da ricordare il Lecce del passato magari a scopi benefici, l’ex capitano non perde occasione per mettersi a disposizione. Con la stessa generosità dimostrata, sempre, sul rettangolo verde.

Cosa è stato, cosa ha rappresentato per voi Guillermo Giacomazzi? Ditecelo qui.

13 Commenti

13
Lascia un commento

avatar
13 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Damiano Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
trackback

[…] pallone, fa ballare di gioia lo spicchio dell’Olimpico. Mesbah scodella da sinistra e Giacomazzi gira in rete di testa battendo Sereni. Sarà una delle tappe di un cammino tanto glorioso quanto […]

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Un grande

Damiano
Ospite
Damiano

Grande … 👌

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

❤️❤️ G U E R R I E R O 💛💛

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Un grande

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Poi mi spiegasse cosa successe il primo anno di serie c.

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Grande Guillermo 10 anni FEDE💛❤

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

❤️❤️

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Capitano perfetto ….. tecnico, grande senso della posizione, grandioso negli inserimenti ….. fortissimo.

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Idolo

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Il vero CAPITANO.
Esempio palese di come 12 (o 14) anni in giallorosso possano essere spazzati dal primo salentino che arriva in quadra tant è che gli levarono la fascia di capitano dopo l arrivo di quel fango di Miccoli che fece piu danno che altro.

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

stae buenu a du stae!

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

bandiera

Altro da Miti

  • Carlo Mazzone

    Noto a tutti come Sor Carletto per la sua verace romanità, è stato tra...

  • Anselmo Bislenghi

    Lo storico bomber, nato a Sesto San Giovanni nel 1926 e deceduto troppo presto...

  • Mirko Vucinic

    Il Lecce lo ha lanciato ancora minorenne nel calcio dei grandi. Il montenegrino, 34...

  • Michele Lorusso

    Il compianto difensore è una delle bandiere del Lecce. Baluardo di tante battaglie, morì...