Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

MI RITORNI IN MENTE – Corvia-gol a coronare la rimonta in 6′: col Cagliari un fondamentale punto-salvezza (VIDEO)

Nella stagione 2010/11 Lecce e Cagliari s’incrociarono alla 33°giornata. I sardi, avanti 3-1 a due minuti dal 90′, subirono le reti di Fabiano e del romano, vitali per lo sprint finale dei giallorossi di De Canio.

Il ricordo di Lecce-Cagliari ci porta ancora una volta alla stagione 2010/2011, quella della retrocessione evitata sul campo a seguito di Bari-Lecce 0-2. A sei turni dalla fine, i salentini incrociavano i rossoblù, autori di una stagione tranquilla e già ampiamente proiettati verso una classifica tranquilla. Il rocambolesco 3-3 rappresentò una boccata d’aria prima di due sconfitte consecutive con Genoa e Chievo, precedenti a loro volta dello showdown vincente con 6 punti acciuffati tra la vittoria batticuore sul Napoli e il derby del San Nicola.

Anche se i precedenti con il Cagliari portano in dote numerose vittorie casalinghe, dalla doppietta di Bonomi alla (quasi unica) gioia del Lecce targato Silvio Baldini (qui il video) passando per perle della nascente Zemanlandia salentina (video), ripensando al campionato del Lecce di De Canio, quel punto fu vitale per classifica e morale. Perdere malamente in casa contro una squadra già appagata sarebbe stato un suicidio.

LA PARTITA. Robert Acquafresca, attaccante rossoblù, fu decisivo con due gol su altrettanti palloni utili toccati. Il vantaggio al 20′ arriva con una staffilata al volo su cross dalla sinistra di Lazzari. Prima, una parata spettacolare di Rosati su tiro di Conti e un colpo di testa di Munari finito di poco a lato. Il Cagliari domina sul rettangolo verde del Via del Mare e Cossu chiama ancora Rosati al tuffo da campione per salvare la baracca.

Ad inizio ripresa, Mesbah (49′) spinge in rete il pallone dell’1-1 su azione da palla inattiva innescata da Di Michele ma l’inzuccata di Conti (67′) riporta i sardi avanti. Il Lecce si riversa in avanti e al 72′ Acquafresca beneficia del più classico dei contropiedi e trafigge Rosati. Nel finale, i cambi di pedine mossi da De Canio fruttano. Fuori Grossmuller, dentro Brivio per spostare Mesbah avanti. E poi Corvia, lanciato rabbiosamente per l’ex Jeda.

L’altro Lecce-Cagliari 3-3, quello che resta impresso nella memoria dei tifosi, inizia all’88′. Fabiano, di testa su corner, imprime la scossa decisiva e Ragatzu spreca un gol già fatto davanti a Rosati. Mancano pochi secondi alla fine, Gustavo si fa male e l’arbitro protrae giustamente il recupero. Al 94′, trenta secondi oltre i 3′ decretati, Corvia palleggia al volo e scarica in rete la palla del 3-3 e fa esplodere il Via del Mare. Il punto, lo ripetiamo ancora una volta: vitale, servì a tenere lontana tre punti la Sampdoria terzultima.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da Rubriche