Resta in contatto

Approfondimenti

L’unico gol di Pellè in A? In un Parma-Lecce…contro i giallorossi (VIDEO)

L’incrocio di lunedì rappresenta una curiosità per il salentino Graziano Pellè. L’attaccante ora in forza allo Shandong Luneng, legatissimo al club dove è cresciuto, siglò al Lecce di Cosmi l’unico gol in Serie A della sua carriera, fatta di gioie soprattutto con Feyenoord e Southampton.

Parma-Lecce è una partita statisticamente importante per Graziano Pellè. L’attaccante di Monteroni, ora terzo cannoniere del campionato cinese, dietro a Zahavi e Paulinho, grazie ai suoi 17 gol, conserva un particolare ricordo della gara della Serie A 2011/2012.

Il match, giocato il 18 dicembre 2012 e valevole per la 15°giornata, finì 3-3 e Pellè mise a segno il gol del parziale 2-3 parmigiano prima del pareggio nel finale di Galloppa.

Leggi qui la classifica che elegge Pellè a top bomber italiano del 2019

Fu l’unica rete dell’attaccante nella corta esperienza parmense, iniziata nell’estate del 2011 dopo l’addio dall’AZ Alkmaar e finita già a gennaio 2012 per accettare l’offerta di una Sampdoria allora in B alla ricerca del ritorno in paradiso.

Le scelte professionali, poi, hanno fatto sì che, finora, quella sia stata anche l’unica segnatura in Serie A dell’attaccante che poi raggiunse il suo apice nell’Europeo di Francia 2016 con l’Italia “operaia” di Antonio Conte.

Pellè, 11 presenze al Tardini che si aggiunsero alle 12 con il Lecce (2003-04 e 2005-06), subentrò al 64′ a Valiani con i giallorossi in vantaggio per 1-2.

Cuadrado realizzò il tris ospite, ma nel finale, proprio l’oggi 34enne riportò in partita il Parma. Errore in uscita di Gabrieli (subentrato a Julio Sergio) e tap-in facile a porta vuota come riportato nel video.

 

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Boniek purtroppo era invidioso di lui, perché non arrivava al suo livello. Come faceva a dirigerlo?"

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da Approfondimenti