Calcio Lecce
Sito appartenente al Network

GdM – Ciullo: “Listkowski e Zuta? Non li conosco, ma mi fido del fiuto di Corvino”

L’allenatore salentino ha parlato a La Gazzetta del Mezzogiorno (intervista di Antonio Calò) del Lecce di oggi e del prossimo avversario, il Pordenone.

EQUILIBRIO. «La parola d’ordine, nel calcio moderno, è “equilibrio”. È ciò che servirà al Lecce per fare bene nel campionato cadetto e per puntare al ritorno immediato in massima serie. Ci dev’essere bilanciamento tra la fase offensiva e la fase difensiva, proprio quello che è mancato in A, com’è dimostrato dagli 85 gol incassati, che sono stati alla base della retrocessione della formazione giallorossa. Corini ci starà lavorando senz’altro su e non si può pretendere che tutto sia sistemato nei minimi dettagli sin dalle fasi iniziali della stagione, ma è fondamentale che ci sia giù una buona quadratura, in quanto tra poco più di una settimana si farà sul serio con la prima gara ufficiale dell’annata agonistica, al Via del Mare, con il Pordenone».

DIFESA IMPORTANTE, HA DETTO CODA. «In Italia, statisticamente, le compagini che vincono hanno sempre la migliore retroguardia o, quanto meno, una delle meno battute.  Quindi, l’ex Benevento ha detto ciò che pensano quasi tutti gli addetti ai lavori. Insomma, si torna al discorso dell’equilibrio, dal quale non si può prescindere se si intende puntare in alto”.

CAMPAGNA ACQUISTI. «Ogni valutazione andrà fatta a mercato chiuso. Sono convinto che la società di via colonnello Costadura metterà A segno altri colpi di spessore. L’ingaggio di Coda è da considerare in termini estremamente positivi, in quanto è una punta di prim’ordine per la B. L’esterno Paganini è un calciatore di categoria, che può dare tanto alla causa giallorossa».

STRANIERI POCO NOTI. «La garanzia penso che derivi dal fatto che sono stati scelti da a Corvino, che nella sua carriera ha ampiamente dimostrato di conoscere i mercati meno battuti e di i sapere individuare spesso dei buoni elementi. Non conosco Listkowski e Zuta, ma il responsabile e dell’area tecnica giallorossa ha fiuto. Henderson, invece, ha già fatto bene in Italia”.

IL LECCE RIUSCIRA’ A TRATTENERE I BIG? «Sino alla chiusura delle liste di trasferimento tutto potrà succedere, ma ho l’impressione che i big resteranno in maglia giallorossa e che lo faranno con la massima convinzione. Saranno proprio loro i migliori acquisti del club preseduto da Sticchi Damiani”.

PORDENONE PROSSIMO AVVERSARIO. «Il calendario non ha certo riservato un avvio di torneo agevole ai giallorossi. I prossimi rivali della squadra salentina si sono comportati benissimo nel 2019/2020, da neo promossi, disputando la semifinale dei play-off e subendo una eliminazione rocambolesca.  Il test, quindi, si preannuncia ostico ed a maggior ragione per questo motivo sarebbe importantissimo partire con un successo”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il responsabile dell'area tecnica conferma la linea adottata dall'US Lecce durante il mercato di gennaio....
Tutte le dichiarazioni in diretta da parte dei direttori tecnico e sportivo del Lecce Pantaleo...
Come di consueto i dirigenti dell'area tecnica giallorossa tracceranno un bilancio approfondito con la stampa...

Dal Network

La passione della tifoseria giallorossa non si ferma dopo i recenti risultati negativi...
I campani restano al palo anche nella partita casalinga contro il Monza. Parole senza filtri...
Il difensore dell’Hellas ha parlato della complessa sfida di venerdì contro il Bologna, ma anche...
Calcio Lecce