Resta in contatto

News

Benevento, Caserta: “Di Lecce ho un ricordo bellissimo. Occhio ai salentini, saranno protagonisti”

Il tecnico del Benevento Fabio Caserta ha presentato il match con il Lecce in conferenza stampa. Queste le dichiarazioni raccolte dai colleghi di Ottopagine.

GLIK. “E’ ritornato questa mattina. Oggi si è allenato a parte. Bisogna vedere domani come sta soprattutto dal punto di vista fisico perché è uscito negli ultimi minuti a causa di un problemino. Niente di grave, ma bisogna capire quanto ha recuperato. Valuterò domani”.

MODULO. “A Napoli abbiamo a giocato per parecchio tempo con un centrocampo a tre. Il sistema di gioco è relativo. Dipende dalle caratteristiche dei tre centrocampisti, ma al di là del sistema di gioco la squadra ha fatto un’ottima gara. Esterni? Abbiamo delle qualità a piede invertito che possono fare bene. E’ una soluzione che adotterò anche più avanti”.

MONCINI. “Sta molto meglio rispetto all’inizio. Ha ripreso un po’ di condizione fisica, facendo bene anche a Napoli. Valuterò domani chi far giocare, ma sicuramente Moncini può giocare novanta minuti in questo momento. Sau o Moncini? Hanno caratteristiche diverse. Sono forti entrambi, nessuno è in vantaggio. Vedremo domani”.

LECCE.E’ sicuramente una squadra molto forte. Sarà una delle protagoniste di questo campionato. Siamo all’inizio, guardo la squadra. Sia singolarmente che di collettivo è molto forte. Dobbiamo stare attenti. Da calciatore ho giocato a Lecce, ho un ricordo bellissimo, al di là della retrocessione. Purtroppo andò male”.

AMICHEVOLE DI NAPOLI. “Non bisogna esaltarci per quanto successo al Maradona, alla fine era un’amichevole nel corso della quale entrambe abbiamo fatto giocare elementi che hanno trovato poco spazio. E’ stata una bella serata, ma non dobbiamo pensarci più. I ragazzi sanno che per diventare più forti serve lavorare tanto. Abbiamo dei margini notevoli, le vittorie e le prestazioni ti aiutano a far crescere la consapevolezza di essere bravi”.

ACAMPORA. “Sta crescendo dal punto di vista fisico. Gli mancava il ritmo della gara, si sta mettendo alla pari degli altri. Può giocare dall’inizio. Saranno valutazioni che farò in base all’avversario. La squadra può giocare a due o a tre sia con Acampora che senza di lui”.

LOTTA PROMOZIONE.E’ troppo presto fare delle valutazioni. Ci sono delle squadre che sono partite con l’intento di vincere il campionato, ma al momento non c’è una favorita perché i valori non possono venire fuori dopo tre giornate”.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Credo che il calcio sia un viaggio senza tempo dove le bandiere i miti che personificano una squadra rimarranno nella memoria degli anziani che un..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ricordi bellissimi grandissimo campione maradona lo voleva al napoli insieme a lui ma avevano tanti giocatori in quel ruolo perciò immaginate un..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Un mito per questi colori, sarebbe bello che attorno al via del mare si costituisse un percorso delle stelle per dare un tributo a tutti queste grande..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Ole olè"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da News