Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Le pagelle di Calciolecce

Le pagelle di Spezia-Lecce: Blin leone, Umtiti-Baschi insuperabili. Strefezza trova un super Dragowski

Spezia-Lecce, le pagelle: l’italo-brasiliano il migliore di un attacco stavolta inceppato. Falcone c’è, per Gallo qualche pasticcio

LECCE:

Falcone 6,5 – Torna in cattedra rispondendo presente nell’unico tiro in porta dello Spezia, quando è attento e ben piazzato su Nzola. La vera prodezza arriva su Gyasi, che era però in fuorigioco, mentre con i piedi è sicuro e con quella pioggia non era facile. Secondo clean sheet stagionale meritato

Gendrey 6 – Su quella corsia soffre un po’ e concede quel paio di cross che avrebbe potuto evitare. Poco presente in fase offensiva nonostante la grande corsa a supporto delle azioni offensive che si susseguono soprattutto nella prima ora di gioco. Nel complesso alterna qualche anticipi e palloni sprecati con la cosa migliore nel cross per Banda nel finale

Baschirotto 7 – Gioca forte e sporco, andando a nozze con il contesto stile campo inglese di periferia nonché con il tasso agonistico della disputa. A Nzola lascia una ripartenza in cui dà comunque fastidio. Poi, con le buone o con le cattive, da lì non si è passato e Falcone è rimasto inoperoso

Umtiti 7 – Anticipato in extremis da Blin che gli toglie la seconda palma di migliore del Lecce di fila. Lavora duro per tornare grande ed i risultati si vedono, tanto che riesce a dare continuità alla gran prova contro la Lazio e portare solidità e sicurezza alla difesa. Agli avversari le briciole di un solo duello aereo vinto

Gallo 5,5 – Più pasticcione del solito, nelle prime tre azioni è sempre superato da Holm che per poco non manda in gol i compagni. Si riprende con autorevolezza e fino a fine gara rischia solo in un pallone giocato un po’ troppo vicino alla porta di Falcone. Avrebbe potuto giocarsi meglio un paio di opportunità in zona gol, crossando in modo non eccellente

Gonzalez 6,5 – Torna sul centro-destra ma la differenza non si vede. E’ il solito vivace e generoso spagnolo che avrebbe meritato di più in un primo tempo sontuoso che lo vede fermato solo dall’incrocio e da Dragowski. Meno bene nella ripresa, dove si vede poco calando sul piano fisico e subendo un po’ l’altrui crescita

Blin 7 – Hjulmand c’è ma non si vede perché ha le spalle copertissime da un francese in stato di grazia. Centralmente lo Spezia non esiste trovando sempre e comunque strada sbarrata e chiusure puntuali. Riesce anche a far ripartire l’azione in modo rapido eppure semplice, tanto che alla sua partita manca solo quel gol che non trova per pochi centimetri, fermato dalla traversa

Maleh 6 – Impatto tutto dinamismo ed alto tasso agonistico che aiuta la mediana a schiacciare inizialmente lo Spezia. Pressing costante e buoni movimenti utili a creare spesso parità numerica nei contropiede non sfruttati, uno anche per una sua errata lettura. Prova a ripetersi nella ripresa anche se soffre un po’ e vanifica una buona occasione

Strefezza 6,5 – Prova da stantuffo che si fa trovare ovunque ed a cui manca solo il guizzo decisivo. Che sfiora due volte e sempre dal limite, chiamando Dragowski ad altrettante super parate. Bravo anche nelle battute dei corner, peccato solo la mancanza di intesa con Colombo

Colombo 5,5 – Stavolta il promettente 2002 non riesce a brillare a differenza di quanto fatto nelle precedenti quattro uscite. Stretto nel trio difensivo spezzino, appesantito dalla pioggia e non servito a dovere dai compagni può fare poco altro. L’unica vera palla giocabile la scaraventa centralmente da fuori, poi avrebbe dovuto gestire meglio i pochi palloni capitati in zona

Di Francesco 6 – Non versione uragano come con la Lazio e nemmeno tempesta. La poca capacità di incidere in zona gol è però bilanciata dalla tanta corsa e dai grattacapi creati alla retroguardia ligure. Soprattutto nel primo tempo, dove va anche alla conclusione respinta, ma anche nella ripresa quando crea un’ottima palla gol per Maleh

Banda 6 – Entra bene in campo facendo subito venire i brividi ad Holm ed ai tifosi dello Spezia, ed è anche l’ultimo a provarci addirittura con la testa. Peccato per la mancanza di precisione in diverse combinazioni che, gestendo meglio, avrebbero portato a situazioni molto interessanti

Bistrovic 6,5 – Il Lecce fatica a palleggiare a metà ripresa e Baroni sceglie di inserire il croato in cabine di regia. I risultati sono positivi e non solo: l’ex CSKA Mosca mette una gran punizione in mezzo solo da deviare in gol e uno lo sfiora con un destro al volo provvidenzialmente respinto dalla difesa

Oudin 6 – Pochi palloni giocati comunque con precisione

Ceesay 6 – Cerca di creare scompiglio nella retroguardia avversaria riuscendoci in parte

All. Baroni 6,5 – Per quanto prodotto su un rettangolo verde decisamente appesantito il Lecce avrebbe senza dubbio meritato di vincere. I legni e Dragowski hanno negato ai giallorossi un successo che ci stava, anche perché Falcone ha rischiato poco o nulla dopo l’ennesima super prova di solidità della squadra. Per essere ancor più brillanti (ma nel primo tempo difficile fare di più) si dovrà attendere tempi (atmosferici) migliori

QUI le pagelle dello Spezia.

26 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

26 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Sondaggio sul mercato invernale: due terzi dei lettori promuovono Corvino e Trinchera

Ultimo commento: "RAGAZZI TRA TUTTI I COMMENTI NEGATIVI C'E' SEMPRE LA STESSA PERSONA, CHE PURTROPPO E' OSSESSIONATO DAl SALENTO IN TERMINI DI INVIDIA,PASSA LE GIORNATE..."

Gol dell’anno 2022, vince il siluro di Colombo che ha fatto tremare il Maradona (VIDEO)

Ultimo commento: "Giusto non abbassare la guardia, i conti si faranno alla fine, complimenti fin'ora più che meritati ma guai a scendere in campo convinti che..."
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da Le pagelle di Calciolecce