Calcio Lecce
Sito appartenente al Network

QdP – Lecce, mal d’attacco e Strefezza medita l’addio

Il punto sulla situazione del capitano

L’attacco realizza poco, troppo poco. Il Nuovo Quotidiano di Puglia dà i numeri dell’attacco del Lecce, con un grafico che spiega da quanti minuti ogni calciatore non segna. Strefezza è quello con più presenze ma anche con meno gol (solo uno, contro la Salernitana). E medita l’addio, visto il poco spazio.

“Ma se oggi non trova spazio neanche quando Banda non c’è, e gli viene preferito un Pierotti ancora in rodaggio, un motivo ci sarà. Per il calciatore sudamericano si sono riaccese le sirene del mercato. Si vociferava nuovamente un ritorno di fiamma del Torino. Ma la tela più robusta il suo procuratore l’ha creata con il Como, squadra di B che ambisce alla promozione e ha individuato in Strefezza un rinforzo eccellente per dare più sostanza alle proprie ambizioni. Se il procuratore di Strefezza si è mosso vuol dire che dal calciatore è arrivato l’ok. Dal club giallorosso hanno ribadito che non è giunta nessuna offerta ufficiale. Che, s’intende, deve soddisfare la richiesta della società leccese”.

Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
qwerty977
qwerty977
1 mese fa

Da uomo decisivo per promozione e salvezza a uomo che fa panchina a Oudin, meglio di lui anche pierotti appena arrivato. D’aversa se rompi lo spogliatoio non ci salviamo, senza gruppo il Lecce non può colmare il gap con le più forti, o con quelle che mettono a disposizione un budget maggiore (anche se guadagnano meno). Inoltre, lo dico x i ciucci ancorché pagati della società, non è certamente Strefezza colui che deve buttarla dentro, il finalizzatore di una squadra. Ma come per Coda, e prima di lui tanti altri capitani e giocatori, quando Corvino decide che uno deve partire non c’è nulla da fare. Ma nemmeno continuare ad alimentare la propaganda che è sempre a causa loro. Ed è forse per questo motivo che Corvino è un top a costruire da zero, probabilmente il migliore, ma difetta quando deve rinforzare. Lo dice la sua carriera, ad un certo punto pasticcia con procuratori giocatori esperti e uomini spogliatoio ecc.. E quest’anno ha avuto un budget da 20 ml.. anche se a ben guardare gli acquisti più onerosi della scorsa stagione Samek e Maleh (7,5 mln in 2), ovvero quanto è stato speso x allestire primavera e prima squadra, non furono questa grande intuizione. Detto ciò, c’è tempo per rimediare, ma a patto che lo spogliatoio resti unito e disposto a lottare su ogni cm e ogni pallone. Forza Lecce.

Ruggero
Ruggero
1 mese fa

Che schifo stanno rovinando una squadra Strefezza nn deve andare via, Pierotti sembra un pesce fior d’acqua…. Sempre Strefezza Strefezza

JoeOne
JoeOne
1 mese fa

D’Aversa sei vergognoso! Anteporre gli interessi personali prima di quelli della società è vergognoso!

alexxx
alexxx
1 mese fa

Se non segna…

Core presciatu UL🇪🇦
Core presciatu UL🇪🇦
1 mese fa

Non è Strefezza che metida l’addio è l’allenatore che non lo fa giocare e quindi è logico no?

Articoli correlati

La gara contro il Frosinone rappresenta un ritorno al passato per Guido Angelozzi, ds dei...
Nella giornata in cui sono in programma ben quattro scontri diretti le due ex sorprese...
Il fischietto di Torre Annunziata ritrova i giallorossi dopo l’ultima partita arbitrata proprio contro i...

Dal Network

Queste le parole del numero uno del Napoli, raccolte da Gazzetta.it, sul momento economico finanziario...
In occasione della sconfitta contro la Juventus, gara che ha accentuato la crisi dei ciociari,...
Calcio Lecce