Resta in contatto

News

Il bello dei debuttanti: chi si giocherà la Serie A?

Della rosa che ha conquistato la promozione lo scorso 11 maggio, solo Tachtsidis, Lucioni e Venuti hanno vissuto da protagonisti la A. Esaminiamo lo stato di tutti gli altri componenti.

Le emozioni del salto in Serie A fanno ormai parte del passato. In casa Lecce è già tempo di programmazione e, senza dubbio, nella stanza dei bottoni si sta già pensando alla lista delle conferme per il massimo campionato, che tornerà nel Salento dopo sette anni. Mauro Meluso lavorerà senza dubbio intensamente per la campagna di rafforzamento della squadra, che comunque potrebbe poggiare su una base costituita dalle conferme.

L’affiatamento tra Liverani e i suoi ragazzi è una delle armi più importanti che il Lecce ha sfoderato nella stagione appena passata. Al netto di stravolgimenti e destini che prenderanno strade diverse in estate, il Lecce 2019/’20 avrà un’ossatura di conferme. In parte, si tratterà (o si potrebbe trattare) di debuttanti nel massimo campionato. Con la maglia giallorossa, quindi, qualcuno vivrà il primo campionato di Serie A della propria carriera.

Nella trattazione della rosa, si privilegerà la sostanza sull’aspetto statistico. Ci spieghiamo. Ci sono eroi della promozione che sì hanno calcato la Serie A, ma marginalmente con poche presenze all’attivo, non vivendo sostanzialmente il torneo da attori più o meno protagonisti.

PORTA. Abbiamo già discusso dell’eventuale conferma di Mauro Vigorito, alla seconda promozione in due stagioni dopo la vittoria dei play-off con il Frosinone undici mesi fa. Il portiere di Macomer ha assaggiato la Serie A con il Cagliari (2 presenze) ed è tra i più accreditati a staccare il pass per la conferma.

Durante il ritiro si capirà se si punterà su di lui come numero 1, come dodicesimo o se si opterà per un affiancamento con un altro portiere di categoria. Deb assoluto nella rosa dei portieri sarebbe Marco Bleve (nella foto). Lontano dal Via del Mare potrebbe essere il destino del giovane Joakim Milli: l’italo-canadese potrebbe scegliere una piazza di Serie C per giocarsi delle chance.

DIFESA. Il reparto che contiene più “esperti”. Lorenzo Venuti e Fabio Lucioni hanno già nel curriculum la Serie A vissuta a Benevento, anche se per lo “Zio” è stato un campionato falcidiato dalla squalifica per doping. Si è impegnato in A anche Riccardo Fiamozzi, per sei mesi cursore destro del Genoa. Biagio Meccariello è in pole per un posto tra i difensori: nelle valutazioni del d.s., che puntellerà sicuramente il pacchetto arretrato, potrebbe pesare il rendimento in ascesa nella seconda metà di stagione.

Marco Calderoni è un candidato forte alla corsia sinistra. Una presenza con il Palermo nel 2010 non può assolutamente essere paragonata con la titolarità che potrebbe essere conquistata dopo una stagione da stakanovista. La sua assenza nel finale si è avvertita, come anche i margini di miglioramento necessari per ben figurare nel grande calcio. Meno alte le quotazioni di Antonio Marino e Davide Riccardi, anche se il secondo accetterebbe un ruolo da comprimario per provare a recuperare la condizione. Ai titoli di coda, infine, la storia tra Francesco Cosenza e il Lecce. Stesso discorso per Cesare Bovo, falcidiato da guai fisici.

CENTROCAMPO. Marco Mancosu è l’uomo copertina del doppio salto del Lecce. Il numero 8 ha cambiato i destini dei giallorossi in C e si è laureato bomber tra i centrocampisti giallorossi grazie a 13 gol e 6 assist in quasi 3000’ di gioco. La presentazione alle porte del primo campionato di A è forte. Jacopo Petriccione (a sinistra) segue a ruota. Il mediano è esploso grazie al gioco di Liverani, prima regista poi interno a fare la guardia di Tachtsidis. Il destino è cambiato quest’anno: il Lecce molto probabilmente metterà molte fiche sul suo numero.

Corre verso il rinnovo con vista serie A anche Andrea Tabanelli. Come per Meccariello, la seconda fetta di Serie B ha visto l’ascesa. Lo zenit rappresentato dal gol-vittoria contro il Brescia rappresenta per lui una categoria riconquistata, viste le sole 3 presenze toccate a Cagliari.

Il poker dei papabili debuttanti confermati si potrebbe chiudere con Zan Majer. Lo sloveno ha dimostrato la sua dimensione europea dopo il tesseramento con il Lecce; il suo dinamismo potrebbe risultare molto utile sui campi della Serie A. L’intenzione dell’ex Rostov sembra essere quella. Sarebbero debuttanti anche Andrea Arrigoni e Thom Haye: tra i due, la conferma del secondo sarebbe più probabile.

Un discorso a parte merita Manuel Scavone. Il 31enne, al pari di Vigorito, ha festeggiato la seconda promozione dopo Parma nel 2018. Il brutto infortunio occorsogli durante Lecce-Ascoli lo ha allontanato dai radar, ma la quantità espressa nelle 19 presenze farebbe di lui un utile elemento box to box nelle rotazioni del Lecce.

ATTACCO. Sarà il deb Andrea La Mantia (a sinistra) uno dei bomber del nuovo Lecce? Interrogativo importante che riscalderà l’estate giallorossa. Il laziale, con Liverani, ha festeggiato il record di reti, 17, ma anche gli 8 assist denotano l’importanza tattica e lo spirito di sacrificio. Segnare in Serie A è un’altra cosa, ma sui social molti tifosi si augurerebbero un La Mantia terza punta o primo cambio dietro un elemento esperto.

Filippo Falco è ai confini dell’essere debuttante: 9 presenze e una mezza bocciatura a Bologna avranno certamente insegnato qualcosa che potrebbe essere utile nella prossima esperienza. Dell’elenco fa parte Simone Palombi, autore di piccoli spezzoni in A e Europa League con la Lazio, che ne segue le sorti per il prossimo calciomercato.

È infine paradossale il caso di Marco Tumminello, già impiegato con una certa continuità in A con il Crotone ma reduce da sei mesi incolori agli ordini di Fabio Liverani. Sarebbe debuttante anche Andrea Saraniti, altro uomo della scalata C-A, presumibilmente destinato a un campionato di cadetteria o terzo livello.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Michele Lorusso

Ultimo commento: "[…] Leggi qui la storia di Michele Lorusso […]"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Mazzone a Lecce ha fatto grandi cose lasciando un segno profondo. E' stato un grandissimo allenatore, spesso sottovalutato, che avrebbe certamente..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Mirko Vucinic un Attaccante talentuoso e produttivo...sempre nel cuore!❤?"

Cristiano Lucarelli

Ultimo commento: "Uno di Noi"

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Un Mito...come anche un sogno avere e ritrovare un altro barbas ca mina le bombe."
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News