Resta in contatto

News

Mancosu l’unica costante dal Fanuzzi a San Siro

Rispetto alla passata stagione i giallorossi hanno subito un forte rinnovamento, come era già accaduto dal passaggio dalla C alla B, tanti acquisti che hanno completamente stravolto l’11 che è riuscito nell’impresa del doppio salto.

Contro la Salernitana in campo però non potrebbero esserci numerose sorprese, visto che Lo Faso, Benzar, Shakov insieme a Mancosu e Fiamozzi rientrano tra l’elenco di coloro che ad oggi si stanno allenando a parte rispetto al resto del gruppo.

IL PASSATO. Facendo un passo indietro, il giallorossi si sono congedati dalla serie cadetta, nella gara contro lo Spezia, con Vigorito tra i pali, Venuti, Lucioni, Meccariello, Calderoni in difesa; Majer, Tachtsidis, Petriccione a centrocampo, Mancosu dietro le due punte che erano Falco e La Mantia, una formazione che in tanti ricordano praticamente a memoria ma che a San Siro sicuramente verrà pesantemente stravolta.

NOVITA’. Contro l’Inter di Antonio Conte la prima novità dovrebbe essere in porta con Gabriel che proverà a difendere i pali della porta del Lecce dalla potenza di Lukaku, in difesa ad oggi gli unici due certi di una maglia da titolare alla Scala del calcio, sono Lucioni e Calderoni, mentre a sinistra ci sarà il ritorno di Rispoli mentre in mezzo ci dovrebbe essere l’esordio di Rossettini.

TUTTO COME PRIMA. Il centrocampo con tutta probabilità è il reparto che meno verrà toccato dal mercato, pensare di rivedere in campo i tre che sono scesi in campo contro lo Spezia non è assolutamente follia, l’unico che sembra in dubbio è Majer che potrebbe giocarsi la maglia con Shakhov, a patto che recuperi dai suoi problemi fisici.

ATTACCO. Il tecnico giallorosso spera di riavere al 100% Mancosu subito dopo la partita contro la Salernitana, se il capitano dovesse scendere in campo contro l’Inter sarebbe l’unico giocatore che c’era in campo due anni prima al “Fanuzzi” di Brindisi contro la Virtus Francavilla e che potrebbe esserci al Meazza contro l’Inter, se lo meriterebbe per tutto quello che ha fatto in questi due anni. In avanti sono ci sono in quattro giocatori per due maglie, da una parte c’è l’usato sicuro con Falco e La Mantia ai quali si aggiungono Farias e Lapadula, su questa decisione inciderà molto però lo stato di forma e quelle che saranno anche le scelte della formazione avversaria.

1 Commento

1
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Antonio De Pandis Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Antonio De Pandis
Ospite
Antonio De Pandis

Io vedo una difesa deboli specie al centro, un forte centrale e di esperienza cercasi.
Oltre al top in attacco

Advertisement

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Il ricordo di mister Carletto mi rimanda indietro nel tempo,sino agli spareggi di Pescara e San Benedetto, avevo appena compiuto 18 anni. Mai più..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Un Mito...come anche un sogno avere e ritrovare un altro barbas ca mina le bombe."

Cristiano Lucarelli

Ultimo commento: "[…] La doppia soddisfazione con le big inaugurò la stagione 1999/00. Pareggio al Via del Mare con il Milan alla prima e, alla quarta, il 2-0..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Tecnicamente il più forte centravanti che ha indossato la nostra maglia 💛❤️"

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per me era l'esordio al via del mare (indimenticabile), tribuna ovest (nostalgia), avevo 6 anni. Lecce-Trapani 0 a 0. Mio padre, affianco a me dice:"..."
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News