Resta in contatto

News

Pessina: “A Lecce mi sono trovato bene: non ho esultato per rispetto”

“La non esultanza? Non vedo nulla di strano: in giallorosso la mia prima esperienza lontano da casa”, ha affermato il calciatore scaligero.

Un gol pesante quello di Matteo Pessina: una rete che ha dato i tre punti all’Hellas Verona ma che ha messo doppiamente in evidenza l’ex prodotto del vivaio del Milan.

E sì perché Pessina dopo aver segnato non ha esultato, in segno di rispetto per quella che è stata, anche se per poco tempo, la sua ex squadra. E il popolo giallorosso ha apprezzato il gesto sportivo.

E ieri in conferenza lo stesso giocatore scaligero ha spiegato i motivi della non esultanza: “Non ho esultato e non vedo nulla di strano. A Lecce mi sono trovato bene ed è stata la mia prima esperienza lontano da casa, è stata una forma di rispetto. Ora però sono pronto ad esultare doppiamente, magari per un bel gol Bentegodi”.

12 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
12 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Daniel
Daniel
1 anno fa

Prima la dignita e poi laprofessione esemplare
alcune persone nn sanno dell esistenza di questi valori

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grande ti sei comportato da vero Uomo

Fabio Manni
1 anno fa

Conte ha solo da imparare da un ragazzo come Pessina. Anzi.. Non potrà mai imparare perché signori si nasce.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ed era pure bravo. Altra vittima di quel fenomeno di Braglia. Anche la sua carriera poteva uscirne stroncata come quella di tanti altri che hanno incontrato il tecnico. Fortunatamente poi però ha incontrato Gasperini.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

La riconoscenza non è da tutti, bravo ragazzo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Arrodino d’una volta.

RosarioBiondonelcuore
RosarioBiondonelcuore
1 anno fa

Solo Lerda nn ha mai avuto considerazione sulle doti tecniche tattiche di questo ragazzo che poco dopo l’esperienza a LECCE si è consacrato prima in B ( nn ricordo in questo momento in quale squadra),e poi addirittura in A con l’Atalanta confermando la mia teoria che alcuni giocatori per caratteristiche devono crescere dalla B e non nei campi di patate della lega pro. In più mettici pure il fatto che il ragazzo si distingue per signorilità e maturità intellettuale. Vedo un futuro molto roseo per questo ragazzo. In bocca al lupo per la tua carriera professionale. Invece auguro un immediato… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Sei un esempio altro che conte

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Uguale a Conte a no scusate allu lurdu de Conte,complimenti a questo ragazzo ?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Signori si nasce

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Conte prendi esempio….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

?

Advertisement

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Prima di scrivere di sor Carletto dovevate sentire lui e stato citato tutto ma le sue vere origini. Fu scoperto da Costantino Rozzi e le vere gesta la..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Il talento più puro che abbia indossato la maglia giallorossa..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "I mercenari non devono aver voce in capitolo.... quelli passano....i miti invece restano immortali"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Grandissimo Kecco anche come allenatore...non ha la fortuna di altri... però è vero anche che in quella circostanza lo ricordo benissimo il..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "'Grande Beto"
Advertisement

Altro da News