Resta in contatto

News

QdP – Brio: “ll Lecce paga i troppi errori in difesa e a centrocampo”

sergio brio

“Una squadra che si deve salvare non può giocare senza intensità, senza aggressività come sta accadendo nelle ultime gare”, ha affermato l’ex calciatore giallorosso.

Sergio Brio, ex calciatore giallorosso, parla del Lecce a Il Quotidiano di Puglia.

LECCE-UDINESE.Una squadra che si deve salvare non può giocare senza intensità, senza aggressività come sta accadendo nelle ultime gare. L’Udinese non ha giocato una grande partita, ma grazie alla sua fisicità ha compiuto un grande passo in avanti, in un giorno nel quale il Lecce avrebbe potuto agganciare i friulani. La situazione laggiù in fondo rischia di farsi più difficile nel girone di ritorno. Io sono convinto che Genoa e Sampdoria non retrocederanno, per tradizione, per esperienza”.

PROBLEMA DIFESA.Il Lecce ha segnato 22 gol che non sono davvero pochi, ma i 36 subiti, nonostante Gabriel sia sempre il migliore in campo, fanno riflettere. In una squadra i primi difensori devono essere gli attaccanti. Il Lecce paga i troppi errori del centrocampo, le marcature allentate in difesa. C’è un problema di miglioramento del collettivo, legato magari alla ridotta esperienza della serie A da parte di molti giocatori, che sembra abbiano esaurito la carica aggressiva della prima parte del campionato”.

MERCATO DI GENNAIO.La società ha già scelto opportunamente come muoversi: difesa e centrocampo da migliorare, anche sul piano numerico, garantendo a Liverani la possibilità magari di cambiare gioco in corso della gara. Perché quando ti devi salvare bisogna adattare a volte il gioco alla contingenza. In attacco Lapadula, che si era ritrovato, ha pagato l’ingenuità contro il Cagliari, fra squalifiche ed infortuni è venuto meno in questa fase, nella quale si è rivisto Babacar. Un attaccante deve garantire almeno 7-8 gol. Se dovesse andar via La Mantia andrebbe sostituito un adeguatamente”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Boniek purtroppo era invidioso di lui, perché non arrivava al suo livello. Come faceva a dirigerlo?"

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da News