Resta in contatto

News

Paz: “Credo nella salvezza. Stop forzato? Mi alleno da casa due volte al giorno con il programma che mi è stato inviato”

Dalle colonne del quotidiano sportivo nazionale argentino Olè, il difensore racconta la nuova quotidianità con cui ha imparato a convivere ai tempi dell’emergenza sanitaria.

STOP FORZATO.Qui hanno scherzato con il virus e dopo si è cominciato ad avere paura. Vivo in un appartamento di una zona centrale della città e non vedo nessuno in giro, la gente non esce. Sono aperti supermercati e farmacie: solo qui ci sono code per entrare. Non ci alleniamo da due settimane e ora nessuno ci scherza più sopra. Passati i giorni, dopo che si sono cominciati a contare i morti, la gente ha iniziato a rendersi conto, specie da quando il Governo ha imposto di restare tutti a casa”.

GIORNI DIVERSI.Parlo con la famiglia, con gli amici, guardo serie tv: le misure poi sono state prese molto rapidamente. Leggo le notizie, osservo i social e vedo anche che ci sono ancora quelli che continuano a vivere la loro vita normalmente. Non mi so spiegare cosa passi nella testa di molti, mi auguro che possano cambiare, che assumano coscienza della gravità di quello che succede”.

RESTARE A CASA. “L’unica soluzione è restare chiusi ciascuno a casa propria. Per quello che è possibile fare in un appartamento, mi alleno da casa due volte al giorno con il programma che mi è stato inviato”.

NESSUN SINTOMO.Nessuno della squadra li ha ravvisati. Siamo in contatto quotidiano con lo staff medico: ci chiedono ogni giorno di misurare la temperatura e di inviargli i dati”.

PASSAGGIO A LECCE.A gennaio, è stato il direttore sportivo a chiamarmi per dirmi di venire a dare il mio contributo nella corsa salvezza. Dopo tre vittorie consecutive, prima dello stop abbiamo impattato in due sconfitte sonore, contro Roma e Atalanta che hanno fatto riprecipitare nella zona caldissima della classifica. Ma io ci credo”.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Il goal di testa alla Juventus che, insieme a quello di Pasculli, ci fece vincere per 2-0 in casa contro la Vecchia Signora! Stagione '88/'89."

Pedro Pablo Pasculli

Ultimo commento: "Aveva cuore e passione per la maglia giallorossa e la gente lo ha ricambiato con affetto e calore grande Pedro Pablo"

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Talento purissimo grandissima tecnica a volte mancava di continuita'ma era un grandissimo calciatore in grado come si suol dire di spaccare le partite"

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Beto e'stato sicuramente il calciatore di maggior classe che abbia mai avuto il Lecce e credo uno come lui farebbe ancora comodo al nostro Lecce."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Carletto mazzone grandissimo personaggio nella storia del Lecce."
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News