Resta in contatto

News

GdM – Rico Semeraro: “Il ritorno di Corvino? Porterà in dote l’enorme esperienza maturata in tanti anni di calcio”

L’ex presidente giallorosso ha parlato a La Gazzetta del Mezzogiorno (intervista di Antonio Calò) del probabile ritorno di Pantaleo Corvino come direttore tecnico del Lecce.

CORVINO, TANTA ESPERIENZA.Sottolineato che a mio parere Meluso ha fatto molto bene, se l’operazione si concretizzerà, Corvino porterà in dote l’enorme esperienza maturata in tanti anni vissuti ai massimi livelli nel mondo del calcio che conta, anche in Champions League. Parliamo di un direttore sportivo vecchio stampo, che vanta una fitta rete di relazioni e di osservatori, che conosce i meccanismi del mercato come pochi e che ha dimostrato grandissima abilità nell’individuare futuri talenti. Non a caso, quando ha lavorato con il Lecce ai tempi in cui la società era gestita dalla mia famiglia, abbiamo conquistato prestigiosi trionfi anche in ambito giovanile e sono emersi talenti del calibro di Vucinic, Ledesma, Bojinov, Konan e Pellè, ma anche tanti bravi giocatori”.

OTTIMI RISULTATI CON CORVINO. «I risultati non sono mai il frutto dell’abilità di un singolo, ma del perfetto funzionamento e dell’affiatamento di tutte le componenti. Inoltre, contano gli investimenti, dai quali non si può prescindere, ma che non garantiscono mai, da soli, il raggiungimento di un traguardo. Per una squadra provinciale, per di più del sud, come il Lecce, la permanenza in A è sempre tutta da conquistare, con enormi sacrifici e tanto sudore».

QUESTIONE DI CUORE. «Per lui, tornare in seno al club giallorosso sarebbe innanzitutto una questione di cuore. Dopo avere fatto bene in altri contesti, come a Firenze ed a Bologna, gli piacerebbe contribuire a costruire qualcosa di importante nella propria terra, dove già si è fatto apprezzare in passato. Sono certo che ne andrebbe orgoglioso. D’altro canto, ha un rapporto di stima con il presidente Sticchi Damiani e sono convinto che agirebbe in grande sintonia con lui, come ha sempre fatto con me».

RICORDI. «Corvino è diventato direttore sportivo del Lecce in una stagione per certi versi simile a quella che sta per essere programmata. Proprio com’è accaduto quest’anno, eravamo retrocessi in B dopo la doppia promozione dalla C alla A. All’epoca il presidente era Moroni ed io ero il vice presidente. Ebbene, abbiamo centrato subito il salto in massima serie ed in seguito abbiamo ottenuto due salvezze di fila, per poi retrocedere nel 2001/2002, con una formazione che personalmente considero tra le più forti di sempre. Nel 2002/2003, ho assunto la carica di presidente, tra i cadetti, ed abbiamo conquistato immediatamente la promozione, per poi regalarci due permanenze di fila in A. E’ stato un ciclo estremamente positivo, ricco di soddisfazioni».

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Hai perfettamente ragione"

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Vucinic una "punta di diamante" la definizione corretta ."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Classico di chi non sa argomentare, girarla sul piano personale. Il tuo? Solo pregiudizio e necessità di sentirsi duro e puro senza averne fisiologia..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ottima scelta quella di ingaggiare quelli tra loro che possono ancora lavorare per il Lecce, anche se piu di lavoro dovremmo chiamarla passione"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."
Advertisement

Altro da News