Calcio Lecce
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

GdM – Stellone: “Sarà una stagione anomala. La ricetta giusta? Organico ampio e sintonia staff-giocatori”

L’ex calciatore del Lecce parla a La Gazzetta del Mezzogiorno (intervista di Antonio Calò) del nuovo corso giallorosso e della stagione anomala che attende il calcio italiano.

LECCE PROTAGONISTA IN B. «Dopo essere retrocesso dalla A, ma al termine di una stagione nella quale si è comportato bene, avendo ingaggiato un direttore sportivo del calibro di Corvino ed un allenatore come Corini, che la B l’ha vinta di recente, il Lecce proverà senz’altro a risalire subito in massima serie e sarà protagonista tra i cadetti. Questo non significa che centrare il traguardo sarà semplice, in quanto una promozione si conquista quando tutto gira per il verso giusto ed ogni tassello è funzionale al progetto. Penso che il club salentino confermerà lo zoccolo duro del gruppo della passata stagione ed avrà quindi una buona base di partenza sulla quale costruire la formazione 2020/2021».

RISULTATI E GIOVANI? «Con il giusto mix senz’altro. Del resto, i colpi sin qui messi a segno vanno in questa direzione. L’attaccante Coda è un atleta di spicco della B ed è navigato, mentre il centrocampista polacco Listkowski ha 22 anni e punta a mettersi in evidenza. Corvino opererà in questa duplice ottica sino alla conclusione del mercato. D’altro canto, i calciatori che il Lecce ha in rosa sono quasi tutti molto esperti».

LEI HA VINTO LA B CON IL FROSINONE. «Il team ciociaro veniva dalla C e non era tra i favoriti. Strada facendo ci siamo resi conto di potere ambire al salto ed alla lunga abbiamo tagliato il traguardo, a sorpresa, senza subire le pressioni che gravano su chi costruisce una squadra con l’obiettivo della promozione. Il Frosinone era come il Lecce 2018/2019. Per approdare in A serve un organico ampio, omogeneo e di qualità, costanza di rendimento ed equilibrio tattico, oltre ad una grande sintonia tra proprietà, responsabile dell’area tecnica, allenatore, calciatori e tifosi. La coesione è importante quanto la caratura della rosa».

STAGIONE ANOMALA? «Senza alcun dubbio. I tornei 2019/2020 sono terminati da poco e presto si tornerà in campo. Non c’è stato lo stop abituale. I campionati inizieranno tardi rispetto agli altri anni e proporranno più turni infrasettimanali del solito. Tutto ciò renderà ancora più importante disporre di un organico con valide alternative».

CHI LOTTERA’ PER LA A? «Il mercato è appena iniziato ed i roster non possono essere quindi valutati. Lecce, Brescia e Spal, le tre retrocesse, tenteranno di risalire in A. Compagini quali Frosinone ed Empoli, che puntavano in alto nell’annata scorsa, allestiranno team competitivi. Le neopromosse Monza e Reggina ambiscono al doppio salto ed hanno già piazzato importanti colpi di mercato. Inoltre, va messa in conto la solita sorpresa. Insomma, il gruppo delle formazioni bene attrezzate si preannuncia numeroso, il che renderà la serie cadetta estremamente incerta e livellata verso l’alto».

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il difensore centrale del Lecce Federico Baschirotto è stato ospite di Ora Lecce su Antenna Sud...
Il collega Andrea Campioni ha raccontato nel dettaglio la situazione in casa gialloazzurra nella nostra...
L’allenatore del Lecce vorrà controbilanciare lo score negativo nelle partite contro la formazione ciociara...

Dal Network

Il patron della Lazio e senatore di Forza Italia vuole cambiare il ruolo decisione della...
Queste le parole del numero uno del Napoli, raccolte da Gazzetta.it, sul momento economico finanziario...
Calcio Lecce