Resta in contatto

Rubriche

Penna in trasferta – Bertolotto (Messaggero Veneto): “Pordenone club dalle idee chiare. Il Lecce ha quasi tutto per la A”

Il collega Alberto Bertolotto ci ha raccontato nel dettaglio la situazione in casa neroverde nella nostra rubrica dedicata al punto di vista avversario.

In che condizione, fisica, di mercato e di idee, si presenta il Pordenone ai nastri di partenza della nuova Serie B?

“Il club neroverde ha dimostrato di avere le idee chiare, cercando di costruire una rosa con le idee ben precise del tipo di gioco sviluppato dal proprio allenatore. Le ambizioni ci sono, e con esse l’obiettivo di ripetere quanto di buono fatto un anno fa, con la consapevolezza che non sarà facile e che gli anni successivi a quello d’esordio sono i più difficili. Anche per questo è stata messa mano al portafoglio per un acquisto come Diaw in attacco, mentre manca qualcosa soprattutto tra i pali, dove Bindi è un buon dodicesimo e non un titolare, come ora è costretto a fare. Per un buon approccio al campionato sarà fondamentale la condizione fisica. Tesser punta infatti moltissimo sull’intensità, da cui dipenderà anche l’esito del match di sabato”.

Che campionato ti aspetti, dal Lecce in particolare?

“Ci sono sicuramente delle favorite, ma anche quest’anno la Serie B si presenta ai nastri di partenza come incerta e livellata. Il Lecce è, assieme a Monza e SPAL, la squadra che più può ambire alla promozione diretta. Credo però che i giallorossi debbano puntellare la rosa soprattutto nelle alternative, perché la serie cadetta è lunga e soprattutto quest’anno presenta tantissimi impegni ravvicinati”.

Come dovrebbero scendere in campo i Ramarri sabato?

“Bindi andrà in porta, poi difesa a quattro con Vogliacco, Camporese, Barison e Falasco. In mezzo al campo dovrebbero agire Mannino, Calò e Gavazzi, Mallamo sulla trequarti dietro Diaw-Ciurria. Non verrà invece convocato l’infortunato alla spalla Misuraca”.

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Lorusso è il giocatore simbolo di tutta la storia calcistica del lecce. È stato un grande è stato tra i primi giocatori ad essere molto altruista..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Sei stato un grande. E che dire di quelle punizioni di collo esterno. Magiche"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Prima di scrivere di sor Carletto dovevate sentire lui e stato citato tutto ma le sue vere origini. Fu scoperto da Costantino Rozzi e le vere gesta la..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Il talento più puro che abbia indossato la maglia giallorossa..."
Advertisement

Altro da Rubriche