Calcio Lecce
Sito appartenente al Network

GdS – De Canio: “Nel calcio nulla è scontato, ma sulla carta il Lecce è la squadra da battere”

L’ex allenatore giallorosso parla a La Gazzetta dello Sport (intervista di Pasquale Marzotta) del Lecce di oggi: da Corini a Corvino, fino ai casi Mancosu e Tachtsidis.

LECCE IN A CON CORINI? «Spero che ci riesca. Il mio giudizio sulla sua formazione è positivo. Il club si è mosso bene su tutti i fronti. Ci sono le premesse per realizzare l’impresa. Sulla carta, il Lecce è la squadra da battere. Anche se nulla è scontato nel calcio. Alle buone intenzioni devono seguire i fatti. Il successo è una componente di molte risultanti. Le variabili sono tante».

CORSA PROMOZIONE. «Non vedo concorrenti nettamente superiori alle altre. Basti pensare alla sconfitta a Cittadella del Brescia, appena retrocesso e con una formazione e un allenatore importante come Delneri (esonerato dopo quel k.o., ndr). Ci sono compagini di grande solidità tecnica, che possono battersi per la vittoria finale. Tra queste, Lecce, Empoli, Frosinone e Pordenone hanno un posto di primo piano. Il Pordenone da diverse stagioni respira aria vincente con un allenatore come Tesser: dalla C alla B, approdando nello scorso campionato alle semifinali playoff. Poi c’è da valutare l’esperienza della Salernitana, con un allenatore esperto come Castori, e il Cittadella, che da anni si propone nella lotta promozione».

DIFFERENZE TRA IL SUO LECCE E QUESTO? «Tante. Allora ci fu un cambiamento epocale. Dopo la retrocessione, si creò una nuova organizzazione tecnica in un club in via di smobilitazione. Adesso le premesse sono diverse e l’ambiente è più tranquillo. Parliamo di una società giovane e con voglia di continuare con un progetto triennale. L’attuale Lecce ha operato in maniera mirata. Corini è una garanzia: esperto e con carattere, una brava persona. Quando si retrocede, c’è sempre un po’ di malumore. Il tecnico bresciano ha tutte le qualità umane e tecniche per far ripartire alla grande, oltre a fornire il giusto equilibrio. Ed è importante la presenza di un uomo del calibro di Corvino, che ha cominciato in Salento ed è ritornato, vantando una preziosa esperienza».

ALLENATORE-MANAGER: QUALI RICORDI CONSERVA? «Ripenso a Coda e Pettinari, che ho sempre seguito e sono stati vicini al Lecce nel mio periodo, sia in B che in A. Fu valutato il profilo dell’ex attaccante del Benevento, elemento valido ed interessante in prospettiva futura. Sarebbe dovuto arrivare dalla Roma insieme a Bertolacci anche Pettinari, che però andò al Siena, dove non si trovò bene. A gennaio doveva venire da me a Lecce. Nonostante l’ingaggio economico fosse basso non se ne fece nulla e si rimandò l’operazione. Poi a fine stagione (salvezza in A, ndr) non mi sentivo sereno e andai via da Lecce».

CASI TACHTISIDIS E MANCOSU. «Bisogna conoscere la situazione. Non c’è un discorso standard. Certo, se non ci sono state richieste congrue dal mercato, i giocatori devono trovare da soli le motivazioni. Mi sembra che il caso Mancosu sia rientrato, dopo le sue scuse. Ho letto che Tachtsidis è stato allontanato due volte dal campo di allenamento. Non entro nel merito, però un tesserato ha diritti e doveri sanciti dal contratto. Nello specifico, se decide di fare il braccio di ferro per puntare a essere ceduto, il Lecce e il d.s. Corvino sapranno, a giusta ragione, essere inflessibili, nel rispetto degli interessi del club e dei tifosi».

CI SONO TOP-PLAYERS IN B? «Non vedo fenomeni in Serie B. I campionati si vincono con la forza del gruppo».

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Mario
Mario
3 anni fa

Grazie mister, siamo sempre riconoscenti

Franz
Franz
3 anni fa

Grande Mister.

Articoli correlati

Nella giornata in cui sono in programma ben quattro scontri diretti le due ex sorprese...
Il fischietto di Torre Annunziata ritrova i giallorossi dopo l’ultima partita arbitrata proprio contro i...
In occasione della sconfitta contro la Juventus, gara che ha accentuato la crisi dei ciociari,...

Dal Network

Queste le parole del numero uno del Napoli, raccolte da Gazzetta.it, sul momento economico finanziario...
In occasione della sconfitta contro la Juventus, gara che ha accentuato la crisi dei ciociari,...
Calcio Lecce