Calcio Lecce
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

QdP – Sonetti: “Caso Tachtsidis? Sono sicuro che Sticchi risolverà anche questo problema…”

L’ex allenatore giallorosso parla a Il Quotidiano di Puglia (intervista di Antonio Imperiale), tre le altre cose, anche della sfida in programma venerdì sera, Brescia-Lecce.

PROMOZIONI CON LECCE E BRESCIA. «Erano le ultime due stagioni degli anni Novanta. Con i due successi consecutivi completai felicemente la cinquina dopo le promozioni con l’Atalanta, con l’Udinese, con l’Ascoli, alle quali ho aggiunto nella carriera tre promozioni dalla C».

LECCE DI SEMERARO E CORVINO. «C’era pure Fenucci abile amministratore. Corvino era già un grande direttore sportivo, competente, efficace organizzatore di ogni attività tecnica. Uno molto positivo. Il nostro, invero, fu un rapporto alquanto contrastante, niente di negativo, anche se restai male quando, dopo la vittoria del campionato, non mi confermò per la serie A. Io andai a vincere ancora a Brescia, il 1999-2000, sotto il grande presidente Corioni. A Lecce avevo avuto Palmieri, cavallo matto, Lorieri, Cyprien, Casale, ottimi ragazzi. A Brescia trovai fior di giocatori. Gran belle soddisfazioni».

CASO MANCOSU.Non mi preoccuperei più di tanto per queste storie che purtroppo fanno parte delle vicende calcistiche. Dei Mancosu ho conosciuto il fratello Matteo che ho avuto nel Cagliari, un ragazzo d’oro sul piano caratteriale, valori importanti nell’anima, il bravo ragazzo di famiglia. Immagino che gli stessi valori familiari ce li abbia il fratello Marco, da capitano riferimento per tutti”.

CASO TACHTSIDIS.Mi pare più delicata la vicenda Tachtsidis. Diventa sempre più difficile, oggi, conciliare gli interessi economici dei calciatori con quelli sacrosanti della società. Il greco è un giocatore chiave per Corini e sono convinto che proprio la saggezza di Corvino e l’autorevolezza di una società che si sta imponendo come modello nel calcio nazionale grazie allo stile del presidente Saverio Sticchi Damiani che non conosco, ma del quale tutti parlano come di una persona che fa bene al calcio, finirà col risolvere anche questo problema”.

BRESCIA DI OGGI.L’esonero, dopo due giornate, di un allenatore come Del Neri che ha scritto una importante storia calcistica, è semplicemente sconcertante. Cellino era già stato contestato l’anno scorso per i suoi comportamenti nei riguardi di Corini, un grande allenatore, molto preparato con straordinarie capacità di gestione dal punto di vista tecnico ed umano. È uno che ama vincere in trasferta. Immagino quanto ci terrà a fare bene nella sua città, alla quale ha saputo regalare una fantastica promozione in A. Il Brescia ha comunque ottimi giocatori, sul piano strutturale è una delle squadre più forti. Lopez vuole partire col piede giusto, sarà una sfida tra titani. Corvino a Lecce ha già svolto un lavoro prezioso. È un profondo conoscitore dei mercati esteri, specie dell’Est, ha portato gente con prospettive interessanti, con motivazioni per il futuro”.

BRESCIA-LECCE IN TV.La guaderò in televisione, ci sarà da divertirsi. Una griglia di favoriti per il campionato? Impossibile. Aspettiamo i frutti del mercato estivo-autunnale”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Rispetto a un anno fa la quartultima ha 4 punti in meno, mentre la terzultima...
Il difensore centrale del Lecce Federico Baschirotto è stato ospite di Ora Lecce su Antenna Sud...
Il collega Andrea Campioni ha raccontato nel dettaglio la situazione in casa gialloazzurra nella nostra...

Dal Network

Il patron della Lazio e senatore di Forza Italia vuole cambiare il ruolo decisione della...
Queste le parole del numero uno del Napoli, raccolte da Gazzetta.it, sul momento economico finanziario...
Calcio Lecce