Resta in contatto

Approfondimenti

Partita a rilento ma con le solite ambizioni: la Cremonese vuole sbloccarsi

I prossimi avversari del Lecce, che vengono da stagioni deludenti, non vogliono ripetere gli errori passati e cercano la prima vittoria stagionale.

Nell’infrasettimanale di mercoledì il Lecce cercherà di rifarsi dello scivolone di Brescia ospitando un’altra lombarda, la Cremonese. I grigiorossi guardano dal basso i giallorossi in classifica, con due punti ottenuti in tre gare. Ed hanno già un’importante pressione addosso, per non partire ancora una volta a rilento e rischiare di vedere allontanarsi per l’ennesima volta il treno dei playoff.

Anche quest’anno, com’è puntualmente dal suo ritorno tra i cadetti, il club di Cremona ha allestito una squadra con il chiaro obiettivo di centrare i playoff. Le ambizioni sono intatte, come è intatta la paura di deludere e ripetere quanto avvenuto due anni fa e, in particolare, nella passata stagione, quando per quasi tutto l’arco dell’annata fu lotta per la salvezza. La Cremo la spuntò risollevata da mister Pierpaolo Bisoli, che si è guadagnato fiducia e riconferma.

Ora però Bisoli deve dimostrare di saper lottare anche per i piani alti, allontanando i timori che si sono visti nelle prime giornate. Sì, perché nell’esordio di campionato non si è visto né bel gioco né risultati. Ko all’esordio casalingo con il Cittadella, l’undici lombardo non è andato oltre il pari a Pisa e con il Venezia, dimostrando soprattutto inconsistenza offensiva.

Ecco perché al Via del mare il tecnico chiede aiuto ai suoi singoli, che il club gli ha messo a disposizione in estate. A partire dal portiere Alfonso, che l’ultima B giocata l’ha vinta a Brescia. E poi ancora, tra conferme e novità, l’ex di turno Terranova e Bianchetti dietro, Valzania, Deli e Pinato a centrocampo. Ma, in particolare, un attacco pesante e di qualità: Ciofani, Ceravolo, Bonaiuto e Strizzolo, vera bestia nera del Lecce in epoca recente.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Credo che il calcio sia un viaggio senza tempo dove le bandiere i miti che personificano una squadra rimarranno nella memoria degli anziani che un..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ricordi bellissimi grandissimo campione maradona lo voleva al napoli insieme a lui ma avevano tanti giocatori in quel ruolo perciò immaginate un..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Un mito per questi colori, sarebbe bello che attorno al via del mare si costituisse un percorso delle stelle per dare un tributo a tutti queste grande..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Ole olè"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da Approfondimenti