Resta in contatto

Rubriche

MI RITORNI IN MENTE – Doppio Vucinic a Cosenza nel 2003 per lo scatto promozione prima dell’apoteosi (VIDEO)

Tra i tanti precedenti giocati a Cosenza, quello della stagione 2002/2003, alla penultima giornata, rappresentò un importante passo verso il salto in Serie A.

Cosenza-Lecce non è stata quasi mai una partita priva di spunti. Spareggi, destini-promozione, sogni infranti e curve infuocate hanno caratterizzato gli incroci tra silani e salentini. Il 31 maggio del 2003, la vittoria dei giallorossi in Calabria preparò il terreno alla festa finale del 7 giugno successivo, quando le reti di Camorani, Giacomazzi e Bojinov superarono il Palermo in un letterale spareggio per la massima serie.

LA PARTITA. L’esodo massiccio dei tifosi leccesi riempì di giallorosso il San Vito. In 1500 occuparono la Curva Nord, dimostrandosi quasi in maggioranza rispetto ai supporter cosentini, in verità raffreddati dalla stagione disastrosa della loro squadra, retrocessa matematicamente proprio a seguito della sconfitta con l’undici di Rossi.

La differenza di stimoli in campo tra le due compagini fu evidente sin dalle prime battute. Al 7′, su cross di Tonetto, Camorani trova la parata miracolosa di Srnicek, che però non può nulla sul tap-in di Mirko Vucinic. Il Lecce fallisce il colpo del 2-0 immediato e paga l’assenza di cinismo con il pareggio. Lentini riceve al limite dell’area e con un tiro radente a fil di palo batte Rossi. Alla mezz’ora potrebbe arrivare anche il raddoppio silano, ma Marco Aurelio coglie in pieno in palo. Il Cosenza pressa fino alla pausa e sembra ribaltare il match. Tedesco, direttamente da calcio di punizione, quasi beffa Rossi che para sulla linea di porta in due tempi.

Nella ripresa, il Lecce trova subito il vantaggio. Cross di Camorani e inzuccata di Vucinic sul primo palo che s’insacca all’angolo alla destra di Srnicek. Tutto dopo neanche un minuto. I rischi però non mancano. Al 56′ Silvestri sbaglia un appoggio e Guidoni tenta il pallonetto da metà campo: Rossi recupera la posizione e para. Al 67′, Giacomazzi fallisce il colpo del 3-1 facendosi respingere il tiro a botta sicura da Srnicek. Vucinic all’88’ trovò ancora la risposta del portiere ceco prima di un finale caratterizzato dall’invasione di campo dei tifosi del Cosenza.

Il tabellino

Cosenza-Lecce 1-2

Cosenza (4-4-2): Srnicek; Parisi, Oshadogan, Marco Aurelio, De Angelis; Bedin, Tedesco Gia., Cardinale (46’Casale), Antonelli (77’Gonzales); Guidoni (83’Piemontese), Lentini. All. Sala

Lecce (4-3-3): Rossi; Cirillo, Silvestri, Stovini, Abruzzese (74’Konan); Giacomazzi, Piangerelli, Camorani, Tonetto; Vucinic, Di Vicino (46’Ledesma). All. Rossi

Marcatori 7′ Vucinic (L), 24’Lentini (C), 46′ Vucinic (L)

Ammoniti Tedesco, Lentini, De Angelis (C), Di Vicino (L)

Arbitro Gabriele di Frosinone

9 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Credo che il calcio sia un viaggio senza tempo dove le bandiere i miti che personificano una squadra rimarranno nella memoria degli anziani che un..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ricordi bellissimi grandissimo campione maradona lo voleva al napoli insieme a lui ma avevano tanti giocatori in quel ruolo perciò immaginate un..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Un mito per questi colori, sarebbe bello che attorno al via del mare si costituisse un percorso delle stelle per dare un tributo a tutti queste grande..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Ole olè"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da Rubriche