Calcio Lecce
Sito appartenente al Network

GdM – Tomi: “Virtus Entella-Lecce? I giallorossi sono più forti, ma come sempre conteranno le motivazioni…”

L’ex calciatore giallorosso Giovanni Tomi parla della gara di domenica sera a La Gazzetta del Mezzogiorno (intervista di Antonio Calò).

Nel 2012/2013, il Lecce ha giocato due volte a Chiavari con la Virtus Entella, prima nella stagione regolare del campionato di Lega Pro, pareggiando per 2-2, poi nella semifinale di andata dei play-off, pareggiando per 1-1. In entrambi i match, tra i calciatori in campo figurava proprio il terzino Tomi, attualmente in forza al Prato, in serie D.

RICORDI. «Nel secondo dei due match, sono uscito dal campo malconcio nel corso del primo tempo. In uno scontro di gioco, infatti, ho riportato la rottura di alcuni denti e la frattura composta dello zigomo. Sono stato portato immediatamente in ospedale e, quando sono tornato allo stadio, il Lecce stava perdendo per 1-0.  Poi ci ha pensato D’Ambrosio, che era entrato al mio posto, a riequilibrare le sorti della contesa, in pieno recupero. Il pareggio per 1-1 dell’andata, unito al successo per 2-1 centrato nel ritorno, ci è valso la qualificazione alla finalissima con il Carpi. I tifosi salentini sanno bene che, purtroppo, nell’atto conclusivo ci siamo arresi al Carpi ed il cruccio per l’esito della sfida con gli emiliani è ancora enorme, come del resto per il fatto di avere lasciato il primato nelle mani del Trapani, dopo avere avuto un vantaggio abissale».

IN CAMPIONATO FU 2-2. «E’ stata una partita combattuta e sempre in bilico. Quella ligure era una formazione di buona caratura. Non a caso, del resto, è poi giunta sino alla semifinale dei play off, nella quale ci ha dato dura battaglia».

VIRTUS ENTELLA-LECCE DI DOMENICA. «La cifra tecnica dei salentini è nettamente superiore. I giallorossi sono molto forti e figurano tra i grandi favoriti per la promozione in serie A. Se si esprimeranno al meglio delle proprie possibilità, avranno ottime probabilità di conquistare il bottino pieno. La compagine ligure, però, gioca un buon calcio ed ha, a sua volta, buone frecce al proprio arco. Insomma, l’undici allenato da Corini è in grado di fare pendere l’ago della bilancia dalla propria parte, ma questo non significa che avrà vita agevole. Anzi, tutt’altro».

SFIDA IN FAMIGLIA PER I MANCOSU. «Si tratta di un aspetto curioso e stimolante. Il caso più eclatante in Italia è quello di Pippo e Simone Inzaghi, che si sono fronteggiati spesso in carriera, primi da calciatori ed oggi da allenatori. Personalmente, ho affrontato da rivale solo Marco Mancosu che, con il tempo, ha dimostrato di meritare le ribalte più importanti e di essere anche in grado di fare la differenza».

FONDAMENTALI LE MOTIVAZIONI. «E’ sempre così, ma a maggior ragione in questo periodo del tutto particolare per la vita di ciascuno di noi e, conseguentemente, anche per il mondo del calcio, a tutti i livelli».

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

In quel 2-2 sotto una pioggia devastante fu proprio lui a sbloccare il risultato con un autogol…???
Se penso a certi personaggi che hanno indossato nostri colori mi viene la pelle d’oca ?????

Articoli correlati

Chiamata prestigiosa per la gara di domenica alle 18 al Via del Mare...
Nella lunga intervista pubblicata stamani dal Nuovo Quotidiano di Puglia, il primo dirigente del club...
I neroazzurri, reduci della vittoria nell’andata degli Ottavi di Champions League con l’Atletico Madrid, valuteranno...

Dal Network

Il difensore dell’Hellas ha parlato della complessa sfida di venerdì contro il Bologna, ma anche...
Il difensore leccese, condottiero della difesa degli azzurri toscani, ha parlato a Radio Serie A...
Finiscono 1-1 i due match in programma nel pomeriggio. Il Cagliari rimedia un punto nello...
Calcio Lecce