Resta in contatto

Pagelle

Le pagelle di Cittadella-Lecce: è tornato bomber Coda. Liam e Taxi illuminanti, malissimo dietro

Cittadella-Lecce, le pagelle: stavolta crolla anche Lucioni, con Gabriel che evita il peggio. In avanti luci e ombre da Stepinski.

LECCE:

Gabriel 7 – Incolpevole nonché spettatore sui due gol, il brasiliano si guadagna eccome la pagnotta con due grandi parate salva-risultato. Già nel primo tempo attento su Tsadjout, nella ripresa mantiene il vantaggio stoppando Rosafio prima e, soprattutto, Proia poi con un’uscita super. Sulle uscite alte è impeccabile, altrimenti avesse lasciato qualche cross di più chissà come sarebbe finita

Adjapong 6 – Prestazione alla Maldini se paragonata a quelle delle ultime giornate. Sempre in affanno, soprattutto nelle ripartenze in cui rimane spesso in zona d’attacco, ma sempre in grado di rimediare, spesso in extremis. Anche oggi non si vede al cross, in compenso sfiora il tris con un gran tiro di fuori

Lucioni 5 – Dopo una lunga serie di prestazioni super, il vice-capitano delude e soccombe al cospetto della straripante fisicità degli avanti granata. Tsadjout lo mette subito in scacco, ma per sua fortuna alza presto bandiera bianca. L’errore più grave sul gol di Tavernelli, quando salta a vuoto favorendo la facile testata della punta

Meccariello 5,5 – Compie meno errori gravi rispetto a Lucioni, e questa è una notizia. Ciò non vuol dire che la sua prestazione difensiva sia stata all’altezza, anzi, visto che Ogunseye gli mangia continuamente in testa (nella ripresa è salvato dal palo). Soprattutto, tocca il pallone praticamente solo per spazzarlo in tribuna anche se è solissimo: non un bel segnale, non è tranquillo

Zuta 5 – Le ultime due uscite avevano illuso sul fatto che avesse trovato sicurezza difensiva, e invece quello di oggi è un netto passo indietro. Alla prima occasione si fa infatti sovrastare da Ogunseye che la sblocca, e poi è un continuo affanno in ogni discesa veneta. Ci mette lotta e volontà, ma pochissima qualità in entrambe le fasi

dall’83’ Calderoni sv

Henderson 7 – Ha tutt’altro passo rispetto agli altri centrocampisti, ed il suo ritorno dall’inizio coincide con il miglior Lecce delle ultime settimane. Sfiora il gol dopo pochi secondi, concede belle giocate a volte troppo leziose (altrimenti il voto sarebbe stato più alto) e con il suo velo favorisce il bis di Coda

dall’83’ Dermaku sv

Tachtsidis 7 – Non fosse stato protagonista del netto (e solito) calo dell’ultimo quarto d’ora, la sua sarebbe stata una gara perfetta. Riesce a coniugare un’adeguata copertura difensiva ad una regia illuminata, che raggiunge l’acme nell’assist per il pari di Coda e nell’essersi proposto solo davanti a Kastrati in almeno due altri contropiede. Con un vice a concedergli il meritato riposo in certi frangenti sarebbe ancor più devastante

Bjorkengren 6 – Una gara senza infamia e senza lode, di quelle a cui ha già abituato i suoi nuovi tifosi. Timido quanto pulito nelle giocate, non tradisce la fiducia a sorpresa dei suoi tecnici dedicandosi a coprire e dare freschezza alla manovra. Spende anche un giallo per rimediare ad un errore di Zuta

dal 66′ Majer 5,5 – Lo sloveno entra subito dopo il pari veneto, in un momento di grande difficoltà dei suoi. Dovrebbe metterci esperienza e verve, ed invece è evanescente ed impreciso. Poco meno del compitino

Mancosu 6 – Non una gara da Mancosu. Non gioca male, sia chiaro, corre per due e si propone spesso in avanti, sfiorando anche il gol su punizione. Gli manca però non solo la giocata straordinaria, ma anche quella semplice, poiché spesso cerca la soluzione più contorta, non riuscendo a mandare in porta i compagni se non con un cross per Stepinski

dall’89’ Listkowski sv

Stepinski 5,5 – Alti, ma anche molti bassi nella prova del polacco. Assodato che ormai non sia in grado di tenere una palla, nemmeno la più semplice, decide di fare il “Tachtsidis” nell’azione del vantaggio, quando scodella un assist d’oro per Coda. In zona gol è però disastroso: prima manca di testa la facile marcatura, poi si mangia un contropiede ignorando il solissimo Tachtsidis

dall’89’ Dubickas sv

Coda 7,5 – Torna efficace, cinico, pulito come quello visto fino al Venezia. Dimostra di non essersi dimenticato come si fa, facendo apparire semplici due gol che facili non lo erano affatto. Due grandi marcature e tanto lavoro per i compagni, purtroppo non valorizzato appieno

All. Lanna 6,5 – Oggi, con una prestazione dei singoli dietro all’altezza, la partita sarebbe stata stravinta. Il Lecce ha prodotto un bel calcio, creando tanto e mangiandosi il colpo del ko sul campo della terza forza del campionato. La reazione c’è stata, il monito ora resta quello: trovare un’adeguata solidità difensiva per non buttare in aria il bel lavoro

CITTADELLA:

Kastrati 6,5 Vita 5 Adorni 5,5 Perticone 6 Donnarumma 6 Proia 6,5 (83′ Gargiulo 6) Iori 6,5 Branca 6,5 D’Urso 6,5 (46′ Tavernelli 7) Tsadjout 6,5 (36′ Rosafio 6, 89′ Grillo sv) Ogunseye 7,5 All. Musso 6,5

15 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
15 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Giuseppe Mazzotta
Giuseppe Mazzotta
2 mesi fa

Forse capisco “zero” di calcio, ma non capisco, quasi mai, l’ingresso in campo di 2 calciatori (su 5) al minuto 89.
Come può un calciatore entrare in partita in 2 minuti?
Se una partita deve essere vinta, inserire giocatori freschi non oltre il minuto 70.
Chi me lo spiega? Grazie

Ehhhbeh
Ehhhbeh
2 mesi fa

Probabilmente perché non erano cambi per vincerla ma per non perderla

Zappa Frank
Zappa Frank
2 mesi fa

Evidentemente non sono cambi per vincere la partita…

Bar BIGGI
Bar BIGGI
2 mesi fa

Serve solo a spezzare il ritmo gioco e perdere qualche minuto,,,tutto qua,,,,e quando subentra la paura di perdere,,come si e ben visto oggi,,,,

Donato Conte
Donato Conte
2 mesi fa

sono cambi fatti soltanto per alleggerire la pressione. Non hanno altro senso.

Direttore1982
Direttore1982
2 mesi fa

Ci siamo aggrappati al pareggio per perdere tempo. Diciamo che ci è andata bene nelle ripartenze 👍🙏

Marco
Marco
2 mesi fa

Solo 5 Lucioni? Minimo 3. Giocatore da terza categoria.

Direttore1982
Direttore1982
2 mesi fa

C è tanta inaguatezza tecnica alcuni giocatori sono da serie D mentre altri di serie A. Tatticamente abbiamo una squadra divisa in 2 tronconi perché squilibrata a centrocampo e di conseguenza la difesa non è protetta per bene arrivano cross da tutte le parti e continue ripartenze.. Il centrocampo di due stagioni fa era modriccione, taxi e scavone ora le mezz ali sono offensive ( Henderson)o inadeguate perché fuori ruolo o caratterialmente timidi (Paganini, bjorkgreen, listowsky) Non vedo questo grande futuro i giovani non stanno rendendo o poco utilizzati.. Speriamo in Rodriguez🙏 forse il più pronto caratterialmente a reggere un… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Secondo me 6 ad Adjapong è esagerato, due gol presi partendo dal suo lato. Giocatore in affanno totale, chiede riposo.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Spero di non vederlo più in campo da gennaio…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

ma non abbiamo un sostituto di ruolo per farlo rifiatare salvo spostare zuta a destra

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Zuta 5??

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Stare seduti sul divano e criticare uno che macina km dall’inizio campionato è facile direi. Adjapong sta facendo discretamente e sta dimostrando anche le sue lacune difensive di copertura sia dell’uomo sia della sua zona di competenza. Credo che vada incoraggiato e magari fatto riposare un po’ e credo che il problema difesa non sia solo lui…. e l’intera difesa che balla, troppe reti incassate per disavventure personali. Comunque a me sembra che manchi l’uomo giusto davanti alla difesa che rallenti le discese dell’avversario. Ora siamo che: superato taxi (anche per le sue azzate) la difesa è colpita duramente.

pierluigi
pierluigi
2 mesi fa

Meccariello, ovvero, tutto ciò che un difensore non dovrebbe fare. In ogni partita, passeggia nell’area di rigore senza avere la minima coscienza di tutto ciò che gli avviene intorno. E così accade che un mini-attaccante (sarà alto meno di m. 1,60) gli faccia gol di testa. Adjapong (per età) e Zuta scontano limiti d’esperienza e si posso giustificare. Meccariello no, decisamente!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Adjapong é un esterno, non un terzino, normale che quando viene attaccato, vada in difficoltà. In quel caso devono essere le mezze ali a scalare in raddoppio, purtroppo però, anche loro sono più propense ad offendere che a difendere…..ad ogni modo, quando una squadra é costruita più per offendere che per difendere, é nelle cose che subisca qualche gol di troppo…..mio, modestissimo, parere!!@

Advertisement

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Grande come uomo e come allenatore.. meritava grandi squadre.."

Pedro Pablo Pasculli

Ultimo commento: "Hai ragione. Ricordo un tiro di Beto Barbas dalla trequarti del campo, preso al volo dal portiere avversario all’altezza dello stomaco, che si..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Con la maglia giallo-rossa fece impazzire un certo Cabrini (LECCE 2 JUVE 0 con gol suo) Kekko ha i colori giallo-rossi nel cuore è e sarà per sempre..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Un grande ottima visione di gioco nel centrocampo dell'epoca."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Una classe cristallina"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!
Advertisement

Altro da Pagelle