Resta in contatto

News

Saponara: “Io allo Spezia grazie al rapporto instaurato a Lecce con Meluso”

“Con Italiano avevo parlato anche in passato e mi ha trasmesso da subito i suoi principi e questo modo di lavorare porta sempre risultati”. Ecco la conferenza stampa di presentazione raccontata dai colleghi di CalcioSpezia.

Riccardo Saponara, nuovo calciatore dello Spezia da pochi giorni, si è presentato oggi al popolo spezzino in conferenza stampa.

PRIMO INCONTRO CON LA SQUADRA. “Positivo, la squadra è giovane e conoscevo tanti ragazzi. Questo mi ha aiutato a integrarmi. La partita di Napoli mi ha aiutato ad essere in armonia con tutti anche visto il risultato. Ho trovato una squadra giovane e con grande entusiasmo, che si è presentata a Napoli con uno spirito impavido nonostante lo svantaggio. Vogliamo attaccare sempre alti gli avversari e coprire lo spazio senza timore di lasciare campo alle spalle: una delle armi migliori di questo gruppo”.

IL SUO ARRIVO ALLO SPEZIA. “Con Meluso ho un ottimo rapporto e ho stima per lui. Già a Lecce abbiamo instaurato un ottimo rapporto e nonostante la retrocessione abbiamo fatto un patto tacito di futura collaborazione che abbiamo ripreso ora. Già in estate volevamo ritrovarci ma non è stato possibile e ora la sua fiducia mi ha spinto a venire subito. In più ho visto come gioca lo Spezia e non ci ho pensato due volte. Con Italiano avevo parlato anche in passato e mi ha trasmesso da subito i suoi principi e questo modo di lavorare porta sempre risultati. E si è visto”.

CONDIZIONE FISICA. “Mi sento bene. Nonostante a Firenze abbia collezionato solo due presenze ho trovato una continuità negli allenamenti costante. Mi manca il ritmo partita ma penso che potrò ritrovare anche questo aspetto”.

RUOLO.  “Nasco come trequartista ma negli ultimi anni sono entrato in contesti in cui non c’era questo ruolo e mi sono dovuto adattare. Questo mi ha permesso di ampliare il mio bagaglio tecnico e mi vedo come mezzala o mezza punta. La mia mentalità mi permette di potermi esprimere con qualsiasi tipo di gioco”.

SAMPDORIA, GENOA E ORA SPEZIA. “Per descrivere analogie e differenze fra le tre avrò bisogno di tempo. La Liguria è una terra bellissima cui sono legato. Ho sempre lavorato in società affermate e lo Spezia è in crescita rispetto alle altre due: conosco gli interpreti e so che può migliorare molto”.

SAMPDORIA, PROSSIMA AVVERSARIA DELLO SPEZIA. “Una squadra esperta, quadrata e con un allenatore pratico. Concede poco, fa male quando riparte. Dovremo colmare questo aspetto con grande lucidità e stando attenti a non fare errori perché in ripartenza può punire in campo aperto”.

OBIETTIVI. “Porto la mia esperienza in A a un gruppo giovane e con una età media bassa. Cercherò di dare il mio contributo alla causa per raggiungere la salvezza. Ho voglia di giocare a calcio, divertirmi e imparare nuove cose. Voglio capire cosa c’è di nuovo nel lavorare con allenatori così giovani: ho lo spirito di mostrare le mie qualità calcistiche e umane”.

Tutti gli approfondimenti dedicati allo Spezia su CalcioSpezia.it

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Con la maglia giallo-rossa fece impazzire un certo Cabrini (LECCE 2 JUVE 0 con gol suo) Kekko ha i colori giallo-rossi nel cuore è e sarà per sempre..."

Pedro Pablo Pasculli

Ultimo commento: "Grandissimo"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Persona leale sincera e vera ecco perché mister Mazzone lascia il segno dove approdava grande uomo"

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Un grande ottima visione di gioco nel centrocampo dell'epoca."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Una classe cristallina"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News