Resta in contatto

Pagelle

Serie B, il pagellone dell’andata: Empoli-Citta show, deludono Brescia e Pescara

Il Lecce si piazza a metà classifica, tra progetto valido e risultati discreti. Bene anche Salernitana e quasi tutte le big: i nostri voti.

Empoli 8 – Poco sotto la perfezione per i troppo punti lasciati per strada nei tanti pareggi, Lecce inclusa. Accelerando ha dimostrato di essere la più forte, almeno per ora, e la strada verso la A, tra entusiasmo, giovani e bel gioco, appare in discesa

Cittadella 8 – Se l’Empoli costruisce tanto investendo oculatamente ed in chiave futuro, nell’isola felice granata fanno ancor meglio con un quinto delle risorse, o anche meno. Zero nomi, ma umiltà, voglia di lavorare e idee di gioco da Serie A: questo è il calcio

Salernitana 7,5 – Difesa e lotta, un modo opposto rispetto a Empoli e Cittadella. I campani sono però brutti ma sorprendentemente efficaci, e sono lì a giocarsi la promozione dalle prime giornate e sovvertendo i pronostici

Monza 7 – La classifica dice che se il campionato finisse oggi per i brianzoli sarebbe A. Nonostante una buonissima andata, soprattutto la seconda parte, viste le faraoniche risorse impiegate si poteva attendere un cammino almeno alla Empoli

SPAL 7 – Altra big venuta fuori alla distanza, e che ora sta dimostrando di avere tutto per il salto diretto. Dopo qualche difficoltà Marino ha trovato l’equilibrio tra attacco con nomi da A e una difesa solidissima

Chievo 7 – Più giovani che esperienza, eppure la classifica dice che la promozione diretta è lontana solo due punti. I gialloblu stanno dimostrando di essere squadra vera e di potersela giocare con chiunque

Pordenone 6,5 – Non avrà le chance dell’anno scorso, complice l’impennata del livello del campionato, ma l’undici di Tesser è apparso da subito troppo forte per rischiare. Così, dopo una lunga assenza, è tornato a stabilizzarsi in zona playoff grazie a difesa super e un Diaw, prossimo all’addio, scatenato

Venezia 6,5 – Approccio al nuovo campionato strepitoso, tanto da guadagnarsi l’appellativo di sorpresa numero uno. Zanetti e Forte hanno dato un’anima ad una squadra certo non da zone basse, e che anzi continua a credere, giustamente, ai playoff

Pisa 6,5 – Un periodo shock in cui i nerazzurri hanno temuto di potersi rialzare, poi una reazione da grande squadra partita con il tris di Lecce. La salvezza ora è assolutamente alla portata, ed anzi con un successo nel recupero con il Frosinone i playoff possono essere solo a due lunghezze

Lecce 6,5 – La peggiore tra le neoretrocesse e tra chi merita qualcosina in più della mera sufficienza. Sticchi e Corvino hanno saputo navigare nel mare inizialmente tempestoso, complicato dall’addio a sorpresa di Liverani e dalle sirene varie di mercato. La chiarezza della progettualità, gli innesti e la maturità di un Corini capace di mutare idea tattica per dare nuova linfa hanno contribuito a tracciare una strada giusta. Ora però serve un’accelerata nei risultati per avere basi più solide in un percorso comunque ben fissato

Vicenza 6 – L’obiettivo resta la salvezza e la classifica dice che Di Carlo sta facendo bene, anche se ci si poteva attendere quel qualcosa in più da un collettivo in cui non manca la qualità. Non mancano comunque le basi per un futuro più roseo

Frosinone 6 – Big certamente delusa dalla posizione, che la vede addirittura al momento fuori dai playoff. Covid e troppi infortuni hanno minato le certezze di Nesta, che ha dovuto lottare per evitare di scivolare ancor più in basso nonostante una buona parte centrale di andata

Reggiana 6 – Partita con gli sfavori del pronostico ad oggi sarebbe ai playout per un soffio. Pochi nomi ma tante idee nel collettivo di Alvini, che ha preso alcune imbarcate ma anche saputo fermare big come Empoli e Monza

Cosenza 5,5 – I calabresi stanno disputando una stagione più o meno sulla falsariga della precedente, anche se all’andata hanno dimostrato qualcosa in più. Attendersi una maggiore continuità di risultati era tuttavia lecito

Reggina 5,5 – Ad oggi sarebbe salva, ma visti i proclami della vigilia questo non basta a soddisfare appieno piazza ed addetti ai lavori. Dopo l’inizio illusorio gli amaranto sono infatti nettamente calati, perdendo sicurezze, e solo l’arrivo di Baroni ha rimesso le cose apposto

Cremonese 5 – Tra le squadre che stanno lottando per mantenere la categoria sono quella che ha speso di più e, non essendo il primo anno caratterizzato da un avvio deludente, questa sta diventando preoccupante abitudine. Pecchia ha portato 4 punti in 2 partite senza i quali sarebbe penultimo posto

Entella 5 – Il terzultimo posto attuale non è totalmente da buttare via per una delle compagini nettamente meno attrezzate della categoria. I punti ottenuti rispecchiano infatti la caratura di una squadra che, se riuscisse a giocarsela fino all’ultimo, farebbe già una bella impresa

Brescia 4,5 – Le Rondinelle sono, ad oggi, la delusione principe del campionato. Partite con l’obiettivo di tornare in A, devono guardarsi le spalle perché i playout sono di gran lunga più vicini dei playoff

Pescara 4 – Il fatto che già l’anno scorso abbia evitato la C per un nulla non è un attenuante nel cammino degli abruzzesi. Disastrosi con Oddo, si sono successivamente ripresi troppo a singhiozzo, ed il penultimo posto attuale nonostante una rosa non da buttar via parla chiaro

Ascoli 4 – Ultimi in tutto e per tutto, i bianconeri non sono riusciti a risollevarsi da una situazione apparsa critica sin dai primi turni. Out Bertotto e Rossi, adesso anche Sottil sta faticando, segno che forse la rosa non sia propriamente da Serie B

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ricordi bellissimi grandissimo campione maradona lo voleva al napoli insieme a lui ma avevano tanti giocatori in quel ruolo perciò immaginate un..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Un mito per questi colori, sarebbe bello che attorno al via del mare si costituisse un percorso delle stelle per dare un tributo a tutti queste grande..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Ole olè"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Lorusso è il giocatore simbolo di tutta la storia calcistica del lecce. È stato un grande è stato tra i primi giocatori ad essere molto altruista..."
Advertisement

Altro da Pagelle