Resta in contatto

Approfondimenti

Paganini-Stepinski-Zuta: con l’Entella sarà la volta delle rotazioni?

Nella conferenza stampa della vigilia, Eugenio Corini ha annunciato dei cambi rispetto alla formazione tipo che ha affrontato Cosenza e Pescara. Sono in molti gli elementi che scalpitano per una maglia da titolare.

Il Lecce si prepara alla vigilia della gara contro la Virtus Entella fanalino di coda del campionato. Il monito è chiaro per i giallorossi: riscattare l’amaro pareggio di Pescara, maturato sì nel finale con un gol viziato da iniziale posizione di fuorigioco, ma giocato non in modo ottimale specialmente dal reparto offensivo, apparso più in affanno rispetto alle precedenti esibizioni.

Il tour de force nella settimana che prevede domenica sera la partita in casa della Reggiana dovrà essere affrontato nel migliore dei modi dal Lecce. Il momento della stagione è importante e non è possibile incappare in un altro black-out dopo i punti persi per strada. Dall’altra parte, gli impegni ravvicinati necessiteranno l’impiego di altri elementi della rosa anche dall’inizio dopo le due gare consecutive con lo stesso starting XI.

DIFESA. Davanti a Gabriel, uno dei principali candidati al rientro dal 1′ è Paganini. Corini ha chiarito la sua posizione: l’ex Frosinone, da tempo, sta lavorando per posizionarsi da terzino destro. Il suo schieramento contro l’Entella sarebbe una soluzione verosimile, visto il probabile piano partita che Vivarini proporrà in casa del Lecce e vista anche la necessità di far tirare il fiato a Cristian Maggio. Meno cambi si prevedono per il centro della difesa: Pisacane è ancora ai box e dietro Lucioni e Meccariello c’è il solo Monterisi, anch’egli recuperato all’ultimo. Solito ballottaggio anche sulla sinistra. L’ormai consueto impiego di Gallo potrebbe indurre Corini a un cambio con Zuta per il match di domani.

MEDIANA. A centrocampo, sul fattore H pende la diffida: Henderson e Hjulmand sono entrambi a quota 4 cartellini gialli (al pari di Calderoni e Coda). Difficilmente potremmo immaginare il danese, in stato di grazia, dall’undici titolare. Il cambio potrebbe riguardare il dirottamento di Hjulmand sulla mezzala destra con l’inserimento di Tachtsidis in regia. Su Bjorkengren vale un po’ il discorso per Hjulmand: lo svedese è in crescita ma il rientro di Nikolov e la presenza di Majer indurrebbe Corini a fare delle staffette. Sulla trequarti, Mancosu, dopo due ingressi a gara in corso, potrebbe riprendere la titolarità al posto di Henderson.

IN ATTACCO. Davanti, Coda e Rodriguez non hanno inciso allo stadio Adriatico. I due, rispettivamente 2 (1 in porta) e 0 conclusioni, potrebbero avvicendarsi con Stepinski, inutilizzato da tre partite. Il polacco sarebbe una sorpresa più o meno annunciata come lo è stato Pettinari nell’infrasettimanale giocato a metà dicembre in casa della Salernitana. In Campania, fu addirittura il primo schieramento nell’undici iniziale per l’ex Pescara, il cui impiego non è da escludere neanche con l’Entella. Yalçın, infine, appare ancora una volta un’arma da utilizzare a partita in corso.

16 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

16 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da Approfondimenti