Resta in contatto

News

Due ex tornano da avversari al Via del Mare

Nelle file del Cittadella militano due calciatori con un passato nel Lecce. Per entrambi sarà la seconda gara da avversari nello stadio di casa dei giallorossi.

Giacomo Beretta e Marco Rosafio tornano ad affrontare il Lecce. I due, in forza alla formazione salentina negli anni vissuti in Lega Pro, saranno di scena per la seconda volta da avversari al Via del Mare dopo le rispettive esperienza in maglia Lecce.

Beretta, 29 anni, ha accumulato 31 presenze nella stagione 2014/2015 mettendo a segno 6 gol totali. La rete più iconica è stato il temporaneo vantaggio nella finale di ritorno poi persa contro il Frosinone. L’esultanza rabbiosa del lombardo, arrampicatosi sulle recinzioni dello stadio Matusa, illuse tantissimi tifosi del Lecce, poi dispiaciuti dopo la rimonta della formazione di Stellone, avviata proprio dal pari dell’oggi giallorosso Paganini. Beretta giocherà nel Salento due anni dopo il primo precedente da avversario della sua ex squadra: lo scuola Milan fu protagonista del contrasto con Manuel Scavone in Lecce-Ascoli interrotta dopo pochi secondi per permettere i soccorsi al centrocampista. Al Via del Mare, Beretta, prima di firmare con il Lecce, segnò anche una doppietta in una gara finita 2-2: era l’11 novembre del 2012 e l’attaccante militava nel Pavia.

Diverso è il percorso di Rosafio, salentino di Patù nato in Svizzera e cresciuto nella scuola calcio di Salignano, piccola frazione del comune di Castrignano del Capo. Il centrocampista offensivo, brevilineo, sbarcò nella prima squadra, dopo il percorso con le formazioni giovanili, nel 2012/2013. Il ragazzo ha accumulato 10 presenze totali: 6 in campionato (12/13 e 14/15), 3 in Coppa Italia (14/15 con gol al Foligno e 15/16) e 1 in Coppa Italia di Lega Pro (14/15). Così, con delusione da ambo le parti, si arriva alla cessione alla Juve Stabia dell’estate 2016. Dopo un passaggio a vuoto con la Juve Stabia, il rilancio personale arriva con Messina e Cavese prima della chiamata del Cittadella. Al Tombolato arriva l’esordio in Serie B, e nella prima stagione è subito Serie A mancata di non troppo, con l’eliminazione ai quarti playoff per mano del Frosinone. Nel 2-3 c’è il suo zampino, con due assist per le marcature granata. In totale conterà 21 presenze senza andare in gol, che arriverà invece quest’anno nell’1-1 con il Cosenza alla prima da titolare.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Un calciatore esemplare, un campione che avrebbe meritato di più. Purtroppo come regista nella sua Argentina c'era un certo Diego Maradona... ma..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da News