Calcio Lecce
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

SONDAGGIO – Qual è la più bella maglia della storia del Lecce?

Centotredici anni di passione e sostegno per la sacra divisa giallorossa. Potete scegliere tre delle quattordici opzioni a disposizione.

Cosa c’è di più sacro per un tifoso di calcio della maglia della sua squadra. Sfruttando l’iperbole della passione come ragione di vita, rispondiamo con certezza: niente. Se poi si collega la metafora di attaccamento alla propria terra ed ai colori che la rappresentano con la divisa stessa, viene da sé che le sue versioni più belle diventano un vero cult per i supporter, e quelli del Lecce non fanno certo eccezioni.

Per chi legge questo articolo da lettore assiduo di CalcioLecce non sarà certo una novità la nostra passione per le maglie da calcio, e ovviamente per quelle a strisce giallorosse in particolare. Lo intuite dagli approfondimenti sui nuovi kit ufficiali della nostra squadra del cuore, lo avete visto anche nella “sentita” rubrica nella quale un anno fa vi raccontavamo la storia delle maglie di ogni squadra partecipante al campionato di Serie B (qui tutte le puntate).

Ebbene, oggi vogliamo confrontare alcune tra le tantissime versioni dell’uniforme del Lecce mettendole a “sfida” in un sondaggione che vi chiama direttamente in causa. Per forza di cose, nell’ampissima scelta, abbiamo dovuto eleggere un gruppo (senza dover o poter andare troppo indietro con gli anni) e metterlo a vostra disposizione. Ci scusiamo così se non saranno soddisfatti i gusti di tutti.

Ma veniamo al dunque: qual è, tra le quelle tifate nei passati decenni, la vostra versione preferita della divisa del club leccese? Di seguito vi riportiamo le varie opzioni che potrete votare nell’apposita sezione.

Serie C 1971/72. Una delle prime immagini a colori più o meno nitidi arriva dalla stagione ’71-’72, conclusa dai ragazzi di Corradi al secondo posto alle spalle del Brindisi. In quella stagione il Lecce sfoggiava lo storico completo giallorosso con righe larghe e pantaloncini di un blu più chiaro rispetto a quello attualmente in uso, mentre l’assenza di sponsor, tecnici e non, manteneva immacolata una maglia giustamente rimasta nel cuore dei tifosi più “datati”.

Serie C 1975/76. Dopo ventisette anni, il club di Antonio Rollo conquista la promozione tra i cadetti grazie alla tattica di mister Renna, alla grinta di Lorusso ed ai gol di Montenegro. Nell’occasione venne utilizzata una divisa unica (riproposta 45 anni dopo come celebrazione), con banda centrale larga e rossa e due bande laterali più sottili e gialle, intervallate a loro volta nel mezzo da una sottilissima striscia rossa, e maniche rosse, mentre i pantaloncini erano bianchi.

Serie B 1978/79. I giallorossi di Pietro Santin studiano per diventare grandi e lottano nelle zone alte del torneo cadetto. La maglia con cui lo fanno è pura poesia, anch’essa riproposta in futura come celebrazione (l’anno scorso, nella fattispecie): Puma sceglie il total red con striscia gialla e inserto rosso sulle spalle. I pantaloncini tornano ad essere blu.

Serie B 1983/84. E’ la seconda annata dell’accoppiata Lemonsoda-Adidas che a Lecce è già cult. Si sceglie ancora il rosso come colore predominante e gli inserti gialli non sono mai stati così striminziti. Nonostante la netta sproporzione tra i due colori sociali i tifosi apprezzano una divisa con la quale l’undici di Eugenio Fascetti pone le basi per fare la storia.

Serie B 1984/85. Eccola, finalmente, la promozione in Serie A. L’anno storico è il 1985, e sulla divisa ecco le strisce larghe giallorosse, con semi-inedito colletto a V rosso. I pantaloncini sono invece di un blu scuro ed intenso, soluzione che verrà riproposta solo dopo oltre vent’anni fatti di tante altre maglie cult a netta preponderanza di giallorosso.

Serie A 1985/86. La massima serie porta novità anche per le divise ed il Lecce di Fascetti si fa conoscere, con alterne fortune, in tutta Italia con una divisa a strisce sottili giallorosse e con il marchio Alaska Gelati sul petto. La sorpresa è nella scelta del pantaloncino giallo, solo in rari casi sostituito dal rosso.

Serie A 1988/89. Il miglior risultato di sempre in A arriva con lo sponsor Ponti al centro della divisa. La vera novità della stagione è nell’alternanza con un’altra prima maglia, rimasta nei cuori dei supporter, completamente gialla, oltre a quella più comune già vista nelle stagioni precedenti.

Serie A 1990/91. Per il Lecce non è una stagione fortunata, ma la maglia utilizzata è tra le più apprezzate di sempre. Strisce sottili come nel recente passato ma colori più intensi, e il marchio Dreher nel mezzo che è rimasto nella storia. Peccato che il successo della divisa non sia stato sfruttato a dovere dall’undici di Boniek.

Serie A 1997/98. Dopo il momentaneo tonfo in C1 arrivano due promozioni di fila e per il Lecce è di nuovo massimo campionato, nel quale i salentini si presentano a strisce larghe come non li si vedeva da tempo. Colori accesi e pantaloni rossi per Asics. Sul petto, poi, la prima di Banca del Salento in Serie A.

Serie A 2000/01. La doppietta di Vasari ribalta il vantaggio di Crespo, ed il Lecce ribalta la Lazio Campione d’Italia in carica, conquistando una salvezza inattesa. Il traguardo è arrivato indossando una divisa Asics a strisce molto più sottili del solito, con il giallo ed il rosso che andavano quasi a fondersi in un arancione che, guarda caso, era anche il colore della terza maglia.

Serie A 2004/05. Maglia spettacolare come la squadra che la indossava, quella di Zeman, Vucinic e Bojinov. Il Lecce accarezza il sogno europeo con una divisa a strisce larghe e caratterizzata dalle due rifiniture con strisce ricurve nella parte inferiore e dalla scritta Salento d’Amare nel centro.

Serie B 2007/08. I giallorossi, lanciati dai gol di Tiribocchi e Abbruscato, conquistano la Serie A indossando una maglia semplice, a strisce larghe gialle e rosse e ritrovando l’associamento con i pantaloncini blu. E’ l’anno de “La Notte della Taranta” sponsor ufficiale, ma soprattutto del poker servito in casa del Bari nel derby e dei cent’anni di storia del club.

Serie C 2017/18. Per uscire fuori dal limbo della terza serie serve anche stile. Metaforico, con un Liverani che ha posto le basi per il bel gioco visto poi in B ed anche in A, e letterale, con una maglia che registra l’inserimento dirompente del blu su un colletto in stile polo raramente visto prima. Le strisce tornano sottili come solo nel 2000 era accaduto.

Serie B 2020/21. La più riuscita, ad oggi, delle prime maglie targate M908. Premiata la voglia del club di osare svecchiando le classiche strisce interrotte dalla sfumatura pixelata che strizza l’occhio al futuro. Il giallorosso è intenso e classico, come tanto piace ai tifosi, e l’accostamento con gli inserti blu conferisce classe alla divisa più amata nel Tacco d’Italia.

Questa votazione è terminata (da 2 anni).

Centotredici anni di amore, passione e maglie bellissime. La storia del Lecce è costellata di divise rimaste nel cuore dei tifosi: quale sarà la più amata di sempre? Sceglie tre opzioni delle quattordici totali.

1984/85
15.09%
1997/98
10.75%
1990/91
10.06%
2004/05
7.89%
1978/79
7.69%
2020/21
7.59%
2007/08
7.20%
1975/76
6.71%
2017/18
6.41%
1985/86
5.13%
2000/01
4.34%
1988/89
3.94%
1971/72
3.65%
1983/84
3.55%
Subscribe
Notificami
guest

41 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Mario
Mario
1 anno fa

Tutte quelle giallo rosse, a strisce verticale

Gianluca
Gianluca
1 anno fa

Questa è la prima maglia per me per il Lecce modificando gli stemmi e inserendo a sinistra del cuore lo scudetto e a destra la Lupa con il numero di fondazione❤️

F695B85A-A4FA-4B4C-A454-35927E890A30.jpeg
Marco
Marco
1 anno fa

84/85

Jacopo
Jacopo
1 anno fa

2003

Montesana
Montesana
1 anno fa

Mettiamo a vostra disposizione un prestito da 1000 euro a 9,000000 euro a condizioni molto semplici. Mail:montesana.antonio10@gmail.com

zodiaco
zodiaco
2 anni fa

Perché non facciamo un sondaggio per chi vuole cacciare via Baroni .

Giorgio Cheva
Giorgio Cheva
2 anni fa
Reply to  zodiaco

Finiscila, sei ridicolo

Umberto
Umberto
2 anni fa

Mamma mia che splendore che sono 😍😍

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

1984/1985

Enzo
Enzo
2 anni fa

84/85 bellissimi quei colori di una terra il Salento, fatto conoscere nel mondo proprio a partire da quella prima serie A.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Tutte quelle dove i pantaloncini NON sono blu

Lucio
Lucio
2 anni fa

Colori magnifici che rappresentano i colori del salento ❤💛❤💛❤💛❤💛❤💛❤💛

Pio
Pio
2 anni fa

Sono tutte fantastiche!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

tutte stupende

Ivan
Ivan
2 anni fa

Colori bellissimi che rappresentano una terra il Salento…peccato che nella maglia dello scorso anno siano stati messi solo i paesi della provincia di lecce, io sono di francavilla e avrei voluto ci fosse anche il nome del mio paese.

luciano
luciano
2 anni fa

Sarebbe bello presentare una maglia come quella del 1908 bicolor a due striscie gialo rosse e con la stella bianca.

Michelangelo
Michelangelo
2 anni fa

Colori fantastici, l’idea dei fondatori è stata geniale quella di rappresentare sulla maglia i colori di una regione l’allora provincia di lecce che comprendeva l’intero Salento. Prendendo quelli che sono sempre stati i suoi colori fin dal 1130 con lo stemma di tetta d’otranto poi diventato stemma della provincia di lecce, che comprendeva l’attuale provincia di brindisi e taranto e questo era una vera rarità per l’epoca perché venivano presi i colori della citta e non di un territorio piu vasto a rappresentansa. Ecco Perche questa maglia questi colori rappresentano l’intero Salento un intera terra come voluto dai fondatori ed ecco perché a differenza di molte squadre i tifosi del lecce sono sparsi per tutto il salento.

Luca
Luca
2 anni fa
Reply to  Michelangelo

Bellissima spiegazione e questo fa si che il nostro bacino di utenza sia molto vasto il Salento ha 1 milione e 400 di persone. Inoltre anche io credo che la scelta dei fondatori sia stata davvero bella.

Silvio
Silvio
2 anni fa
Reply to  Michelangelo

Si sono rare le squadre che hanno i colori di un territorio piu ampio un altra è il frosinone gli vennero dati i colori della provincia il giallo e l’azzurro.

Riccardo
Riccardo
2 anni fa

71-72 senza ombra di dubbio! La vera maglia del Lecce ed anche la più bella per me è quella. Pantaloncini rigorosamente blu. Tutto il resto è solo marketing

Enzo
Enzo
2 anni fa

Qui c’è tutta l’evoluzione delle maglie dell’us lecce prima seconda e terza a partire dal 1908
https://it.m.wikipedia.org/wiki/Colori_e_simboli_dell%27Unione_Sportiva_Lecce

Vito
Vito
2 anni fa
Reply to  Enzo

Grazie Enzo bellissimo questo link, ci sono tutte le maglie della storia del lecce

Luca
Luca
2 anni fa

84/85 tutta la vita anche se è bellissima anche la prima vista quest anno al museo che riproporrei al posto del rosso e nero col giallorosso con la bellissima stella bianca sul petto ❤💛❤💛❤💛❤💛❤💛

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Quella anni 70.

antonio sodero
antonio sodero
2 anni fa

Questa esattamente

lecce-home-football-shirt-2001-2002-s_31839_1.jpg
antonio sodero
antonio sodero
2 anni fa

Per me la più bella non è tra queste, ma è quella della stagione 2001. Asics con sponsor banca 121 striscia larga gialla centrale e 2 rosse ai lati anch’esse larghe. E il 19 di cheva dietro.

Last edited 2 anni fa by antonio sodero
Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

sponsor ponti

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

La maglietta edizione 74/75 é stupenda! É stata riproposta come maglia celebrativa ed ottenne un successo clamoroso nei commenti!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Alaska gelati e Adidas

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Il 1975/76 per me rappresenta l’inizio di questa storia d’Amore giallorosso; una città festosa e coloratissima per la promozione in B e comunque una bella maglia (celebrativa per i 111 anni)…
la maglia 1978/79 rossa con bande gialle sulla manica e quello stemma che spicca (ripresa lo scorso anno per celebrare i 113 anni) e la maglia a striscie larghe della prima storica promozione in A nel 1984/85 (ripresa nel 2007/08) 💛❤ certo che le maglie d’una volta, in maglina di cotone (seppur più pesanti) avevano tutto il loro fascino…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Quella della prima promozione in A.
Poi ripresa l’anno dello 0-4 a Bari.
È la maglia delle promozioni in A ed è bellissima

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Per me lemonsoda Adidas perché mi ha fatto innamorare del Lecce

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

La scelta è ampia. Vi ricordiamo di aprire il link e fare le vostre scelte 😉

Gianni4
Gianni4
2 anni fa

Per me quella del 97/98 è la più bella

Lucio
Lucio
2 anni fa

84/85 la prima storica promozione in serie A, con la maglia piu bella speriamo si posaa riproporre il prossimo anno e che porti bene ❤💛❤💛❤

Franz
Franz
2 anni fa

84/85💛❤

Enzo
Enzo
2 anni fa

Vince alla distanza la 84/85

Vito
Vito
2 anni fa

84/85 tutta la vita con quelle belle fasce larghe. A me piacerebbe vedere anche la prima maglia del 1908 ma con i colori gialli e rossi e la mitica stella bianca sul petto, sarebbe bellissima riproporla.

Vito
Vito
2 anni fa

84/85 la piu bella targata adidas.

Luigi Rango
Luigi Rango
2 anni fa

Ma che splendido sondaggio! Complimenti ragazzi

Matteo Rigato
Matteo Rigato
2 anni fa

Quanto splendore 😍😍

Articoli correlati

lecce empoli
I giallorossi, la squadra che ha realizzato più gol negli ultimi minuti, dovranno sfatare dei...
Due le soluzioni naturali a disposizione di Luca Gotti per Sassuolo-Lecce qualora l'albanese non ce...
Il collega Alessandro Ganzerla ha raccontato nel dettaglio la situazione in casa neroverde nella nostra...

Dal Network

Il centrocampista equatoguineano ha parlato dell'importante match in programma domenica contro la squadra di Luca...
Piove sul bagnato in casa Salernitana, prossima alla retrocessione in B dopo una stagione disgraziata:...
L'ex portiere, tra le altre di Chievo Verona e Palermo, ha detto la sua sulla...

Altre notizie

Calcio Lecce