Resta in contatto

Approfondimenti

Samek: 18 anni e un bagaglio di esperienze già in mano per spiccare il volo

Il talentuoso centrocampista ceco, pagato 2 milioni dal Lecce, è destinato a un’alternanza tra prima squadra e Primavera, di cui verosimilmente sarà un leader.

Chissà se un giorno Daniel Samek visiterà il piccolo borgo salentino di Martignano. Ma quali sono le comunanze tra il paesino della Grecìa Salentina (1597 abitanti) e uno dei giovani prospetti più conclamati della Repubblica Ceca. La costruzione è frutto della conferenza stampa di Pantaleo Corvino che, nell’ambito della presentazione di Baschirotto, annunciò l’arrivo di un “regalo di San Pantaleo”, da acquistare appunto il 27 luglio, giorno in cui Martignano festeggia il suo santo patrono. Di fatto la trattativa è stata ufficializzata solo il 30 luglio, con la firma del quinquennale che lo lega al Lecce, ma Samek era in Puglia il 29 e l’accelerata decisiva è giunta il giorno prima.

“Spero di aver fatto una scelta giusta”, le parole di Daniel Samek prima di salutare lo Slavia Praga

LA PRIMA. Daniel Samek s’avvicina al calcio che conta nel finale del campionato 2020/2021, quando lo Slavia Praga, già scudettato, lo lancia in campo a 17 anni nella penultima giornata di Fortuna Liga in casa dello Jablonec (1-1). Samek gioca da titolare nel 4-2-3-1 dei biancorossi dopo essersi messo in evidenza nel campionato giovanile. La prestazione contro lo Jablonec è positiva e Samek gioca anche l’ultima di campionato, calcando anche la Fortuna Arena di Praga nella vittoria 2-1 contro il Ceske Budejovice.

EUROPA. Trpisovsky, tecnico dello Slavia, conferma il ragazzo per la stagione 21/22 e la sua importanza si denota dall’esordio europeo (da subentrante nel match d’andata) nel preliminare di Europa League perso contro il Legia Varsavia, match scaturito dalla vittoria del Ferencvaros nel Terzo Turno di qualificazione di Champions. La sconfitta fa retrocedere ancora lo Slavia in Conference League e lì Samek gioca tre partite su sei del girone con Feyenoord, Union Berlino e Maccabi Haifa, gruppo in cui lo Slavia accede al secondo turno assieme agli olandesi. L’esperienza europea di Samek tocca anche l’adrenalina dei match a eliminazione diretta. Lo Slavia batte il Fenerbahce nei Sedicesimi (doppio 3-2, 15′ in campo per Samek nell’andata a Istanbul), il Lask negli Ottavi (8-4 totale, 33′ per il neogiallorosso tra le mura amiche sempre all’andata) e cede il passo ai Quarti contro il Feyenoord (6-4 per gli olandesi che mettono la freccia con l’1-3 di Praga, dove Samek entra solo negli 8’finali). Pochi minuti, certo, ma a 18 anni conoscere certi campi, certi stadi e saggiare certe partite è già un bagaglio di crescita.

CAMPIONATO. Nel frattempo, Samek si conquista sempre più spazio nella massima divisione ceca, dove è titolare dello Slavia. Il 20 agosto 2021, nel 4-0 al Banik Ostrava, arriva il primo gol (più assist) da “grande”. Impegnato sempre nel duo di mediana del 4-2-3-1, acquisisce gli insegnamenti dei compagni di reparto, nazionali cechi, Sevcik e Holes. Il rientro a pieno ritmo dell’ivoriano Ibrahim Traorè gli toglie spazio nell’avvincente finale di regular season, chiusa dallo Slavia un punto sopra del Viktoria Plzen, che poi però avrà la meglio nel girone playoff. Qui Samek scenderà in campo solo nelle ultime due gare, appuntamenti in cui lo Slavia cederà definitivamente lo scettro di campione. Alla fine, le presenze nel massimo campionato con i biancorossi di Praga saranno 24, gare che si aggiungono alle 5 con la squadra B e, soprattutto, ai 7 caps europei prima descritti.

NAZIONALE. Il nuovo talento del Lecce percorre tutta la trafila delle nazionali giovanili della Repubblica Ceca, partendo dall’Under 15 di cui è stato anche capitano in un match contro l’Italia del 29 aprile 2019. In Nazionale, Samek si disimpegna anche da difensore centrale (Under 16), salvo poi spostarsi in pianta stabile nel suo ruolo naturale, con esibizioni sporadiche da trequartista di un 4-2-3-1, in Under 18 e Under 19.

 

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da Approfondimenti