Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Baroni: “Una partita dove non dobbiamo sbagliare niente. Il nostro pubblico è una linfa”

Il tecnico del Lecce presenta così la gara di domani contro la Cremonese.

FORMULA VINCENTE DELLA SALERNITANA. “Cosa aggiungo? Non c’è una formula vincente, col Monza abbiamo fatto una gara straordinaria, ma la vittoria è arrivata a Salerno dopo una buona partita compatta e equilibrata. Abbiamo avuto una settimana di lavoro dove abbiamo messo dentro lavoro importante, ci siamo allenati forti e lo ripeto. E’ la verità, abbiamo avuto delle defezioni ma abbiamo recuperato tutti a parte Brancolini”.

DIFFICOLTA‘. “Fanno parte della Cremonese. Hanno speso tantissimo, hanno giocatori forti e in questo momento hanno meno di quello che forse potevano raccogliere a livello prestativo. Hanno messo in difficoltà tutti, ho rivisto la partita con l’Atalanta. Noi siamo a casa nostra, col nostro pubblico che è una linfa e ci dà stimoli. L’atteggiamento sarà fondamentale”.

SCHIERAMENTI DELLA CREMO. “Non cambia molto. Sono aggressivi indipendentemente dal modulo e non ci fanno giocar bene, verticalizzano e ci sarà da correre tanto e dobbiamo essere pronti a questo senza avere pause mentali. Concentrazione e dedizione per tutta la gara”.

NAZIONALI. “Helgason e Colombo? Sono giochi di comunicazione di chi si lamenta. Se avessi 10 giocatori in nazionale sarei contento. Tornano con grande gratificazione e autostima. Così è stato per i nostri nazionali. Helgason ha fatto del minutaggio in partite di spessore tecnico-tattico e motivazionale. Stessa cosa per Colombo che ha trovato il gol. Le nazionali sono un’opportunità e i ragazzi sono carichi. Helgason di certo era un po’ stanco, il viaggio è lungo ma ha già recuperato”.

OUDIN E UMTITI. “Oudin sta meglio. E’ un po’ più indietro perché è arrivato ed era molto indietro dal punto di vista atletico, anche con qualche chilo in più. Può darci una mano e lo sappiamo. Umtiti sta bene, ora c’è il campo. Se non va a questa partita ci sarà la prossima. C’è chi sta facendo bene il quel ruolo, ma lui vuole giocare e mi fa piacere”.

ATTACCANTI. “Ceesay o Colombo? Sto ancora valutando. Uno è tornato carico, l’altro è stato un po’ in differenziato ma posso contare su due giocatori che stanno bene. Assan ha recuperato, ha fatto gol a Salerno. Devo valutare ma sono pronti entrambi”.

PUNTO DI FORZA E DEBOLEZZA.Noi abbiamo tantissimo da lavorare. La squadra è sempre in evoluzione, non guardo mai le cose che funzionano sono attento a ciò che bisogna migliorare. Siamo stati bravi a compattare velocemente dei giocatori che sono arrivati in ritardo. Il merito è nostro ma anche dei ragazzi che erano qui. Da questo punto di vista è una categoria complicata, non devi mai pensare di aver conquistato qualcosina e dobbiamo migliorarci quotidianamente, domani sarà un esame molto difficile, è una partita dove non dobbiamo sbagliare niente: atteggiamento, ritmo, tenuta fisica e mentale. Ci occorre questo”.

 

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da News