Calcio Lecce
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Baroni e la Cremonese tra delusioni passate e ricerca di punti

Marco Baroni ritrova la squadra grigiorossa, allenata nella prima parte di stagione nel 2010/2011 e affrontata più volte in B.

L’esperienza professionale alla Cremonese non è stata certo la parentesi più felice della carriera di Marco Baroni. L’allenatore toscano partì dalla Cremo dopo le panchine in A al Siena. Allo Zini, il ruolino di Baroni, che aveva a disposizione un giovane Massimo Coda, fu tutt’altro che entusiasmante: 13 punti in 12 gare non bastarono alla conferma per una squadra che voleva lottare per la promozione in Serie B. La sconfitta per 3-0 contro la Reggiana fu fatale dopo quattro pareggi consecutivi.

Baroni tornò a guidare i grigiorossi nella stagione 2019/2020, tornando dopo 9 anni. Il cambio di rotta impresso dopo la gestione di Massimo Rastelli non portò a grandi ambizioni. In 12 partite, Baroni collezionò la media punti/gara di 1.17 vincendo solo due volte in campionato. A decretare l’interruzione dell’accordo professionale fu la sconfitta di Pordenone seguita a un pareggio casalingo contro la Juve Stabia.

Prima di diventarne allenatore, Baroni sfidò la Cremonese nella seconda avventura da allenatore di prime squadre. Dopo la Rondinella, nel 2001/2002, il trainer del Lecce guidò il Montevarchi in C, pareggiando 0-0 con la Cremo il 4 novembre 2001. Baroni iniziò a ritrovare i grigiorossi diciannove anni dopo, battendoli con la Reggina al Granillo (1-0, Folorunsho) e pareggiando 1-1 (Valzania,Rivas) al termine della stagione 2020/2021. Dallo Zini iniziò traumaticamente il cammino del Baroni allenatore del Lecce, sconfitto 3-0 (Valzania, Buonaiuto, Valeri) dai padroni di casa. Nel match al vertice del ritorno, giocato nel freddo di una Lecce avvolta dalla tramontana, l’autorete di Okoli regalò la vittoria a Baroni, la seconda in carriera contro la Cremo, dopo i punti di Gallo e Ciofani.

Nell’andata del campionato in corso, Baroni ha ritrovato la sua ex squadra per la prima volta in Serie A. Il 2 ottobre, la Cremo allenata da Alvini, predecessore di Ballardini, imballò il Lecce bloccando le fonti di gioco laterali e posizionando il finto trequartista Pickel su Hjulmand. La gara finì 1-1 a seguito dei calci di rigore realizzati da Ciofani e Strefezza, ma la Cremonese ebbe delle ghiotte occasioni in cui solo le parate di Falcone evitarono la sconfitta. Ora, Baroni e i salentini vorranno dare una risposta di forza dopo due sconfitte consecutive in altrettanti scontri diretti, ma di fronte c’è una squadra elettrizzata dallo storico accesso nella semifinale di Coppa Italia.

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Pippone
Pippone
1 anno fa

Mi raccomando,none furia francese,un po’ di equilibrio in più

Mena moi
Mena moi
1 anno fa

Schera 10 centrali e Lu portiere, ca forsi 1 puntu lo prendi!

Last edited 1 anno fa by Mena moi

Articoli correlati

Lo svedese sarà l'assente per squalifica di Sassuolo-Lecce. Solo due tesserati dovranno stare attenti al...
lecce empoli
I giallorossi, la squadra che ha realizzato più gol negli ultimi minuti, dovranno sfatare dei...
I neroverdi, al momento penultimi, cercheranno di allungare la striscia di risultati utili seguita a...

Dal Network

Il centrocampista equatoguineano ha parlato dell'importante match in programma domenica contro la squadra di Luca...
Piove sul bagnato in casa Salernitana, prossima alla retrocessione in B dopo una stagione disgraziata:...
L'ex portiere, tra le altre di Chievo Verona e Palermo, ha detto la sua sulla...

Altre notizie

Calcio Lecce