Calcio Lecce
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Lepore: “Lecce-Monza? Spero in un risultato che combaci con la salvezza. Pessina? Lo portavo in giro perché…”

L’ex capitano del Lecce, con un passato da calciatore anche nel Monza, è stato intervistato da Il Cittadino di Monza e Brianza per parlare della partita di domenica. Il 37enne, ora in forza al Lecco, attende i Quarti di Finale dei playoff di C

SFIDA DELICATA. “Le motivazioni del Lecce sono tantissime. Io spero che alla fine di tutto arrivi un risultato positivo che combaci con la salvezza”.

STAGIONE DEL LECCE. “E’ partito bene, anche giocando davvero un bel calcio, poi hanno avuto dei cali specialmente negli scontri diretti, ma sono comunque ampiamente in corsa per rimanere in A”.

MONZA. “Dopo l’avvio al rallentatore l’arrivo di Palladino ha innestato le marce alte e ora è una squadra di categoria. Con Raffaele siamo stati compagni proprio al Monza, ha fatto un grandissimo primo campionato tra i grandi come allenatore e non è finita qui”.

MONZA IN EUROPA? “Glielo auguro con tutto il cuore, ho visto che è il Monza è la miglior neopromossa d’Europa e si meritano di raggiungere un traguardo così ambizioso”.

PALLADINO. “Un allenatore in campo? Si vedeva che studiava per diventare tecnico, veniva a vedere tutte le partite e, osservando dall’alto, ogni tanto mi faceva i complimenti o mi dava qualche consiglio che ritenevo prezioso. Siamo rimasti in contatto dopo che ha smesso, è rimasto nel settore giovanile. E’ un allenatore bravo e una persona anche meglio. Per essere al Monza bisogna essere questo, prima uomini poi calciatori”.

PASSATO IN BRIANZA. “Io mi sono trovato benissimo, ho mantenuto i rapporti con tutti, anche con il dottor Galliani, ogni tanto ci sentiamo ed è sempre un gran piacere”.

PESSINA. “Mi fa piacere seguire qualche ex compagno. Uno di questi è Pessina, siamo stati insieme al Lecce con Tonino Asta, non aveva la macchina e ogni tanto me lo portavo in giro. Un ottimo ragazzo davvero”.

MONZA IN A.Sentivo già dai miei tempi che il Monza sarebbe arrivato in A. Era già Serie A anche quando eravamo in C. Giorno dopo giorno si cresceva sempre. Parliamo della dirigenza e del presidente che hanno vinto di più nella storia del calcio. Sono fantastiche persone e professionisti incredibili. Al Monza dovevi pensare solo al campo, tutto il resto veniva solo”.

LECCO AI PLAYOFF. “Abbiamo iniziato il campionato per una salvezza e ora ci troviamo a competere per altro. Abbiamo passato il turno con l’Ancona e ora ce la giochiamo con il Pordenone. Loro hanno costruito per vincere, ma ai playoff può succedere di tutto e vogliamo farci trovare pronti”.

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il collega Andrea Campioni ha raccontato nel dettaglio la situazione in casa gialloazzurra nella nostra...
L’allenatore del Lecce vorrà controbilanciare lo score negativo nelle partite contro la formazione ciociara...
Il Lecce ha sostenuto il penultimo allenamento in previsione del match valevole per la 27°giornata...

Dal Network

Il patron della Lazio e senatore di Forza Italia vuole cambiare il ruolo decisione della...
Queste le parole del numero uno del Napoli, raccolte da Gazzetta.it, sul momento economico finanziario...
Calcio Lecce