Resta in contatto

News

Il giorno del calendario: Lecce attende il cammino dei suoi idoli

Alle 18.45, in diretta su Sky, si stilerà il calendario della Serie A 2019/2020. I giallorossi attendono il proprio destino a sette anni dall’ultima apparizione.

Delle tante prime volte su cui noi tutti ci ricamiamo un po’ romanticamente, questa è una delle più “sostanziose”. Oggi, lunedì 29 luglio attorno alle ore 20, il Lecce saprà il proprio cammino nel massimo campionato, disputato per la sedicesima volta nella sua storia e che mancava da 7 anni.

Rispetto ad altre “prime volte”, il primo allenamento, il primo giorno di ritiro, il primo test amichevole, quest’evento porta con sé quel carico di tensione nervosa che avvicina lo stato d’animo alle ansie e al mix di sensazioni che precede gli impegni di campionato e gli appuntamenti delle grandi occasioni.

Sarà la prima Serie A dell’era Saverio Sticchi Damiani, settimo presidente a guidare il Lecce nell’Olimpo del calcio italiano dopo i compianti Franco Jurlano, Giovanni Semeraro e le guide di Mario Moroni, Quirico Semeraro, Pierandrea Semeraro e Isabella Liguori.

Qualcuno di voi si starà chiedendo: perchè Saverio Sticchi Damiani e Mauro Meluso in evidenza? Abbiamo pensato e messo in copertina il primo dirigente del sodalizio di via Costadura, più che per dovere istituzionale e per fatti e storia recente che ha visto la creatura societaria nascere da una pazza idea dell’avvocato e docente leccese, deciso a riportare la leccesità in seno all’U.S. Lecce.

Primo dirigente, presidente e primo tifoso. Immaginiamo lo stato d’animo di Sticchi Damiani, che probabilmente presenzierà alla cerimonia dei calendari negli studi Sky di Milano Rogoredo, al momento del via ufficiale alla cervellotica macchina che creerà gli accoppiamenti. Può sembrare sin troppo esagerato richiamare la genesi del sodalizio, ma nel godersi i momenti belli bisogna sempre ricordarsi da dove si è partiti.

Con lui non bisogna dimenticare Mauro Meluso, artefice sportivo della doppia risalita insieme al generale Fabio Liverani. Il tecnico è il più alto in grado sul rettangolo verde assieme ai soldati che hanno battagliato e vinto sui campi di Serie C e Serie B tenendo alta la bandiera sino al tripudio finale dell’11 maggio 2019.

Un prodigio è stato compiuto, riportare i Lupi giallorossi a lottare coi grandi, ma un altro ancor più affascinante è da compiere. Far ruggire i lupi dopo la lotta e centrare una salvezza miracolosa che riempirebbe ancor più d’orgoglio il club, la tifoseria e un territorio intero. Otto lettere, trentotto giornate, 3420′ di passione e ardore per crederci fino alla fine. 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Flacco Venosa, Potenza"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Prima un uomo, poi un allenatore come nessun' altro"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Hai perfettamente ragione"

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Vucinic una "punta di diamante" la definizione corretta ."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ottima scelta quella di ingaggiare quelli tra loro che possono ancora lavorare per il Lecce, anche se piu di lavoro dovremmo chiamarla passione"
Advertisement

Altro da News