Resta in contatto

Approfondimenti

Liverani vs Ventura. L’incrocio tra chi ha portato il Lecce dalla C alla A

Entrambi hanno raccolto i giallorossi nelle ceneri della terza serie e li hanno erti nell’olimpo del calcio italiano. Con una “sottile” differenza: Liverani cercherà la terza impresa di fila.

Il Lecce-Salernitana di domenica è una gara che si presenta da sola. Non solo perché è l’esordio ufficiale dei giallorossi nella stagione del ritorno in Serie A. Non solo perché in palio c’è il passaggio del turno in Coppa Italia. Per toccare con mano il carico simbolico inerente il match, basta rivolgere lo sguardo a chi siede sulle due panchine e al ruolo che questi hanno avuto per il Lecce.

Fabio Liverani e Giampiero Ventura sono gli unici due tecnici nella storia dei salentini capaci di realizzare il doppio salto di categoria di fila. Impresa freschissima per il primo, impresa non meno importante per il secondo, capace di dare il la ai successi dell’era Semeraro. E sono diversi i parallelismi tra i due cammini trionfali dei bienni 95-97 e 2017-2019.

In principio fu, ovviamente, terza serie. Nonostante un prologo opposto (Liverani arrivò in autunno in un club in crisi di nervi dopo i 6 anni di C, Ventura in estate per riportare su un Lecce-ascensore), le due stagioni si svilupparono in modo grossomodo simile. I giallorossi, sempre tra i favoritissimi per la vetta, incontrarono qualche difficoltà iniziale, si imposero verso metà campionato ma soffrirono la durezza di un girone come quello meridionale fino alla fine. E così come Trapani e Catania per Liverani, anche Castel di Sangro e Nocerina per Ventura non mancarono di tenere con il fiato sospeso i supporter salentini quasi sino agli sgoccioli di annata.

Messo alle spalle l’incubo Serie C, per il Lecce tornare in B da neopromossa è stata sempre una sensazione particolare, poiché accompagnata dall’inusuale veste di chi deve guardarsi più dietro che avanti. E, grazie ai rispettivi sorprendenti inizi stagione, sia i ragazzi di Ventura che quelli di Liverani sono riusciti a mettere subito in chiaro le cose: l’obiettivo era il pronto ritorno in Serie A. Obiettivo raggiunto stazionando con costanza (al netto di regole differenti) nella zona-promozione, lottando e soffrendo fino all’ultima giornata ma raccogliendo il meritato traguardo. Il Cesena come lo Spezia: due club bianconeri da battere per festeggiare un’impresa inattesa e realizzata.

Dove le vere differenze? Ci sono e non sono poche, è logico. Una, però, spicca su tutte: nell’estate del 1997 Giampiero Ventura, richiesto dal Cagliari, salpò direzione Sardegna. Non sono mancate le sirene da parte di altri club di Serie A anche per Fabio Liverani. Sirene spente sul nascere, perché il romano sarà ancora a Lecce a cercare il terzo gioiello di fila. Quello lo isserebbe in solitaria in vetta ad un podio tinto di giallorosso.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Lorusso è il giocatore simbolo di tutta la storia calcistica del lecce. È stato un grande è stato tra i primi giocatori ad essere molto altruista..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Sei stato un grande. E che dire di quelle punizioni di collo esterno. Magiche"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Prima di scrivere di sor Carletto dovevate sentire lui e stato citato tutto ma le sue vere origini. Fu scoperto da Costantino Rozzi e le vere gesta la..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Il talento più puro che abbia indossato la maglia giallorossa..."
Advertisement

Altro da Approfondimenti