Resta in contatto

News

GdM – Balleri: “Nel 2000 fu un’impresa. Oggi dico che…”

“Rimarcare che si tratta di un confronto difficilissimo è banale. Non penso, quindi, di mancare di rispetto ai supporter giallorossi affermando che i pronostici sono tutti dalla parte dei loro rivali”, afferma Balleri.

Nella propria storia, ricorda oggi La Gazzetta del Mezzogiorno, una sola volta il Lecce ha espugnato il campo dell’Inter: è accaduto il 12 novembre 2000, nella sesta giornata di andata del campionato di Serie A. Ad allenare la squadra salentina era Alberto Cavasin, mentre sulla panchina nerazzurra sedeva Marco Tardelli.

Tra i calciatori che, con la casacca giallorossa, hanno contribuito a questo successo c’era il difensore David Balleri (oggi Team Manager del Livorno) che con il Lecce ha militato dal 1999/2000 al 2001/2002, con 76 gare disputate ed un gol realizzato.

Ricordo benissimo il match in questione perché nella settimana precedente l’incontro i media avevano scritto tanto del fatto che in campionato, contro l’Inter, a Milano, le cose per il Lecce fossero andate sempre nel peggiore dei modi. A fine partita, dopo esserci imposti per 1-0, avevamo tutti l’esatta percezione di avere compiuto una impresa storica, sia per noi che per i tifosi che ci avevano supportati al “Meazza”. Non sapevamo, naturalmente, che in seguito il Lecce avrebbe perso tutte le successive sfide giocate con i nerazzurri in trasferta, sino ad oggi”.

VUGRINEC-GOL.Il croato è andato a segno nella prima metà del primo tempo, ma pochi minuti dopo siamo rimasti in dieci per l’espulsione di Malusci. Così siamo stati costretti a tenere testa all’Inter con un uomo in meno per circa un’ora, ma siamo riusciti ugualmente a centrare il successo, con spirito di sacrificio e una prova di spessore. Una gran bella soddisfazione per noi, come per l’intero ambiente”.

INTER-LECCE.Rimarcare che si tratta di un confronto difficilissimo è banale. Quella nerazzurra è una delle grandi del calcio italiano e, come se non bastasse, ha ingaggiato come tecnico Conte, uno dei migliori allenatori al mondo, affidandogli un organico attrezzato per puntare in alto in tutte le competizioni che affronterà. Non penso, quindi, di mancare di rispetto ai supporter giallorossi affermando che i pronostici sono tutti dalla parte dei loro rivali. Ma era cosi anche nel 2000”.

SERIE A.È un pianeta a parte, lontanissimo dalle altre categorie. Ad una neo promossa come il Lecce, per salvarsi, servono tanta cattiveria, disponibilità al sacrificio continuo e voglia di lottare su ogni pallone in ciascuna partita, come se fosse quella decisiva. Indipendentemente da come finirà il confronto con l’Inter, spero che il team diretto da Liverani centri la permanenza e riesca a stabilizzarsi a lungo nella massima serie, come meriterebbe una piazza appassionata come poche”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Un calciatore esemplare, un campione che avrebbe meritato di più. Purtroppo come regista nella sua Argentina c'era un certo Diego Maradona... ma..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da News