Resta in contatto

Approfondimenti

I PRECEDENTI – Nel San Siro nerazzurro tante batoste, un exploit e due pari di Coppa

In campionato il Lecce ha sempre perso in casa dell’Inter, fatta eccezione della stagione 2000-2001. L’anno prima il ko più largo: 6-0.

Quello tra il Lecce ed il San Siro sponda Inter non è esattamente un rapporto idilliaco. Anzi, perché lo score complessivo dei precedenti lombardi tra nerazzurri e giallorossi parla chiaro: 15 successi Inter, 1 Lecce e 2 pareggi.

Segni “x” che tra l’altro risalgono ad altrettanti incontri di Coppa Italia. Il primo, nonché più datato precedente in assoluto, fu lo 0-0 del ’76-’77. Il secondo risale invece al 2000/2001, quando al vantaggio iniziale di Di Biagio risposo Davor Vugrinec, che diede al Lecce una speranza di qualificazione vanificata dall’1-3 del ritorno.

E sempre dal bomber croato è stata scritta la più bella pagina giallorossa sul campo dell’Inter. Era il 12 novembre 2000, e al Meazza la marcatura di Vugrinec consegnò ai salentini un posto nella storia, oltre che tre punti fondamentali ai fini della salvezza. Il match e tutto il suo contorno è stato raccontato approfonditamente nella nostra rubrica Mi ritorni in mente.

Un giorno bellissimo, storico, ma unico, appunto. Poi solo ko, alcuni di notevoli dimensioni. Particolarmente nefasti furono gli anni Novanta, che nonostante non rappresentarono certo il periodo più vincente nella storia dell’Inter, raccontano di quattro batoste per il Lecce in altrettanti precedenti. 5-0, 4-1, ancora 5-0 ed il più pesante di tutti, quel 6-0 firmato Georgatos, Zanetti, Jugovic, Zamorano, Ronaldo e Recoba che risulta ancora la peggiore (assieme ad un Udinese-Lecce) sconfitta dei giallorossi in Serie A.

Beffardi, e di rimonta, furono i ko del 2003/2004 e del 2004/2005. Nella prima occasione all’illusorio vantaggio di Bovo risposero, dopo un ottimo primo tempo giallorosso, Vieri, Cordoba e Cruz nella ripresa. Nella seconda il Lecce di Zeman se la giocò alla pari con l’undici di Mancini portandosi avanti con Pinardi, venendo presto raggiunto da Cordoba e battuto solo da un dubbio rigore allo scadere firmato Adriano.

Ko sempre di rimonta, ma decisamente più giusto, nel più recente degli incroci. Era il 21 dicembre 2011 e al gol iniziale di Muriel l’Inter rispose con Pazzini, Milito, Cambiasso e Alvarez.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Lorusso è il giocatore simbolo di tutta la storia calcistica del lecce. È stato un grande è stato tra i primi giocatori ad essere molto altruista..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Sei stato un grande. E che dire di quelle punizioni di collo esterno. Magiche"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Prima di scrivere di sor Carletto dovevate sentire lui e stato citato tutto ma le sue vere origini. Fu scoperto da Costantino Rozzi e le vere gesta la..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Il talento più puro che abbia indossato la maglia giallorossa..."
Advertisement

Altro da Approfondimenti