Resta in contatto

Approfondimenti

Riccardi: dai gol pesanti in C alla prima in A dopo infortuni e occasioni perse

Il 23enne, ieri al debutto in Serie A è stato chiamato in causa da Fabio Liverani al 71′ di Lecce-Sassuolo 2-2 per registrare la difesa. Insieme a Tabanelli e Mancosu, è il terzo calciatore ad aver percorso l’intera parabola in questi due anni.

Davide Riccardi firma la sua prima presenza in Serie A e si aggiunge così al capitano nella, brevissima, lista dei calciatori del Lecce 2019/2020 presenti anche due stagioni fa con Liverani in Serie C.

Arrivato dalle giovanili del Verona nell’estate del 2017 dopo uno spezzone di campionato alla Sudtirol (9 presenze), il ragazzo nato a Monfalcone si è messo subito a disposizione del tecnico, che lo fece debuttare in giallorosso il 21 ottobre 2017 al Franco Salerno di Matera: fu vittoria di misura.

Sulla carta quarta scelta dietro Cosenza, Marino e Drudi, Riccardi entrò nel cuore dei tifosi del Lecce con due gol realizzati negli ultimissimi minuti in due partite consecutive. Tra il 4 novembre e il 7 novembre 2017 furono i giorni della “zona Riccardi”: prima il gol del pari realizzato al 90′ di un insidiosissimo Fidelis Andria-Lecce 1-1, in un campo difficile negli anni di C, e poi il sinistro vincente all’87’ di Lecce-Casertana 2-1 a capitalizzare un importante successo.

Il giovane acquisiva sicurezza e Liverani faceva fatica a non schierarlo nell’undici titolare. Le 14 presenze della Serie C 2017/2018 sono tutte concentrate tra ottobre e febbraio. Riccardi però mancò dal forcing finale di quell’anno: la lesione del legamento crociato lo riportò a Verona dove l’allora società detentrice dei diritti patrimoniali curò il caso.

In Serie B, Meluso decise di rinnovare il contratto e di inserirlo nella rosa a disposizione di Liverani nonostante le lunghe cure per rientrare a pieno ritmo. Riccardi tornò in campo solo il 23 marzo 2019 nel 7-0 contro l’Ascoli: uno spezzone di gara per riprendere confidenza.

Di altra pasta fu invece la prestazione di Perugia nel giorno di Pasquetta. Il Lecce, in piena emergenza, andava in casa degli umbri alla ricerca dei play-off e Riccardi si mise al centro della difesa nella prima partita dove Liverani schierò Meccariello terzino. 90′ giocati, qualche difficoltà e un trionfo finale di sofferenza.

I due, dopo il fallimento della trattativa che avrebbe dovuto portare Riccardi al Pisa in estate, si sono ritrovati fianco a fianco nella massima serie. Liverani ha inserito il centrale per provare a contenere l’imprendibile Boga e fare densità nel cuore dell’area per difendere il fortino.

La missione-vittoria è fallita, ma per Davide Riccardi, di fatto un uomo della continuità dalla C all’Olimpo del calcio italiano, il giorno del debutto in A non sarà mai dimenticato. Anche se a gennaio, di concerto con il Lecce, si deciderà una soluzione in prestito per fargli ritrovare la continuità di rendimento avuta soltanto nei due mesi…della zona Riccardi.

 

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Un calciatore esemplare, un campione che avrebbe meritato di più. Purtroppo come regista nella sua Argentina c'era un certo Diego Maradona... ma..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da Approfondimenti