Resta in contatto

Le pagelle di Calciolecce

Le pagelle di Venezia-Lecce: Coda-Pettinari, che cecchini! Gallo freccia giallorossa, morde PisaDog

Venezia-Lecce, le pagelle: attaccanti inarrestabili nonostante gli acciacchi del bomber. Dalla panchina e dai capitani troppa imprecisione.

LECCE:

GABRIEL 7

Il Venezia tira in porta tre volte: in due il brasiliano è a dir poco strepitoso, salvando di fatto il risultato, costretto ad arrendersi solo all’autogol di Lucioni e alla prodezza di Maleh. Torna infatti a metterci lo zampino sui successi del Lecce dimostrandosi di livello superiore. Non solo nelle prodezze, perché da una sicurezza strepitosa nelle tante palle messe in mezzo dal Venezia

MAGGIO 6

Gli avversari stavolta troppo forti per consentirgli di spadroneggiare come avvenuto nelle precedenti uscite. Parte molto bene, autoritario e con qualità, costretto presto ad arrendersi all’idea di una gara soprattutto di sacrificio su un Di Mariano che lo fa soffrire tantissimo. Nella ripresa torna ad essere un muro, soprattutto sulle palle alte

LUCIONI 5,5

Match sulle montagne russe per il vice capitano. Da una parte non ha i riflessi pronti ed i suoi goffi interventi portano dapprima all’autogol dell’1-1 e poi al quasi 2-1 di Bocalon. Non fosse stato per questi episodi meriterebbe invece la sufficienza, perché un altro gol lo salva in scivolata ed è sempre puntuale e sicuro nelle chiusure

PISACANE 7

Nell’avvio sembra essere quello che soffre di più, ma in realtà solo la tenuta dei tacchetti lo mette davvero in difficoltà regalandogli il brivido di qualche scivolata di troppo. Prende presto le misure di Esposito a cui non concede nulla. Poi il guizzo che decide il match e lo porta ad andarsi a strappare un calcio di rigore senza il quale sarebbe stato complicato trovare il terzo e decisivo vantaggio

GALLO 7

Vince il duello con Mazzocchi, che lo fa soffrire sì senza però mai farlo capitolare. La crescita del terzino mancino classe duemila prosegue spedita gara dopo gara in entrambe le fasi, ed ora è anche sotto gli occhi dei più scettici. Raggiunge oggi il picco da quando si è imposto titolare, impreziosito dall’assist (con complicità di Ceccaroni) per il gol di Pettinari e da una grandissima trivela che per poco non propizia lo 0-2

MAJER 6

La prestazione dello sloveno è un po’ la fotografia del Venezia-Lecce di oggi. Confermato mezzala, corre e recupera palloni a non finire e inventa, vedi disegno con il compasso diventato assist per Coda. Le qualità avversarie e la frenesia di un match tiratissimo lo portano tuttavia a commettere un paio di errori più o meno pesanti, come l’apertura sbagliata con cui manda in porta Forte o la diagonale (pur difficile) mancata sul mancino-gol di Maleh

HJULMAND 6,5

Non fosse entrato in grande difficoltà nemmeno oggi qualcuno da un’importante città inglese o spagnola avrebbe già prenotato uno dei pochi biglietti disponibili per Brindisi per parlare con Corvino. Oggi il danese non giganteggia per 90 minuti, “limitandosi” a 80 in cui sradica palloni che valgono anche mezzi gol e mandando in porta i compagni con sontuose aperture no-look. Un paio di errori (brutta palla persa nel primo tempo, fianco offerto a Esposito che fa l’assist del 2-2 e giallo forse evitabile) gli negano l’ennesima voto super

BJORKENGREN 6,5

Come il resto del centrocampo alterna lunghi tratti di bel gioco e qualche inevitabile errorino. I Leoni Alati da quella parte lo fanno sudare parecchio, lui resiste senza mai soccombere, al massimo arrivando in ritardo su due mezze chiusure. Nel finale inventa una gran palla che poteva valere il poker di Henderson

MANCOSU 5,5

Il capitano ritrova il suo ruolo sulla trequarti dopo le assenze pressoché forzate con Reggiana e Chievo, non riuscendo ad esprimersi né ad avvicinare i suoi livelli. Il mix tra condizione non perfetta, assenza dal campo e pressing veneto tra le linee influisce, ma di spazi per far vedere qualcosa ne avrebbe eccome. Invece è compassato ed impreciso, non andando oltre il solito grande sacrificio: il Lecce accelera con la sua uscita

CODA 7,5

A sorpresa riesce a mettersi gli acciacchi fisici alle spalle e Corini gli dà fiducia, sebbene sia evidente sin dalle prime giocate che la condizione atletica non fosse devastante come nelle precedenti uscite. La sua è però una prova in crescendo che arriva al culmine ad inizio ripresa, quando di testa trova uno stacco imperioso per il nuovo vantaggio giallorosso. Si mangia il raddoppio, ma continua a dispensare giocate fino al pesante penalty del tris

PETTINARI 7

No, con Chievo e Reggiana non sono stati piacevoli episodi e sì, quello del romano era solo un blocco mentale. La naturalezza con cui gonfia la rete con un gran mancino voltante è manifesto di un giocatore ritrovato, forte ed in condizione. Fallisce di destro il bis, poi lavoro sporco e giocate di fino davvero non si contano

HENDERSON 5,5

Lo scozzese aiuta i suoi ad accelerare quantomeno muovendosi di più rispetto a Mancosu. A livello di giocate, però, lo si vede solo per un corner sbagliato che favorisce l’errore da penalty di Mazzocchi. Poi non è bravo su una gran palla di Bjorkengren e non sfrutta per nulla le praterie che avrebbe per dare maggiormente una mano nella fase clou

RODRIGUEZ 5,5

Non un approccio da ricordare per Pablito, che pronti-via si presenta con un evitabile giallo. Forse questo lo condiziona, perché poi di fatto sbaglia ogni pallone toccato e non sfrutta gli ampi spazi che avrebbe per mettere lo zampino sul match. Troppa frenesia ed imprecisione

DERMAKU sv

ALL. CORINI 7

Ripetere oggi lo strapotere dimostrato nelle recenti uscite era pressoché impossibile. Il tecnico di Bagnolo Mella riesce però a schierare una squadra con idee chiarissime, cattiva e pronta a soffrire da gruppo. La sofferenza tenuta con autorevolezza è segno di forza non meno dell’efficacia delle giocate e della qualità nella manovra, grossomodo confermata anche quest’oggi

VENEZIA:

Pomini 6 Mazzocchi 5 (Ferrarini 6) Svoboda 6 Ceccaroni 5 Ricci 5,5 (Crnigoj sv) Fiordilino 6 (Johnsen 6) Taugourdeau 6,5 Maleh 7 Di Mariano 6 Esposito 6 Forte 5,5 (Bocalon 5,5) All. Zanetti 6

20 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
20 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Toty
Toty
27 giorni fa

Bravi tutti. Hjulmand per fortuna ti sei ricordato di farti ammonire. Sabato saresti finito in panchina x riposarti. Ops… Voto a Hjulmand 9.

RosarioBiondonelcuore
RosarioBiondonelcuore
27 giorni fa

Ognuno mette i voti che vuole con i parametri che rispecchiano i propri metri di giudizio. Sinceramente rispetto tutto e tutti ma HJULMAND ha arricchito con un’altra perla di prestazione oggi dove ha dimostrato ampiamente di sapere sia rompere il gioco avversario(ad un certo punto era diventato il terzo centrale difensivo e sul 2 gol del Venezia era stato trattenuto per la maglia anche in maniera abbastanza vistosa se vogliamo proprio dirla tutta) sia nell’impostazione, uomo ovunque e da quando sono saliti in cattedra lui BIJORKENGREN Gallo Coda Pettinari e RODRIGUEZ (fermato nel miglior momento dell’ennesimo infortunio) il LECCE ha… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Commento da Facebook
27 giorni fa

Lucioni 4 Mancosu 4,5 per fortuna c’è chi ha sopperito a loro

Bepi
Bepi
27 giorni fa

Majer ha sulla coscienza anche l’ammonizione di hiulmand ( e conseguente squalifica): a 30 secondi dal termine con il compagno accanto si va verso la bandierina per far scorrere il tempo, non si butta una palla a caso in area correndo il grande rischio dell’ultimo attacco finale ( con ammonizione a hiulmand

PIPPO
PIPPO
27 giorni fa

Lucioni merita mezzo voto in più, l’autogol è colpa di Coda che si abbassa anzichè colpire la palla di testa che sbatte sull’incolpevole Lucioni e finisce in rete

Antonio Arnesano
Antonio Arnesano
27 giorni fa

Hiulmand anche oggi ha mostrato un talento da categoria superiore..almeno da 7,5 la sua prestazione…sa fare praticamente tutto in campo..ed ha grinta e determinazione e poco falloso..il giallo a pochi secondo dalla fine è stato ingeneroso e l’arbitro eccessivo in tante altre situazioni..peccato perché era diffidato e così salterà la prossima partita e quella con la salernitana per la convocazione con la Danimarca u21..e questa è la notizia peggiore di una giornata fantastica..oggi un lecce quadrato e tosto..anche oggi mi sono divertito..

Fernandinho
Fernandinho
27 giorni fa

Il mister meriterebbe 10 perché ha compattato il gruppo alla grande

Matteo Rigato
Matteo Rigato
27 giorni fa

Siete dei tifosetti da due soldi! Ma nelle altre squadre a ogni giovane che fa bene gli mettono sempre 9???? Fatelo crescere in pace. Questo è un fenomeno, non esaltiamolo eccessivamente altrimenti rischia di non crescere bene! Io ho già paura per la prossima senza di lui

Antonio Arnesano
Antonio
27 giorni fa
Reply to  Matteo Rigato

Tifosetto da due soldi sarai te se per esprimere un’opinione devi offendere tutti gli altri..impara l’educazione prima di parlare…

Lux
Lux
27 giorni fa

Mezzo voto in meno per hiulmand per il gol del 2 A 2… ? E tutte le palle che ha recuperato nn le avete viste? Senza di lui oggi nn avremmo vinto…da 7.5 in pagella

Matteo Rigato
Matteo Rigato
27 giorni fa
Reply to  Lux

Siii 10! Ma lasciamolo crescere in pace! Secondo il tuo ragionamento avrebbe dovuto prendere sempre 7,5 perché di palloni ne recupera sempre tanti a bizzeffe! Vedo troppa esaltazione su sto ragazzo come era per Rodriguez. Sosteniamolo senza farlo volare troppo alto perché solo così io giovani possono far bene

Daniele
Daniele
27 giorni fa

Hjulmand almeno da 7…

Corrado
Corrado
27 giorni fa
Reply to  Alessio Amato

In quell’occasione reggeva il suo peso e quello dell’avversario. Se non ricordo male, era zavorrato al suolo da Esposito. L’arbitro non fischia, ma per me il fallo c’era.

Vito
Vito
27 giorni fa

E’ vero che i voti sono soggettivi, ma 6,5 a Hjulmand non è realistico. E’, in questo momento, il miglior centrocampista in serie B. Pressa, recupera, lancia smista ci manca solo che segni e il giocatore è completo.

paolo
paolo
27 giorni fa

E’ da settembre che dico che Pettinare bisognava farlo giocare con continuità per vederne le qualità

RDN
RDN
27 giorni fa

HJULMAND 6,5 !!! nu stati bueni

Gianni
Gianni
27 giorni fa

Grande Pettinari 💪

Advertisement

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Checco Moriero è il più grande giocatore di tutti i tempi ad avere giocato nel Lecce. Un mix tra causio e Bruno conti, fosse andato alla..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Grandissimo Mirko nella storia di questa società, io inorerei tutti questi grandi personaggi del lecce mettendo attorno allo stadio via del mare..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "....e c ero anche io con i miei 27 anni!!"

Pedro Pablo Pasculli

Ultimo commento: "Hai ragione. Ricordo un tiro di Beto Barbas dalla trequarti del campo, preso al volo dal portiere avversario all’altezza dello stomaco, che si..."

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Un grande ottima visione di gioco nel centrocampo dell'epoca."
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!
Advertisement

Altro da Le pagelle di Calciolecce