Resta in contatto

Le pagelle di Calciolecce

Le pagelle di Frosinone-Lecce: Taxi disegna calcio, fenomeno Coda! Centrali da applausi

Frosinone-Lecce, le pagelle: Lucioni-Meccariello perfetti, a Pettinari manca solo il gol. Il bomber non lo fermano nemmeno in tre.

LECCE:

GABRIEL 6,5

Nel primo tempo deve dare il meglio di sé perché il Frosinone c’è e si fa vedere, sebbene poi a conti fatti il vero pericolo è uno, apportato da Tribuzzi sul quale dimostra gran riflessi. Il resto soprattutto ordinaria amministrazione. Nella ripresa il palo lo salva prima di oltre quaranta minuti da spettatore.

MAGGIO 6,5

Solita prestazione di intensità e precisione. Sulla destra è una garanzia assoluta anche quando gli avversari spingono parecchio, ed in particolare è strepitoso nell’opporsi al mancino al volo di Vitale a botta sicura con il punteggio ancora in parità. Magari si vede meno del solito in attacco, ma ad ogni accelerata è surplus sugli avversari

LUCIONI 7

Una gara perfetta quella del capitano di giornata del Lecce, che ai lungagnoni avversari lascia meno delle briciole. Gabriel corre un solo pericolo e mezzo e sempre da posizione defilata, perché nella parte centrale dell’area di rigore è dominio giallorosso. In più di un’occasione riesce ad anticipare gli avversari in modo pulito, quasi di giustezza, e tanto efficace da rilanciare i suoi in contropiede

MECCARIELLO 7

Un centrale beneventano versione easy ed efficace. Fa sembrare la sua gara talmente facile da passare inosservata, ma al pubblico più attento non saranno sfuggite le sue coperture tanto poco estetiche quanto decisive a proteggere Gabriel. Premia la scelta di Corini di preferirlo (anche un po’ a sorpresa) a Pisacane

GALLO 6

Il titolarissimo della fascia sinistra si fa trovare ancora pronto. E’ vero, l’unico errore difensivo della gara giallorossa è il suo quando si perde Tribuzzi che lo grazia calciando sul palo. Nel resto del match annulla però il vivace Salvi, corre senza sosta fino al recupero ed inventa un paio di occasioni interessanti come quella del rigore su Pettinari

MAJER 6,5

Torna autoritario come un tempo e sul centrodestra il Lecce è inarrestabile. Lo sloveno viaggia che è una bellezza, tra aperture no-look e diagonali spesso decisive. Le sue giocate utili non si contano, e solo una sbavatura su Kastanos che entra facile in area gli nega un voto ancor migliore

TACHTSIDIS 8

Vista la lunga assenza dal rettangolo verde (ben 4 gare senza scendere in campo) in pochissimi si sarebbero attesi di trovare non un grande, bensì un perfetto Tachtsidis. Il greco oggi passeggia sugli avversari e disegna calcio: protegge la porta, va due volte vicino al gol, perfeziona gli assist a Coda-bis e Rodriguez oltre ad almeno il doppio non raccolti dagli avversari. Hjulmand è un marziano, ma Taxi almeno alla luna ci arriva facile

BJORKENGREN 6

Lo stantuffo svedese si conferma sugli ottimi livelli visti con il nuovo anno ma compie un piccolo passo indietro sul piano dell’attenzione. A metà primo tempo si perde infatti Tribuzzi che arriva al limite e chiama Gabriel all’intervento più difficile del suo match. Errore non da lui, ed infatti si rifà alla grande facendo girare palla perfettamente e chiudendo preventivamente ogni tentativo ciociaro di lì in poi

HENDERSON 6,5

Lo scozzese è imprendibile per Maiello e crea continuo scompiglio tra le linee. Manca tuttavia di cattiveria ed oculatezza al momento della scelta sul passaggio o sulla tipologia di conclusione da effettuare, non riuscendo a trarre il meglio da almeno tre occasioni. Si rifà con gli interessi quando serve Coda che sblocca il match nell’azione-sliding door della gara

CODA 8

Un Coda migliore di oggi si era visto forse solo all’andata con la Reggiana e con il Chievo. Il capocannoniere del campionato, fortemente candidato ad un ruolo da protagonista nella prossima storia del Lecce, manda subito in crisi la difesa gialloazzurra prima di mette in cassa forte il match. Due gol a dir poco sontuosi, soprattutto il secondo che fa dimenticare il rigore che si è fatto parare da Bardi: un dettaglio, a questo punto, da nulla

PETTINARI 6,5

Non segna, ma probabilmente non se ne accorge nessuno. Se da un lato è infatti poco efficace negli ultimi 15 metri, dall’altro i difensori avversari non lo prendono mai se non con le cattive, vedi Vitale che lo cintura per il rigore del mancato bis. Dribbling, assist e tanto sacrificio: oggi gli manca davvero solo il gol

MANCOSU 6,5

A chi avesse qualche dubbio, il capitano risponde chiaro: ci sono. Corini lo inserisce per il quarto d’ora finale e lui entra cattivo e pimpante ancor più rispetto alle precedenti uscite. Così offre una gran palla a Nikolov e per due volte cerca la conclusione spettacolare, ma imprecisa

RODRIGUEZ 7

Lo spagnolo sente troppo la mancanza del gol, che ritrova con grandissima qualità e caparbietà dopo quattro gare di assenza. Entra con il piglio giusto e si vede subito, andando a mille su ogni pallone. Stavolta riesce anche a dare sfoggio della sua classe da bomber, trasformando il contropiede imbastito da Tachtsidis in un bellissimo cucchiaio che vale il tris

NIKOLOV 6,5

Anche il macedone del nord merita più della semplice sufficienza per quanto riesce a far vedere nei 14 minuti giocati. Si mostra subito cattivo attaccando gli spazi e chiudendo bene gli avversari. Sfiora anche il gol con un bel destro al volo che trova pronto Bardi nella respinta di pugno

STEPINSKI sv

ALL. CORINI 7,5

Lecce da applausi e vincente, ancora una volta. E Lecce soprattutto sempre sul pezzo, intelligente ed autoritario, capace di soffrire e contenere, di giocare sul suo chiaro spartito insistendo e producendo calcio fino a cogliere il momento giusto per azzannare il match. Fare meglio di così è francamente difficile, viste le tante occasioni create ed i soli due pericoli occorsi a Bardi, dunque serve solo lavorare per preservare e sfoggiare ancora questo gioiello giallorosso

FROSINONE:

Bardi 6,5 Curado 5 Brighenti 5,5 (Ciano 6) Szyminski 5 Salvi 5,5 (Zampano sv) Kastanos 6 Maiello 5,5 (Carraro 5,5) Tribuzzi 6,5 (Brignola 5,5) Vitale 4,5 Iemmello 5 Novakovich 5 (Parzyszek 5,5) All. Nesta 5,5

33 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
33 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ricordi bellissimi grandissimo campione maradona lo voleva al napoli insieme a lui ma avevano tanti giocatori in quel ruolo perciò immaginate un..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Un mito per questi colori, sarebbe bello che attorno al via del mare si costituisse un percorso delle stelle per dare un tributo a tutti queste grande..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Ole olè"

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Lorusso è il giocatore simbolo di tutta la storia calcistica del lecce. È stato un grande è stato tra i primi giocatori ad essere molto altruista..."
Advertisement

Altro da Le pagelle di Calciolecce