Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Corvino spiega come funziona il mercato: “Per ogni operazione chiusa ce ne sono altre quattro cercate”

Nel corso della conferenza stampa di fine mercato il direttore tecnico del Lecce Pantaleo Corvino ha analizzato nel dettaglio il funzionamento delle sessioni di compravendita per un club come quello giallorosso.

Un’altra sessione di mercato è stata messa alle spalle. Finalmente, verrebbe da dire ad ogni addetto ai lavori a causa della mole di lavoro che questa si porta dietro. Non solo per direttori tecnici, sportivi, allenatori, calciatori e giornalisti, ma anche per i tifosi costretti spesso a barcamenarsi tra altalene di emozioni che vanno dalla delusione per un acquisto mancato alla gioia per un colpo messo a segno, nonché tra la così grande quantità di informazioni che oggi i media mettono a disposizione. Informazioni numerose perché proporzionate all’uragano di movimenti che caratterizzano il lavoro di un responsabile dell’area tecnica, che oggi lo stesso Pantaleo Corvino ci ha tenuto a snocciolare per fare chiarezza ed evitare errate interpretazioni.

Così il dt giallorosso: “Credetemi, dietro ogni operazione, e con voi non c’è bisogno di insistere in questo, sapete che si nascondono tante altre operazioni per arrivare a quella che poi hai definito. O che vuoi fare, e poi non arrivi a fare per un motivo o per l’altro. Quindi dietro 135 operazioni per ognuna che si conclude ce ne sono altre quattro alle quali vai dietro per poterla finalizzare. Lascio a voi ed alla vostra fantasia quello che comporta effettuare un’operazione (…). In entrata in 700 giorni nella prima squadra sono arrivati 49 giocatori, in uscita 38, per un totale di 87 operazioni tra entrate uscite; 48 sono state fatte con il settore giovanile, di cui 31 in entrata e 17 in uscita”.

Parole testuali pronunciate da Pantaleo Corvino nella conferenza stampa odierna che tolgono, magari una volta per tutti, i dubbi sul modus operandi giallorosso in sede di mercato. Il calcolo è facile ed intuitivo e rende l’idea di quanto complesso sia l’universo del calciomercato: per ogni elemento messo sotto contratto il Lecce ne ha dovuti trattare altri quattro, quindi 80 (tra prima squadra e settore giovanile) per 5 fa 400 calciatori che, in un modo o nell’altro, sono stati trattati in 700 giorni.

Il mercato è stato sempre così, è così e probabilmente sarà sempre così, con il novero dei nomi che si riduce solo per chi si chiama Manchester City o PSG. Per tutti gli altri, soprattutto per chi porta avanti il mercato delle idee, dei valori e della coerenza, l’unica strada è quella dello studio, della creatività, dei sondaggi multipli e dei numerosissimi tentativi di operazione. Il tutto a complicare un periodo caldissimo non solo per gli agenti atmosferici ma soprattutto per la delicatezza e l’importanza che si porta dietro, anche in inverno. Ma sono anche questi fattori a rendere questo periodo che ci siamo messi alle spalle così bello ed avvincente, proprio perché difficile e vario. Parola di Pantaleo Corvino.

16 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

16 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da Approfondimenti