Resta in contatto

Rubriche

MI RITORNI IN MENTE – Gioia leccese all’Olimpico grazie alla perla di Grossmuller (VIDEO)

Nella prima trasferta dell’anno solare 2011 il Lecce, reduce dal derby perso con il Bari il 6 gennaio, si riscattò andando a violare il campo della Lazio.

Vedendola ai posteri sembra più dolce rispetto al momento vissuto più di otto anni fa. I giallorossi di De Canio stavano per chiudere il girone d’andata al 17°posto, poco sopra la linea di galleggiamento. La delusione del derby perso nel giorno dell’Epifania con gol di Okaka però raffreddò gli entusiasmi anche dei più ottimisti.

Il gruppo però non ebbe tempo per smaltire le tossine della sfida sentita. Tre giorni dopo si partiva per l’Olimpico e c’era da conservare una posizione utile per tenere lontana la zona rossa. Contro Hernanes e Zarate la sorpresa fu grande: 1-2 finale, prima gioia lontano dal Via del Mare, dove prima si era conquistato solo un punto a Palermo a fronte di otto sconfitte.

La vittoria capitolina fu il primo, grande, sorriso di quell’annata anche pensando alla serie positiva avviata. Dopo il segno 2, infatti, i giallorossi centrarono quattri risultati utili (tre 1-1 con Milan, Fiorentina e Cesena più la vittoria di Parma nel finale targata Chevanton), pesanti per punti e soprattutto stima. La continuità di rendimento mancò nell’andata.

Seppur sempre diciassettesimo, il Lecce, con quei punti, tenne lontane Sampdoria, Brescia e Bari, poi sconfitte nello showdown finale epico dove furono campali le vittorie di Marassi (leggi qui il racconto) e in casa col Napoli (rivivila qui) per poi arrivare allo 0-2 del San Nicola il 15 maggio 2011.

LA PARTITA. De Canio disegna il Lecce per rispondere alle pressioni e alle caratteristiche degli avversari per poi colpirli in ripartenza. La missione funziona: Tomovic chiude Zarate e Grossmuller diventa il signore del centrocampo. Indimenticabile fu un tunnel di suola rifilato a Hernanes (QUI IL VIDEO). Già al quarto d’ora Muslera deve compiere due grandi interventi dopo un primo sussulto di Bertolacci. Reja cambia atteggiamento e Mauri si avvicina al gol. Sul capovolgimento c’è però il vantaggio leccese. Jeda spara dal limite, coglie il palo e il pallone s’insacca dopo il rimbalzo sulla schiena di Muslera proteso in tuffo.

La Lazio raddrizza la gara in avvio di ripresa. Ledesma pennella e Mauri beneficia di un rimpallo tra Mesbah e Munari e mette dentro. Gli ospiti soffrono e Rosati chiude alla grande su Zarate sbaglia da ottima posizione. Scampato il pericolo, il Lecce cresce e l’ex romanista Corvia si vede negata la gioia personale dalla diagonale di Lichtsteiner.

Al 72′ Zarate prova a scuotere i suoi con un calcio d’angolo tagliatissimo che spiove superando Rosati e muore sull’incrocio dei pali. Come per il primo gol, l’immediata ripartenza giallorossa è fatale. Mesbah porta palla, Vives si sovrappone, palla tagliata al centro per Corvia che non impatta il pallone, Grossmuller accompagna l’azione e, di piatto, deposita in rete.

Da quel momento in poi sarà solo Lecce. Al 38′ un attacco quasi rugbistico dell’undici di De Canio è chiuso da Biava che salva due volte sulla linea di porta, su Jeda prima e su Grossmuller, migliore in campo, poi. Reja si sbilancia in avanti nel finale con Kozak e Foggia, ma Rosati non deve sventare alcun pericolo.

Il tabellino

09/01/2011, ore 15:00 – Roma, stadio Olimpico – 19° giornata del Campionato di Serie A 2010/2011

Lazio-Lecce 1-2

Lazio: Muslera; Lichtsteiner (85’Foggia), Biava, Stendardo, Radu; Brocchi, Ledesma, Hernanes (68’Bresciano); Mauri (75’Kozak); Zarate, Floccari. Allenatore Edy Reja

Lecce: Rosati; Tomovic, Gustavo, Fabiano, Mesbah; Munari, Vives, Grossmuller (86’Ferrario), Bertolacci (68’Coppola); Jeda, Ofere (36’Corvia). Allenatore Luigi De Canio

Marcatori 39’aut.Muslera (La), 47’Mauri (La), 72’Grossmuller (Le)

Ammoniti Mauri, Biava (La), Grossmuller, Coppola, Munari (Le)

Arbitro Pierpaoli di Firenze

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] Inzaghi, attuale guida dei romani, riesce a rimediare al vantaggio di Tiribocchi. Due anni dopo è colpaccio salentino, l’unico della storia, grazie a un autogol di Muslera e al guizzo finale di Grossmuler. Nel […]

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Che partita ??

Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Ricordo una partita...non mi ricordo quale.punizione molto oltre l'angolo sinistro ldell'area avversaria. Dalla tribuna si intravedeva uno spicchio..."

Pedro Pablo Pasculli

Ultimo commento: "Pedro Pablo.. un grande professionista.. ricordo i suoi gol.. soprattutto quello a Bari su punizione quando mancavano pochi minuti alla fine e..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Tanti sono i ricordi. I gol ..le sgroppate sulla destra..in particolare ricordo il gol al volo di destro a Cremona. Vincemmo 1-0 e fu una vittoria..."

Anselmo Bislenghi

Ultimo commento: "Nonnogol!"

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Mirko, Grande evasore"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche