Resta in contatto

News

Il doppio ex Servidei: “Di Biagio costruirà una SPAL zemaniana. Il Lecce? Se in campo va ‘leggero’…”

Cristian Servidei, ferrarese d’adozione ma legato anche a due grandi stagioni con il Lecce tra 1995 e 1997, parla della sfida di sabato ai taccuini de La Nuova Ferrara.

Il classe 1972 concede un’interessante intervista al quotidiano emiliano nella settimana di Lecce-SPAL, sfida tra due compagini che hanno caratterizzato la sua carriera. Ad aggiungere sapore al colloquio c’è anche l’arrivo di Luigi Di Biagio sulla panchina spallina. Servidei e Di Biagio sono stati compagni nella Roma di Zdenek Zeman, anche se il primo raccolse solo 6 presenze in una squadra dove il mediano era il riferimento in campo del tecnico boemo.

DI BIAGIO ZEMANIANO?Gigi è molto carismatico. -sancisce Servidei parlando di Di Biagio e del suo passato recente nell’Under 21– Non mi sorprende che la sua carriera sia iniziata alla guida di una nazionale. Non avrà esperienza di squadre in A ma ha una credibilità indiscutibile, acquisita in azzurro. Poi, c’è un piccolo vantaggio: i tecnici della Serie A non lo conoscono e non possono averlo studiato. E’ filo-zemaniano. E’ stato allenato dal boemo sia a Foggia sia nella Roma, dove eravamo compagni. Conosceva movimenti e schemi richiesti dal tecnico e spesso era lui a spiegarceli sul campo”.

SPAL COL 4-3-3. “Penso che vedremo una SPAL col 4-3-3, pur se con una difesa non alta come quella di Zeman. Mi aspetto tante verticalizzazioni e tagli dei centrocampisti. Scordiamoci il possesso palla: vedremo due tocchi e gioco per gli esterni con il centravanti deputato a fare sponde”.

CRISI FERRARESE. “Come uscire dalla moria di risultati? Banalmente direi…facendo punti. Dopo due o tre mesi dove vi era una corsa a rilento, le rivali della SPAL stanno cominciando a fare punti, Lecce in primis. I biancoazzurri ora devono correre anche se il calendario non è dei migliori”.

LECCE-SPAL. E poi sulla partita: “La vittoria pesa di più per il Lecce che per la SPAL. Col successo i salentini andrebbero a +10, +11 contando gli scontri diretti, e col fatto che in programma c’è anche Juventus-Brescia, si potrebbero staccare due rivali. La SPAL, invece, vincendo trarrebbe un importante beneficio psicologico. Tornerebbe sì in corsa, ma pur sempre a -4”.

PRONOSTICI. “Prevedo una gara aperta a ogni risultato. L’ambiente, con 25mila spettatori, peserà. Ma se il Lecce dovesse andarci ‘leggero’, dopo gli ultimi due successi, rischierebbe la punizione. La SPAL invece col gioco di Di Biagio può trovare il modo di infilare la peggior difesa della Serie A”. 

2 Commenti

2
Lascia un commento

avatar
2 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Commento da Facebook Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Servidei, bah

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

non penso proprio che il LECCE vuole entrare in campo leggero

Advertisement

Michele Lorusso

Ultimo commento: "ricordo con tanto piacere quel Lecce per tanti anni sfioravamo la B finalmente con Mimmo Renna la centrammo grande Lecce con Lorusso e Pezzella come..."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Attaccante moderno. Peccato sia andato via presto"

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Sa di calcio come pochi. Saggezza concretezza umanità"

Pedro Pablo Pasculli

Ultimo commento: "Finalizzatore fantastico"

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Fosforo e grinta"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News