Resta in contatto

Rubriche

Il Lecce e i derby provinciali: Casarano e i pareggi al 90′ (VIDEO)

Nella stagione 1995/1996 si sfidarono i giallorossi, retrocessi dalla B e presi in mano da Giampiero Ventura, e la compagine sud-salentina, nel pieno della militanza in C/1 degli anni Novanta.

Il derby salentino degli anni novanta, dopo i precedenti incroci con il Maglie degli anni Cinquanta e Nardò tra Sessanta e Settanta, (e a precedere gli incontri in B con il Gallipoli del 2009/2010) fu Lecce-Casarano.

LA RIVALITA E LA PRIMA COPPA ITALIA. I dissidi tra due tifoserie un tempo gemellate alimenarono l’attesa. La rottura dell’amicizia sarebbe sorta quando, in un Casarano-Taranto di qualche anno prima, i tifosi del Lecce appoggiarono gli jonici, con i quali pure erano gemellati. Il quadro quindi rese gli appuntamenti attesissimi soprattutto dai supporter rossoazzurri. Il prologo della stagione 1991/92 vide il primo Casarano-Lecce, nel primo turno estivo di Coppa Italia. Le Serpi venivano dall’apice del 1990/91, quando fu terzo posto e B sfiorata. Il Palermo, secondo, fu distante di soli 3 punti.

APPUNTAMENTI ESTIVI DI COPPA. Il primo derby si giocò il 21 agosto 1991 al Capozza: fu 0-0 (video sottostante di Lecce Calcio Story). Al ritorno, giocato al Via del Mare, Antonio Conte aprì le marcature con un gol al 9′. Paolo Benedetti raddoppiò alla mezz’ora e la pratica Sedicesimi fu archiviata. La gara, purtroppo, passò alla storia più per i violenti scontri tra tifoserie che per quanto visto in campo.

DERBY DI FUOCO NEL 1995/96. L’attesissimo successivo appuntamento fu giocato quindi in quel campionato che avrebbe visto il Lecce di mister Giampiero Ventura promosso in cadetteria e il Casarano di mister Scorsa raggiungere una tranquilla salvezza.

ANDATA. La gara d’andata, in un “Capozza” gremito da circa 8.000 spettatori, vide i giallorossi passare in vantaggio al 65′ grazie ad un’azione personale di Francioso, che s’involò sulla fascia destra e insaccò sotto la curva che ospitava la tifoseria giallorossa rappresentata da oltre 2000 leccesi. I padroni di casa però non si arresero e dettero vita a un prolungato forcing. La contestatissima decisione dell’arbitro di dare ben 6 minuti di recupero fu il prologo al pareggio casaranese, sorto proprio al 96′. Cross dalla sinistra di Piccinno e colpo di testa di Carannante deviato dal salentino Zanoncelli per uno sfortunato autogol. Immensa la gioia casaranese per un pareggio insperato ma comunque meritato per la mole di occasioni create dalle parti del portiere Lorieri.

RITORNO. Stesso leitmotiv nella gara di ritorno. Giampiero Ventura masticò amaro per il pari incassato alla fine, ma accolse con razionalità l’1-1, definito come un risultato giusto per occcasioni e atteggiamento in campo. Scorsa, tecnico del Casarano, fu soddisfatto della rimonta contro l’avversario d’alta classifica e della gioia regalata ai numerosi tifosi ospiti. Il Lecce, spento nel primo tempo, espose il fianco alle Serpi. Occasioni con Cancelli e Cicconi prima del timido sussulto di Cucciari alla mezz’ora. La ripresa mantenne il solito andazzo ma Russo, su angolo di Macellari, firmò il vantaggio giallorosso al 67′. L’incontro si spegne, ma il Lecce non riesce ad amministrare il vantaggio. Punizione di Trinchera, lavoro in area di Trinchera e colpo vincente di Carannante al minuto 88.

IN COPPA.  Il mese di novembre del 1995 fu caratterizzato anche dal doppio appuntamento di Coppa Italia. Come nel 1991/92, fu il Lecce ad avere la meglio nell’arco dei 180′. Nella gara di andata bastò un rigore di Francioso (1-0), mentre al ritorno completarono l’opera Russo e Palmieri (2-0 a domicilio). I giallorossi vantano dunque un’imbattibilità assoluta nei 6 precedenti con il Casarano (3 pareggi e 3 vittorie).

Leggi qui le altre puntate

1° Lecce-Maglie

2° Lecce-Nardò

3° Lecce-Gallipoli

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Casarano merda

Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Un grande ottima visione di gioco nel centrocampo dell'epoca."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Durante una marinata da scuola x assistere agli allenamenti del LECCE, mentre i calciatori facevano riscaldamento intorno al campo, GRIDAI..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Cuore giallorosso e salentino verace. Sempre pronto a rimarcare l’amore per le sue origini e per l’US Lecce (vero Conte?). Il ritorno come..."

Pedro Pablo Pasculli

Ultimo commento: "Un sogno che speriamo ritorni con un giovane di pari valore"

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Una classe cristallina"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche