Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

Tutti allo Stadio – Il Brianteo di Monza, l’arena nata due volte

Protagonista della tredicesima puntata della rubrica dedicata agli stadi della Serie B è l’impianto che ospita le gare del Monza.

Dopo averne sofferto per un anno e mezzo l’assenza, depredati forzatamente di quella che, assieme ai 22 in campo ed al pallone, è la propria principale componente, gli stadi italiani hanno riabbracciato il proprio pubblico. In attesa che questo ricongiungimento si compia al completo abbiamo deciso di riportare comunque gli impianti sportivi, o almeno quelli cadetti, al centro dell’attenzione con una rubrica ad hoc. Oggi tocca allo stadio del Monza, prossimo avversario del Lecce.

Lo Stadio Brianteo di Monza nasce nel 1988 dalle ambizioni rinnovate del club biancorosso padrone di casa, il quale da tempo necessitava di un impianto ben più adeguato alla voglia di grande calcio che si respirava nel sodalizio brianzolo. Le gare casalinghe venivano infatti fino ad allora giocate nel minuscolo Gino Alfonso Sada. Il patron Giambelli, che non celava l’obiettivo di portare il Monza in Serie A, spinse per una struttura, all’opposto, troppo grande per il contenuto seguito che vantava la squadra, così venne costruita una struttura da ben 20mila posti. Il nome, Brianteo, aveva origine dalla zona (non ancora provincia), la Brianza, di cui la città alle porte di Milano costituisce il capoluogo.

Le ambizioni di Giambelli si scontrarono con una realtà ben più difficile del previsto. Così, nel trentennio successivo o poco meno, con il Monza riversante tra terza e quarta serie e numerose crisi societarie a susseguirsi, il Brianteo subì un deterioramento rapido, dettato appunto dall’essere sovradimensionato rispetto alle esigenze di un club che restò a lungo piccoli.

Come per l’aspetto tecnico, la svolta avvenne con l’acquisizione del Monza da parte del gruppo Fininvest. Con Berlusconi si procedette con un progressivo rinnovamento dello stadio, che riacquistò completa agibilità fatta eccezione per i distinti, ancora inutilizzati. Oggi il Brianteo, nel frattempo rinominato U-Power Stadium per motivi di sponsorizzazione, si presenta come uno stadio adeguato alla Serie B e rinnovato soprattutto negli interni, che ospitano anche la quasi totalità delle componenti societarie dell’Associazione Calcio Monza.

QUI la puntata sullo Zini di Cremona.

QUI la puntata sul Vigorito di Benevento.

QUI la puntata sullo Scida di Crotone.

QUI la puntata sul Tombolato di Cittadella.

QUI la puntata sul Del Duca di Ascoli.

QUI la puntata sul Rigamonti di Brescia.

QUI la puntata sullo Stirpe di Frosinone.

QUI la puntata sul Mazza di Ferrara.

QUI la puntata sull’Arena Garibaldi di Pisa.

QUI la puntata sul Teghil di Lignano Sabbiadoro.

QUI la puntata sul Sinigaglia di Como.

QUI la puntata sul Moccagatta di Alessandria.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Sondaggio sul mercato invernale: due terzi dei lettori promuovono Corvino e Trinchera

Ultimo commento: "In un altro campionato europeo di livello , la ns squadra si troverebbe a metà classifica della seconda serie . Il calcio italiano è questo . Zero..."

Gol dell’anno 2022, vince il siluro di Colombo che ha fatto tremare il Maradona (VIDEO)

Ultimo commento: "Giusto non abbassare la guardia, i conti si faranno alla fine, complimenti fin'ora più che meritati ma guai a scendere in campo convinti che..."
Advertisement

Miti

Uno dei tecnici più vincenti del Lecce

Carlo Mazzone

L'ariete d'area del Lecce

Cristiano Lucarelli

Uno degli idoli dei tifosi del Lecce

Ernesto Javier Chevanton

Tra i più grandi prodotti di sempre del settore giovanile

Francesco Moriero

Lo storico capitano del Lecce

Guillermo Giacomazzi

"Beto", uno degli immortali giallorossi

Juan Alberto Barbas

Bandiera e leggenda giallorossa

Michele Lorusso

Uno dei più forti attaccanti giallorossi

Mirko Vucinic

Bomber giallorosso per sette stagioni

Pedro Pablo Pasculli

Altro da Rubriche