Resta in contatto

Rubriche

La B e le sue maglie – Cittadella, il granata più “giovane” d’Italia per onorare lo stemma cittadino

Diciottesima puntata della nostra rubrica dedicata, tra storia e presente, all’emblema per eccellenza di ogni club del campionato cadetto: la maglia da gioco. Oggi tocca al Cittadella.

Il nostro viaggio cromatico ed iconico nelle maglie della Serie B prosegue con la prossima avversaria del Lecce, il Cittadella. Il club veneto è tra quelli di più giovane tradizione tra i cadetti, sia per quanto concerne il passato sportivo fatto di un approdo in B datato 2000 sia per la data di fondazione, risalente solo al 1973. Ed è in quest’ultimo anno che affonda le sue origini anche la maglia dell’attuale sodalizio del Padovano.

colori sociali dell’Associazione Sportiva Cittadella sono da sempre rappresentati dal granata. Prima della fondazione del club vi erano nella cittadina veneta due altre società calcistiche, i biancocelesti della Cittadellese ed i biancoverdi dell’Olympia Cittadella. Queste due compagini contribuirono, nel ’73, alla nascita del club dei Gabrielli. A quel punto i soci fondatori votarono decidendo che il nuovo colore rappresentante la squadra sarebbe stato il granata, scelto come mutuazione del rosso sfondo dello stemma cittadino.

Da quel momento le divise del Cittadella, ai tempi militante in Promozione Veneto, furono granata. Calzoncini e calzettoni erano invece bianchi, salvo diventare anch’essi del colore dominante a fine anni novanta, subito prima del salto tra i professionisti. Il bianco è rimasto agli inserti (raramente sostituito dall’azzurro richiamante cromaticamente la Cittadellese) i quali, a seconda delle scelte dello sponsor tecnico, sono più (ad esempio dal 2008 al 2011) o meno (2015) visibili.

Per quanto riguarda le divise da trasferta e le terze maglie, il colore più usato è il classico bianco ma, soprattutto nell’ultimo ventennio, si è fatto sempre più largo il giallo. Quest’ultimo riprende il secondo colore presente sul gonfalone di Cittadella. Ancor più raro il ricorso all’azzurro e al verde, utilizzati talvolta come reminiscenza storica.

E andiamo al presente: l’attuale divisa del Cittadella va incontro alla tradizione, ma con qualche piccola modifica. La Mizuno ha infatti proposto un granata totale tipico del club, ovvero leggermente più rosso rispetto al granata classico e con inserti limitati a metà colletto e bordomanica. Questi ultimi sono azzurri e non, come di consueto, bianchi, ed inoltre vi sono delle righe in chiaroscuro che ricordano i mattoni delle mura cittadine. La chicca è rappresentata poi dalle coordinate geografiche della città veneta presenti sotto la nuca. La seconda maglia è gialla come accade da anni con continuità, ma con il particolare accostamento degli inserti anche qui azzurri. Divisa interamente bianca, con bordature claret and blue e strisce orizzontali accennate e azzurre, invece, per quanto concerne il third kit.

QUI la puntata dedicata al Pordenone.

QUI la puntata dedicata alla Cremonese.

QUI la puntata dedicata al Pescara.

QUI la puntata dedicata alla Reggiana.

QUI la puntata dedicata al Venezia.

QUI la puntata dedicata al Frosinone.

QUI la puntata dedicata al Pisa.

QUI la puntata dedicata al Vicenza.

QUI la puntata dedicata al Monza.

QUI la puntata dedicata all’Empoli.

QUI la puntata dedicata all’Ascoli.

QUI la puntata dedicata al Brescia.

QUI la puntata dedicata al Cosenza.

QUI la puntata dedicata alla Virtus Entella.

QUI la puntata dedicata al Chievo Verona.

QUI la puntata dedicata alla Salernitana.

QUI la puntata dedicata alla SPAL.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Juan Alberto Barbas

Ultimo commento: "Un calciatore esemplare, un campione che avrebbe meritato di più. Purtroppo come regista nella sua Argentina c'era un certo Diego Maradona... ma..."

Carlo Mazzone

Ultimo commento: "Volevo dire Curva Nord, ma è uscito Curva Sud. Un lapsus, dovuto al contenuto del mio intervento...."

Mirko Vucinic

Ultimo commento: "Barbas era il numero 1 gli altri tutti dietro, chi non è più giovane e ha visto giocare Beto ti dice senza paura di essere smentito che era uno dei..."

Michele Lorusso

Ultimo commento: "Per chi era tutte le domeniche allo stadio e un ricordo che ancora oggi si sente la mancanza si sente soprattutto come spogliatoio nonostante era di..."

Francesco Moriero

Ultimo commento: "Kecco Moriero faceva parte del Cagliari che guidato da Carletto Mazzone arrivò 6° nel campionato 1993/94 giocando come "ala destra" insieme a..."
Advertisement

Altro da Rubriche